"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Immigrazione di massa

di  Luciano Lago

Il presidente della Commissione Europea manifesta le sue preoccupazioni……..per gli africani in Italia
Abituati a sentire i rimproveri e le preoccupazioni di Bruxelles i cittadini italiani potevano aspettarsi, una volta tanto, che la Commissione Europea e i suoi componenti si preoccupassero per l’aumento della povertà in Italia, i circa 5 milioni di persone che in Italia vivono in condizione di povertà assoluta, come anche i circa 2 milioni di famiglie con bambini che non hanno i mezzi di sostentamento e vivono di assistenza o di espedienti. Vedi: La povertà assoluta è aumentata in Italia
Una preoccupazione che avrebbe potuto legittimamente essere fatta propria dai tecno burocrati della UE che sono gli stessi che hanno fatto applicare in Italia le massime ricette dell’austerità, dai tempi del prof. Monti in poi, creando le condizioni per il forte incremento della povertà certificato dall’ISTAT.

Leggi tutto…

Malmö, SVEZIA viene chiamata una “zona di guerra” – il risultato della migrazione musulmana di massa.

Malmö, questa città un tempo tranquilla e sicura, è ora invasa dalla violenza delle bande. La cultura della paura è così palpabile che i genitori non si sentono più a loro agio nel mandare i propri figli a giocare. Questo  non per mancanza di tentativi da parte di politici e dei media, ma non si può più negare che la maggior parte di questa violenza e le aggressioni  sessuali provengono da una comunità – la comunità dei migranti MUSULMANI. Non sorprende che non ci siano più molti segni di “benvenuto ai rifugiati” in Svezia.

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

“L’Italia ha bisogno di migranti ma con un flusso sicuro”. Il premier Paolo Gentiloni durante il suo intervento al Palazzo Ducale di Genova per il Festival di Limes parla dell’emergenza immigrazione: “Abbiamo bisogno di migranti nel Nostro paese, a condizione che il flusso sia sicuro, organizzato e non porti a morti nel Mediterraneo.
Penso che l’unica ricetta sensata per un Paese con la nostra geografia, di fronte all’Africa, sia rendere il numero dei flussi governabile, riducendoli in modo drastico e facendo partire in parallelo un meccanismo di migrazioni legali, sicure e se possibile legate al mercato del lavoro nel paese in cui si va a migrare. Noi siamo leader di questa questione e ce lo riconosce tutto il mondo“. […] (Il Giornale)

Come tutti ormai sanno , il “burattino” di Soros a Palazzo Chigi, il conte Paolo Gentiloni, ben istruito e sponsorizzato dallo speculatore finanziere George Soros e dai potentati sovranazionali che sostengono le migrazioni, ha manifestato con forza a favore della invasione migratoria del territorio italiano.

Leggi tutto…

L’Italia si conferma come il ricettacolo dell’accoglienza di tutti i migranti espulsi dagli altri paesi

Canada, Germania e Italia: queste alcune delle destinazioni indicate dal premier israeliano Benyamin Netanyahu per una parte dei migranti africani che nei prossimi cinque anni dovranno lasciare Israele in base all’intesa raggiunta con l’Alto commissariato dell’Onu.

L’intesa raggiunta riguarda complessivamente 16.250 migranti eritrei e sudanesi, di cui 6.000 nel primo anno. Israele li espelle perché considerati migranti economici, non rifugiati.

Leggi tutto…

di Davide Pellegrino

Ma quale Piano Kalergi, caro Saviano. Noi, analogamente a Carmelo Zuccaro e contrariamente a quanto sostenete tu ed Enrico Mentana, non ci siamo inventati nulla. I primi a parlare delle prove delle collusioni tra ONG e “trafficanti” sull’altra sponda del Mediterraneo sono stati i servizi di Intelligence tedeschi ed olandesi attraverso il dispositivo europeo Eunavformed nell’ambito del contesto Frontex.

Disquisire su”introduzione di reato di solidarietà” e “ricorsi al CSM” per il caso della ProActiva Open Arms vuol dire rendersi complice di un chiaro mezzo per “segare le gambe” a chi si azzarda a mettersi d’intralcio nel processo di reingegnerizzazione del nostro continente, step fondamentale della religione mondialista coadiuvata dalla criminalità sovranazionale interna a queste organizzazioni. Nient’altro.

Leggi tutto…

di Francesco Lamendola

Il voto politico del 4 marzo 2018 ha bruscamente archiviato quello che pareva ormai un destino irrevocabile: quello di essere governati ancora, a tempo indeterminato, se non dalle persone fisiche, dalle idee, si fa per dire, di Renzi, Gentiloni, Boldrini, Grasso, Mattarella, Bergoglio.

Sì, perché se qualcuno ancora l’avesse capito, lo sconfitto numero uno di queste elezioni politiche è stato lui, il papa argentino che fa sempre e solo politica: immigrazionista, buonista e progressista. Gli italiani, otto su dieci, hanno detto no, basta: e hanno tirato un colpo di spugna su anni di menzogne vergognose, di tradimenti di Stato, di deliberato perseguimento non del bene, ma del male nazionale, mediante politiche interne ed estere semplicemente suicide, al servizio di poteri ed interessi “forti”, sia nazionali che internazionali.

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

Come si prevedeva, iniziano a manifestarsi i primi sintomi della prossime “insurrezioni” delle masse dei migranti fatti entrare in modo insensato in Italia dalla sinistra mondialista e dai suoi complici.
Un episodio significativo è avvenuto oggi a Firenze, in occasione di un brutto fatto di cronaca, di un pensionato (uscito fuori di testa) che ha sparato a caso contro la prima persona che ha incontrato: un ambulante di nazionalità africana. Il poveretto è deceduto.

Il brutto episodio, come una scintilla, ha fatto scoppiare all’improvviso una rivolta etnica al centro di Firenze, con spedizione punitiva di una folta massa di africani che hanno devastato il centro di Firenze seminando il panico fra i fiorentini ed i turisti.

Leggi tutto…

La reputazione di criminalità dei nigeriani li ha resi sgraditi nei paesi europei, afferma il presidente del paese, non hanno per nulla  torto.
Muhammadu Buhari, presidente della Nigeria, dichiara al Telegraph che troppi nigeriani sono in carcere all’estero e che questi migranti  non dovrebbero cercare di chiedere asilo, non scappano da alcuna guerra.

Il presidente della Nigeria ha avvertito i suoi concittadini di smettere di cercare di fare richieste di asilo in Gran Bretagna o in Italia, dicendo che la loro reputazione di criminalità ha reso difficile per loro essere “accettati” all’estero.

Leggi tutto…

di  A. TERRENZIO

Come ormai tutti sappiamo, la citta’ di Macerata, in questi giorni, e’ stata travolta da due tragici eventi che l’hanno portata all’attenzione della cronaca nazionale.
Un giovane con probabili problemi psichici ha fatto fuoco nella giornata di sabato scorso su migranti africani ferendone una decina.
Il gesto e’ arrivato dopo l’omicidio raccapricciante di una giovane diciottenne da parte di un nigeriano che dopo probabili abusi sessuali l’avrebbe fatta a pezzi. I resti del corpo straziato della ragazza, sarebbero stati riposti in due valigie e ritrovati dalla polizia, alle porte della citta’.

Leggi tutto…

Un alto funzionario dell’Ufficio di Immigrazione della Libia ha informato questo martedì che gli Emirati Arabi Uniti (EAU) sostengono e finanziano il traffico umano di migranti dall’Africa verso l’Europa per utilizzare queste persone come strumento di pressione contro i paesi europei a proprio beneficio.

Senza entrare in dettagli il funzionario ha riferito che “gli Emirati Arabi Uniti non hanno una stretta relazione diretta con i commercianti e trafficanti ma offrono soltanto appoggio finanziario al traffico umano per motivi politici”.

Leggi tutto…