Ritiri di massa da Bakhmut.. e la Russia neutralizza più di 800 ucraini in 24 ore


Le forze russe continuano a premere in direzione di Bakhmut dopo essersi avvicinate al suo completo accerchiamento con massicci ritiri nelle file delle forze ucraine, e la difesa ucraina annuncia che Kiev ha subito pesanti perdite umane sui fronti dei combattimenti in corso nelle ultime 24 ore .
La difesa russa ha annunciato la neutralizzazione di oltre 800 militari ucraini e l’abbattimento di 3 elicotteri Mi-8 dell’aeronautica militare ucraina, oltre alla distruzione di 11 veicoli aerei senza pilota, in un giorno in diverse aree del fronte con Kiev.

E il ministero della Difesa russo ha affermato, in una dichiarazione di oggi, sabato, che “gli aerei da combattimento delle forze aerospaziali russe hanno abbattuto due elicotteri” Mi-8 “dell’aeronautica militare ucraina nelle regioni di Suvorovo, nella Repubblica popolare di Donetsk, e un terzo elicottero è stato abbattuto nell’area dell’insediamento di Novoselevka nella regione di Zaporozhye. .

Ha spiegato che “11 veicoli aerei senza pilota ucraini sono stati distrutti in diverse regioni”.

Soldati ucraini sono uccisi e feriti 880
Il ministero della Difesa russo ha anche annunciato “l’uccisione e il ferimento di 880 soldati ucraini”, come totale delle perdite delle forze ucraine durante le battaglie sui fronti del Donbass e del sud.

Luhansk
Mosca ha indicato che in direzione di Krasny-Lyman, a nord del Donbass, attacchi aerei russi e fuoco di artiglieria hanno colpito gruppi di forze ucraine, e le perdite del nemico ammontavano a 150 soldati ucraini.

Ha inoltre confermato che “in direzione di Kobyansk, 90 soldati ucraini sono stati uccisi e un carro armato e 6 veicoli sono stati distrutti in questa direzione durante i combattimenti in corso”.
Donetsk e Zaporizhia
E la difesa russa ha affermato che “in direzione di Donetsk, e durante le continue operazioni attive delle unità del Gruppo di forze meridionale” Yuzhny “, fino a 490 militari ucraini sono stati uccisi e feriti in un giorno”.

Ha anche rivelato che “nelle direzioni a sud di Donetsk e Zaporizhia, l’aviazione operativa e tattica e l’artiglieria del Gruppo Est “Vostok” hanno inflitto pesanti perdite alle unità delle Forze Armate dell’Ucraina nelle aree degli insediamenti di Vodiane, Volidar e Novopol e le perdite umane del nemico durante il giorno in queste aree ammontavano a 80 soldati ucraini.

In direzione di Kherson a sud, ha confermato la difesa russa, “70 soldati ucraini sono stati uccisi e 20 veicoli sono stati distrutti, oltre all’obice M-777 di fabbricazione americana”.

Ampio ritiro delle forze ucraine da Artemovsk (Bakhmut)
In un contesto correlato, l’American Institute for the Study of War ha annunciato che la leadership militare e politica in Ucraina sta preparando le condizioni per un ritiro completo e ordinato da Artemovsk (Bakhmut) nel Donbass centrale, che ha assistito per mesi a feroci battaglie tra avanzata dei russi e forze ucraine.
L’American Institute ha rivelato che gli ucraini “hanno fatto saltare in aria due ponti principali nella parte orientale della città, e all’uscita dell’autostrada Artimovsk-Chasov Yar”, e ha aggiunto che “è possibile che la distruzione preventiva dei ponti indichi che le forze ucraine potrebbero tentare di ostacolare il movimento russo a est di Bakhmut e restringere le vie di movimento.” Potenziale russo da Bakhmut a ovest”.

Allo stesso modo, diversi resoconti russi che seguono la situazione sul campo a Bakhmut hanno affermato che “si sta già assistendo a un massiccio ritiro dei combattenti di Kiev, come evidenziato dalle esplosioni che hanno colpito le infrastrutture vitali della città, e dichiarazioni di giornalisti e blogger che erano a Bakhmut e si sono ritirati .”

Il ministro della Difesa Shoigu ispeziona il fronte

Oggi, il ministero della Difesa russo ha annunciato che il ministro della Difesa Sergei Shoigu “ha visitato l’area delle operazioni militari speciali in Ucraina e ha visitato il gruppo di forze East-Vostok”, ispezionando i punti di osservazione avanzati di una delle sue formazioni nel direzione sud di Donetsk

Shoigu al posto di comando ha anche ascoltato un rapporto del comandante del gruppo, il colonnello Rustam Muradov, e degli ufficiali di stato maggiore sulla situazione attuale e sul lavoro delle truppe” e ha fatto un giro in elicottero nell’area.

Fonte: Al-Mayadeen Net + agenzie

Nota: L’ostinazione del capataz ucraino Zelensky, nel richiedere alle sue truppe di mantenere a tutti i costi le posizioni a Bakhmut (Artemyvsk) ed in altre posizioni, per compiacere i suoi patron di Washington, sta producendo enormi perdite umane fra i ranghi dell’esercito ucraino. Da notare che sul fronte di Bakhmut sono stati inviati militari anziani o giovanissimi (16/17 anni) recentemente arruolati, vista la mancanza di mano d’opera in Ucraina. Questa è una ulteriore prova dell’indole criminale della marionetta Zelensky che sta mandando al macello la sua gente per ottenere ancora “pacchetti” di finanziamenti e di armi dai suoi tutori americani. Presto dovrà rispondere dei suoi crimini davanti al suo popolo.

Traduzione: Fadi Haddad

Nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM