Il recente annuncio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump che gli Stati Uniti riconosceranno la sovranità di Israele sulle alture del Golan richiama ancora una volta l'attenzione sui doppi standard applicati dalla NATO e dai suoi satrapi, tra cui l'Australia, ai problemi dell'integrità territoriale,...

WASHINGTON DC, Stati Uniti - Il riavvicinamento della Russia alla Cina minaccia l'egemonia globale degli Stati Uniti e potrebbe sminuire il potenziale scientifico e tecnologico di Washington, secondo l'osservatore del professor Bloonsberg e Johns Hopkins University, Hal Brands, che ha fatto affidamento sulle conclusioni...

Uno dei più importanti paesi emergenti , l'India, il primo paese per popolazione in Asia (dopo la Cina) ha ribadito che non considererà valido l'embargo decretato da Washington contro l'Iran ed anzi prevede di incrementare i suoi acquisti di petrolio e la sua cooperazione economica con Teheran. Tanto meno l'India accetterà le intimidazioni e le minacce di sanzioni proferite da Washington circa gli acquisti di armi sofisticate dalla Russia. Mentre gli Stati Uniti si preparano a imporre sanzioni petrolifere contro l'Iran, a Nuova Delhi sono in aumento le indicazioni secondo cui il secondo maggior cliente del petrolio iraniano non taglierà  i suoi acquisti da Teheran ma anzi è destinato ad incrementarli.

La Corte internazionale di giustizia (ICJ) ha ordinato agli Stati Uniti di revocare le sanzioni contro l'Iran che sono collegate ai beni umanitari e all'aviazione civile. Secondo L'Aia, le misure adottate dagli Stati Uniti potrebbero mettere a rischio la sicurezza dell'aviazione civile in Iran e la vita dei suoi utenti. Queste sanzioni impediscono alle compagnie aeree iraniane "dall'acquisizione di pezzi di ricambio" e attrezzature, e impediscono l'accesso a "manutenzione, servizi di riparazione e ispezioni relative alla sicurezza" che sono necessari per gli aerei civili, afferma la nota .

La Russia torna ad avvisare della fornitura di armi  al gruppo terrorista dell'ISIS in Afghanistan per mezzo di elicotteri non identificati. "Dobbiamo fare un nuovo richiamo all'attenzione internazionale riguardo al fatto che elicotteri non identificati nel nord dell'Afghanistan hanno fornito armi e munizioni ai miliziani dell'ISIS ed ai combattenti talibani che operano con l'ISIS", lo ha segnalato giovedì la portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zajarova. Nel corso di una conferenza stampa  a Mosca, la portavoce russa ha riferito che detti voli sono stati effettuati  nell provincia settentrionale di Sari Pul, ed ha messo in questione il silenzio della NATO, che ha il controllo dello spazio aereo, su tale episodio.

di Alberto Negri - C’è un doppio standard nell’Alleanza Atlantica e abbiamo paura a dirlo: la cancelliera Merkel può raddoppiare il Nordstream 2, la pipeline del gas con la Russia, mentre il Southstream con Mosca dell’Eni-Saipem fu fatto saltare dalle sanzioni per la crisi Ucraina e l’annessione della Crimea nel 2014. I senatori italiani come i cani di Pavlov: è scattato immediato l’applauso dell’aula appena il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha pronunciato la formula rituale della consunta repubblica del Belpaese: “La convinta appartenenza all’Alleanza Atlantica, con gli Stati Uniti d’America quale alleato privilegiato”. Da buon cerchiobottista, per tranquillizzare lo scalpitante Salvini, ha strappato un altro applauso quando ha annunciato che l’Italia promuoverà “una revisione del sistema delle sanzioni alla Russia”. Tanto sappiamo perfettamente che mentre il pilastro Nato non si scalfisce, per rimuovere le sanzioni europee a Mosca ci vuole ben altro che l’iniziativa italiana.

di  Tony Cartalucci Parlare sulla mossa del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di nominare John Bolton come il suo nuovo consigliere per la sicurezza nazionale, sembra che questi si è concentrato sul ruolo di Bolton nel promuovere l'invasione irachena del 2003 guidata dall'Iraq e il profondo contrasto che il suo incarico indica alla luce delle promesse elettorali del presidente Trump di prosciugare la palude." Tuttavia, l'incarico di Bolton porta con sé maggiori implicazioni sia per coloro che apparentemente lo criticano sia per coloro che cercano di promuoverlo. Bolton ha - per anni - esercitato pressioni per un'organizzazione terroristica colpevole di rapimento e uccisione sia di membri del servizio degli Stati Uniti che di appaltatori civili statunitensi, insieme a un numero incalcolabile di civili e politici iraniani in una campagna di terrore che si è protratta per diversi decenni e continua oggi.