di Charles Hugh Smith Questo esaurimento del modello neocoloniale-neofeudale era inevitabile e, di conseguenza, anche il declino e la caduta del progetto di integrazione / sfruttamento europeo. Che una moneta unica, l’euro, avrebbe frammentato anziché unire l’Europa, fu compreso molto prima dell’introduzione dell’euro come moneta
Il 19 e 20 gennaio 2019 festeggiamo il primo anno di vita de “IL PENSIERO FORTE” all’hotel Corallo di Montecatini Terme. Con noi, oltre i principali collaboratori, anche illustri ospiti: da Silvana De Mari a Diego Fusaro, da Paolo Borgognone a Maurizio Blondet, da Ouday
di Finian Cunningham Questa volta le dichiarazioni dell’ambasciatore americano a Berlino potrebbero essere andate troppo lontano per essere ignorate. Il governo tedesco ha denunciato come una “provocazione” delle lettere che l’inviato americano ha inviato alle società tedesche coinvolte nel progetto Nord Stream 2, avvertendole di
CRIMEA, Russia – Senza il permesso della Russia, il passaggio delle navi della NATO attraverso lo Stretto di Kerch al Mare di Azov è escluso, lo dicono le autorità della Crimea. Tale affermazione è stata fatta dal Vice Primo Ministro del governo regionale della Crimea,
di Luciano Lago La notizia portata alla luce pochi giorni fa, di una precisa richiesta al Pentagono da parte del consigliere alla sicurezza di Trump, John Bolton, di presentare possibili opzioni di bombardamenti sull’Iran, confermata da vari funzionari del Dipartimento di Stato, ha determinato serie
di Fulvio Scaglione Ma che sciocchi a non averci pensato, era così evidente! In Francia c’è un po’ di confusione, i gilet gialli danno l’assalto all’Eliseo e nei ritagli di tempo abbattono i portoni dei ministeri perché glielo dicono i russi. La capacità europea di
di Waldemar Locksmith “I soldati, così come i politici, non capiscono cosa sta succedendo nel paese”: il deputato della Rada ha spiegato il rifiuto della compagnia delle forze armate ucraine a combattere in Transcarpazia. Non tutti i soldati ucraini, così come i politici, capiscono cosa
GLI USA RIMARRANNO INDEFINITAMENTE di Luciano Lago Come era facile prevedere, l’annuncio del presidente Trump del ritiro delle forze statunitensi era soltanto una mossa propagandistica ad uso interno, oltre al tentativo di distrarre dal cambio di strategia di Washington in Siria. Si viene a sapere
di Mario Bozzi Sentieri – Un giorno, un vecchio comunista, di quelli di una volta, formatosi politicamente, durante i primi Anni Sessanta del ‘900, a Mosca, presso la scuola politica del PCUS e poi diventato, in Italia, uomo d’apparato e buon assessore provinciale del PCI,
“Questo è lo scenario peggiore”: il comandante in capo delle forze armate della Lituania è sicuro che la guerra tra Russia e Ucraina colpirebbe fortemente l’Europa Il comandante in capo delle forze armate lituane, Jonas Vytautas Jukas, ha descritto il conflitto tra Russia e Ucraina.
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Acconsento al trattamento dei dati personali per la finalità della sola ricezione della newsletter. Privacy

SITI CONSIGLIATI