Immigrazione di massa come “arma letale del mondialismo”- n.2

di Luciano Lago

Nel Maggio del 2014, su questo stesso sito scrivevamo: Immigrazione di massa come “arma letale” del mondialismo
Nell’articolo seguivano alcuni argomenti : “…..Di fronte agli avvenimenti che incalzano ed a quanto accade sulle coste italiane (sbarchi in massa, naufragi, celebrazioni di rito) non bisogna lasciarsi fuorviare dalla massiccia propaganda strumentale dei media e di coloro che prendono a pretesto ogni tragico avvenimento per imporre lo schema “buonista” dell’accoglienza a tutti i costi.
Occorre abituarsi a considerare le questioni per come sono nella loro essenza e non per come vogliono farcele apparire: l’immigrazione di massa non è un fenomeno spontaneo ma piuttosto un fenomeno provocato e come tale costituisce una delle armi più formidabili di cui dispongono i “mondialisti” (coloro che operano per l’affermazione di un nuovo ordine mondiale) per imporre l’annientamento delle identità delle Nazioni.

Codesta costituisce una delle branche di quel mostro che si chiama grande finanza sovranazionale e che dispone di questo e di altri strumenti possenti per imporre un processo di trasformazione delle Nazioni destinato a realizzare in prospettiva il “nuovo ordine mondiale” (NWO), supremo obiettivo agognato dalle “elites” finanziarie mondiali.

Si prefigura ormai quale sarà la battaglia decisiva delle Nazioni europee per la loro sopravvivenza in questo secolo: difendere e preservare la propria identità nazionale, culturale ed etnica o lasciarsi sommergere nel cosmopolitismo e lasciar imporre lo schema della società multiculturale, globalizzata ed uniformata al mercato unico, con i suoi effetti sicuri di decadenza economica, culturale e di perdita di sovranità ed autonomia nazionale a favore di istituzioni dominate dalla finanza, obiettivo questo conclamato delle forze mondialiste e delle centrali finanziarie sovranazionali”.

L’articolo del maggio 2014 è reperibile presso il sito https://www.agerecontra.it/2014/05/immigrazione-di-massa-come-arma-letale-del-mondialismo/
Sono argomenti attualissimi ancora di più oggi, dopo quasi dieci anni, visto che il fenomeno si è allargato ed è divenuto ancora più dramamtico ed epocale. Non per caso la suprema direttrice della politica europea, la baronessa Ursula von der Leyem, si è recata a Lampedusa due giorni fa, affiancata dalla sua fedete collaboratrice, Giorgi Meloni, per controllare di persona che tutto proceda come preventivato dalle autorità europee, quelle che dirigono ed incentivano il fenomeno migratorio.
Scrivevamo allora: “L’immigrazione di massa viene ormai considerata un “fatto ineluttabile”, un fenomeno che non si può fermare, come se le cause vere di questa non siano da ricercare proprio nella destabilizzazione di interi paesi dell’Africa e del Medio Oriente voluta ed attuata dalle centrali di potere che fanno capo agli USA ed alla Francia, ad Israele ed alla Gran Bretagna, le grandi potenze che hanno inaugurato la corsa ad impadronirsi delle risorse dell’Africa in antagonismo con la Cina , nuova potenza emergente sul piano mondiale”.
Allora come oggi la constatazione è attualissima e la situazione è anche molto peggiorata poichè le organizzazioni criminali che dirigono il traffico dei migranti e che lo incentivano si sono dotate di strumenti tecnologici e utilizzano le chat e internet per incentivare le partenze e crearsi sempre più clienti in Nord Africa e in Africa occidentale.

E’ cosa risaputa che queste organizzazioni lanciano una pubblicità massiccia che arriva nei paesi e nelle città africane per offrire i propri servizi di trasferimento sui barconi verso l’Italia dove tutti comunque vengono accolti alla meno peggio, rifocillati ed mantenuti per un buon periodo. Questa gente che arriva costituirà la mano manodopera a disposizione di chi la utilizzerà nei prossimi mesi ed anni, in particolare le mafie e le imprese senza scrupoli e contribuità all’abbassamento del costo del lavoro in Italia e nei paesi dove si riverseranno i migranti. E’ già accaduto e continuerà ad accadere, il governo (qualunque sia il colore politico) è agli ordini della von der Leyen e questo ne garantisce la durata in carica.
Le organizzazioni criminali che gestiscono il traffico, in questi anni, sono diventate sempre più potenti ed investono i proventi di tale traffico in armi e droga e sono parte attiva nei conflitti che in questo momento stanno attraversando l’Africa. Ci sono milizie armate che sono collegate ai trafficanti ma l’Europa ed i governi fanno finta di non vedere, salvo pronunciare discorsi di facciata sull’acoglienza, l’integrazione, ecc..

Meloni von der Leyen a Lampedusa

Le mafie sono poi molto attive nel reclutare in nuovi adepti e la manodopera per i loro affari. La UE finanzia i progetti di cooperazione in molti di questi paesi ed i soldi sono in buona parte spartiti fra i governi e queste organizzazioni, motivo per cui tutto è collegato e niente avviene per caso. L’opinione pubblica è del tutto inconsapevole di quello che c’è dietro l’immigrazione di massa e, in parte, avverte il pericolo dell’incremento della delinquenza e del degrado, ma viene tacitata e tranquillizata dalla narrazione dei media, del governo e del Vaticano che concorrono nel travisare il fenomeno e descriverlo come “imelluttabile, epocale, impossibile da fermare”.
Non è difficile prevedere quali saranno le conseguenze di questa ondata migratoria a l’impatto sociale che avrà sull’equilibrio sociale, sul conto economico dello Stato, sui servizi sociali, sull’ambiente delle città italiane e tanti altri effetti.
Si poteva prevedere dieci o quindici anni prima, quando fu destabilizzata la Libia con l’intervento militare della NATO, così come quando fu lanciata la guerra per destabilizzare la Siria (sempre da USA e Nato), o nel periodo degli interventi in Somalia o quando le multinazionali saccheggiavano i paesi dell’Africa per sfruttarne le risorse senza tenere conto delle condizioni di arretratezza delle popolazioni locali. Nella fase attuale della guerra in Ucraina e delle sanzioni alla Russia e ad altri paesi, con i prezzi degli alimenti base alle stelle e la fame che avanza in Africa, per l’inerzia dell’Europa, possiamo considerare che il fenomeno è destinato ad aggravarsi e di molto.


9 commenti su “Immigrazione di massa come “arma letale del mondialismo”- n.2

  1. Articolo centratissimo, se mi consente aggiungo che coloro che hanno girato la faccia dall’altra parte stanno gia’ avendo e, ancor di piu’ nel futuro prossimo, avranno amarissime sorprese quando intere zone del territorio italiano passeranno, di fatto, sotto il controllo della criminalita’. Gia’ succede abbondantemente in Francia ed altri paesi Europei. Sotto la furia migratoria, lo Stato non avra’ la forza di tenere militarmente il territorio e si ritirera’. Questa volta non sara’ per tolleranza, come per il passato , ma per incapacita’.

  2. sono d’accordo sugli effetti deleteri di un’immigrazione massiccia e sostanzialmente incontrollata. Trovo ragionevole pensare che non sia fatto spontaneo visto che non si è verificato in situazioni molto gravi precedenti che l’Africa ha dovuto subire. Due considerazioni: anzitutto perché preferire l’Italia quando la Spagna sarebbe altrettanto vicina? Siamo troppo notamente ribelli, ci vogliono mitigare? E poi, la ineluttabile perdita della coscienza di comune identità culturale e di patrimonio storico renderà certamente meno probabili le aggregazioni spontanee dei cittadini inducendoli a preferire scelte etero pilotate. Aniamo verso una società di masse più malleabili.

  3. Ottima analisi, ma forse per capire meglio e’ necessario essere piu’ specifici.Molta gente quando sente parlare genericamente di ” mondialismo” potrebbe non inquadrare la realta’ dei personaggi al comando.
    Una potente Elite (formata in gran parte da ebrei askenaziti) ha il controllo della Finanza internazionale tramite la City di Londra e Wall Street Usa.Attraverso questo controllo ha assunto da un paio di secoli un Potere spropositato infiltrandosi nei gangli delle maggiori nazioni anche attraverso la massoneria internazionale a guida ebraica , come il Bnai Brt( ….riservato ai soli ebrei…quando si parla di supremazia razziale … ). I tentacoli di questa piovra hanno, in gran parte ,assunto in Occidente il comando del commercio internazionale, delle multinazionali, di Big Pharma e industrie militari e del Deep State Usa, dei Multimiliardari potentissimi Fondi investimento ( Vanguard,Block Rock alla quale viene affidata la ricostruzione dell’Ucraina..)le Agenzie di Rating in grado di far crollare i governi nazionali….i Media dai giornali, alle Tv, Industria cinematografica….etc..
    L’ immigrazione illegale si inserisce in questo quadro di distruzione delle identita’ nazionali;dei valori culturali e religiosi e della appartenenza da ” sciogliere ” in un meticciato di persone impoverite e private della propria dignita’ e soggete alle direttive persino nella stessa liberta’ di pensiero ed espressione.
    Il Piano Kalergi avanza con dichiarato vanto di personaggi come Soros, Levine, del Bnai Brt ( che ha conferito l’ onoreficejnza del Premio Kalergi a Frau Merkel….anche lei….fatalita’ ebrea )
    Basta con le strumentali accuse di ” antisemitismo” …parliamo di una Elite e ” Contro i Fatti Non valgono gli Argomenti ” !
    E’ vero o non e’ vero ?
    Come e’ possibile che una minuscola minoranza ( circa 45.000 persone su circa 60 Milioni di Italani) possa esprimere una ” potenza di fuoco” nel campo dei Media per formare,indirizzare , ” costringere ” ( anche con denunce e persecuzioni personali ) le Opinioni e le decisione non solo dei comuni cittadini ma anche degli apparati istituzionali e politici ( almeno in parte..)
    Qualche idea ?!….Repubblica, De Benedetti, Molinari, la Stampa, Furio Colombo, Natalia Aspesi,Il Corriere della Sera, Elkann, Gad Lerner, Augias, Parenzo, Saviano……etc
    Un mondo multipolare potra’ aiutare a qualche miglioramentoed evitare quella progressiva distruzione che la puntuale analisi sopracita analisi descrive….ma intanto cominciamo almeno ad ” inquadrare” gli aspetti salienti e le forze in campo che vogliono smembrarci
    Non trascurare poi le ripercussioni degli insegnamenti di taluni rabbini inseriti negli scritti sacri ebraici del Talmud e Mishna…che inneggiano ad una naturale supremazi razziale del popolo ebraico sugli altri ( Goym) destinati a servirli e cedere le proprie ricchezze per la ” dovuta” felicita’ del popolo ebraico….. Certamente non tutti la pensano cosi…..Ma questo substrato ….esiste o Non esiste ?!
    Niente risolini di saccente ” sufficienza” Informarsi ed agire !

  4. La sinistra italiana è parte attiva di questa ideologia mondiali sta che è contro di fatto i popoli poiché ne abbatte i diritti per cui bisognerà considerare la natura in modo più specifico.

  5. La gente affamata scappa dalla propria terra in cerca di un posto migliore dove stare , in Africa si sta di merda , guerre , desertificazione , la fame ( quella vera …) … è normale che la gente cerca di venire qui , dove per quanto non ci sia troppo benserre , ma quantomeno L acqua si beve gratis dalle fontane nei parchi … lo abbiamo fatto noi italiani , siamo andati a portare la nostra merda in tutto il mondo , lo abbiamo visto succedere 50 anni fa qui in Italia , i terroni che venivano al nord per lavarsi col sapone e per lavorare nelle fabbriche di merda sottopagati… e’ un ciclo inarrestabile , L essere umano è il cancro del pianeta , e si moltiplica come una metastasi ….

    1. Se l’essere umano è il cancro del pianeta, allora qualcuno deve arrogarsi il diritto di stabilire chi deve vivere e chi no ! Magari Soros, Gates, Schwab, Borrell, Stoltenberg, OMS, FMI, PFIZER, le multinazionali anglo americane, Cia, Mi6, Mossad … come no !

  6. Chi non lo conosce si informi, il Piano Kalergi nato negli anni venti è diventato realtà. Kalergi auspicava la trasformazione dei popoli europei in un meticciato ignorante senza identità guidato da un’elite giudaica ashkenazita. Come la filosofia di Marx è diventata il comunismo sanguinario di Stalin, Mao,ecc., il Piano Kalergi è diventato il globalismo mondialista attuale che oltretutto assume sempre più il carattere di una dittatura orwelliana.

  7. Ecco le efficacissime misure del governo per “contrastare” l’immigrazione:
    1 – Raddoppiare il numero dei “centri di accoglienza”
    2 – Portare da 12 a 18 mesi il periodo di “accoglienza” prima dell’eventuale rimpatrio o ricollocamento”
    3 – Il clandestino che vorrà evitare di trascorrere i 18 mesi nei “centri” pagherà una cauzione di 5.000 €
    Cara REDAZIONE e cari amici del sito, non c’è bisogno di spremerci le meningi per contestare questi deliranti provvedimenti … si commentano da soli !

  8. Non a caso i paesi citati oltre ad Israele sono quelli con le più grandi comunità ebraiche, ancorchè estremamente anziane e/o diluite, mettendoci pure il Canada, la Germania e l’Argentina, paese perennemente vittima della speculazione giudaica, dove durante il regime militare della fine degli anni Settanta Kissinger si aggirava tra i vari siti di tortura osservan.
    do soddisfatto i giovani goym cristiani, ma c’erano anche dei siriani, molto presenti in Argentina, che venivano uccisi lentamente.
    Pare che pure Bergoglio, che aveva denunciato dei suoi confratelli, sia stato complice.
    Così come oggi uccidono i palestinesi tutti i giorni e riempiono l’Europa di possibili miliziani nemici di un continente invecchiato e disarmato, allora con la scusa della lotta al comunismo soddisfacevano la loro sete di sangue, come la soddisfecero nei primi anni Venti fucilando in massa in Russia popi, nobili, ufficiali, borghesi.
    Questo piccolo popolo in via di estinzione, severamente punito in passato in Europa per i suoi infiniti crimini, sta cercando prima di sparire di fare più danni che può.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM