La Francia deve disobbedire alla corte Europea inquinata da Soros. Marine Le Pen

Un nuovo rapporto di un avvocato francese afferma che un giudice su cinque che ha partecipato alla Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) nell’ultimo decennio aveva legami con una rete di organizzazioni di giustizia sociale guidate da George Soros.

Marine Le Pen, leader del partito di Rassemblement National di destra in Francia, ha chiesto a Emmanuel Macron di smettere di seguire le decisioni della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU).

“Di fronte a queste rivelazioni estremamente serie, [Emmanuel Macron] non può più tacere”, ha twittato mercoledì Le Pen, chiedendo alla Corte di Cassazione e al Consiglio di Stato della Francia (un’agenzia che fornisce consulenza al governo in materia legale) che Non prestare più attenzione alle decisioni della CEDU.

“Uno stato libero deve agire contro queste manipolazioni antidemocratiche!” ha aggiunto la Le Pen.

Il suo commento è arrivato in risposta a una relazione dell’avvocato francese Grégor Puppinck, che fa parte del comitato di esperti sulla riforma della CEDU e dirige il Centro europeo di giustizia e giustizia .

Conflitti di interessi non divulgati?
Afferma che almeno 22 dei 100 giudici che avevano prestato servizio nella CEDU tra gennaio 2009 e ottobre 2019 avevano “legami forti” con una delle sette ONG legate a George Soros prima della sua nomina in tribunale, con ruoli diversi dalle «responsabilità ufficiali« alla partecipazione significativa »alle attività di queste organizzazioni.

Inoltre, si dice che 18 dei 22 giudici abbiano gestito casi relativi alla ONG con cui erano stati coinvolti, cosa che potrebbe equivalere a un conflitto di interessi.

Secondo Puppinck, queste ONG sono il Centro AIRE (Consiglio sui diritti individuali in Europa), Amnesty International, la Commissione internazionale dei giuristi, i Comitati per i diritti umani di Helsinki, Human Rights Watch, Interights (Centro internazionale per la protezione giudiziaria di Diritti umani). ) e “vari rami” delle stesse Open Society Foundations.

Ha affermato di aver ottenuto la maggior parte delle informazioni su questi collegamenti dai CV di futuri giudici pubblicati online dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (PACE).

La PACE (Consiglio Europeo) elegge i giudici della CEDU dalle liste di tre candidati proposte da ciascuno Stato membro per la Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Questi giudici ascoltano i casi come individui e non rappresentano il loro stato, il che significa che i candidati alla posizione generalmente provengono da ONG e organizzazioni internazionali perché hanno maggiori probabilità di essere imparziali.

Tuttavia, il rapporto rileva che questa pratica è “aggravata dall’importanza della presenza e dell’influenza di alcune ONG in” piccoli “paesi” come l’Albania, dove Open Society Foundations ha speso $ 131 milioni dal 1992 e dove due dei Tre candidati per una posizione CEDU nel 2018.

Le ONG possono anche intervenire alle audizioni della CEDU come terzi, ma Puppinck ha scritto che manca anche la trasparenza circa l’entità della loro effettiva partecipazione in tribunale.

Qual è stata la reazione in Francia?
Il rapporto è stato raccolto dalla rivista conservatrice francese Valeurs Actuelles, che ha affermato che i 22 giudici in questione avevano permesso a George Soros di “infiltrarsi efficacemente” nella corte e influenzare le sue decisioni.

Moscovici con Soros

La rivista citava decisioni a favore dell’adozione del secondo padre dello stesso sesso in Austria e Grecia; Transessuali francesi da uomo a donna che hanno protestato contro l’intervento di sterilizzazione per riconoscere il loro nuovo genere; Attivisti russi che si sono scatenati una “preghiera punk” in una chiesa ortodossa russa; la revisione delle condanne all’ergastolo in Ungheria e l’applicazione della legge della Sharia in Grecia per risolvere le controversie sull’eredità tra i musulmani.

Jerome Riviere, membro del National Rassemblement e leader della fazione francese nel blocco euroscettico Identità e democrazia nel Parlamento europeo, ha dichiarato a Valeurs Actuelles che non è stato “sorpreso” dal rapporto perché George Soros “mira a distruggere le nazioni e, in termini più generali, tutte le strutture che sono alla base della nostra civiltà: famiglia, patria, autorità, amore per la storia stessa “.
“Il semplice fatto che una Corte di giustizia europea possa condannare le nazioni è uno scandalo antidemocratico”, ha affermato. «I giudici non eletti assumono il potere di valutare e interpretare, senza restrizioni, un testo che porta alla creazione della legge, quando la loro funzione è semplicemente quella di dire quale sia la legge».

Nicolas Bay, segretario generale del National Rally e vicepresidente di Identity and Democracy, ha affermato che la Francia deve “uscire” dalla corte.

“Guidato da George Soros e dalla sua agenda per imporre una” società aperta “, la CEDU è diventata l’incarnazione del governo dei giudici contro la volontà del popolo“, ha affermato. “Alla luce di queste rivelazioni condannative, è più che mai necessario uscirne.”
Philippe de Villiers, ex deputato francese del Movimento euroscettico per la Francia, ha affermato che “la capacità di Soros di penetrare negli organismi europei è dovuta al fatto che sono interessi privati ​​globalizzati che governano l’Europa”.

Open Society Foundations è, quindi, più potente di un paese come la Francia. George Soros è molto più potente di Emmanuel Macron “, ha detto. «Inoltre, il soprannome che gli è stato dato a Bruxelles parla da solo:» il burattinaio «

La CEDU e le Open Society Foundations non hanno ancora commentato.

Fonte: Sputnik International

Traduzione: Luciano Lago

13 Commenti

  • atlas
    21 Febbraio 2020

    tutto sbagliato/tutto giusto, se non che a me il termine democrazia fa vomitare. Ora lo usa anche la Le Pen ? Oh Sant’Iddio

  • Kaius
    21 Febbraio 2020

    Qui bisognerebbe bruciare ogni cosa che abbia a che fare con la sinistra mondialista,altro che “disobbedire”.
    E nulla,la resistenza de e partire da persone con raziocinio e col coraggio di sporcarsi le mani.

    • atlas
      21 Febbraio 2020

      I GIUDEI COMANDANO QUASI TUTTO E LA RELIGIONE CATTOLICA E’ DIVENTATA SOLO UNA LORO LEVA PER PORGERE L’ALTRA CHIAPPA

    • atlas
      21 Febbraio 2020

      e anche questi…persone sinistre come ce ne sono tante, tantissime, hanno inquinato tutto, tutti gli ambiti, meglio una guerra nucleare

      questo post ti potrà interessare, anche se a volte ti leggo troppo fissato solo su un’argomento

      Notizie dalla distopia LGBT

      Roma, 20 feb – “La Confederazione generale italiana del lavoro è un’associazione di rappresentanza dei lavoratori e del lavoro” e “svolge un importante ruolo di protezione del lavoro da un’azione del mercato incondizionato e illimitato”. Così si presenta la Cgil sul proprio sito ufficiale, ricordando a tutti il ruolo che svolge (o almeno che dovrebbe svolgere) “la più antica organizzazione sindacale italiana”. Gran bei propositi, peccato che sempre meno lavoratori confidino nei sindacati confederali, non riponendo più tutta questa fiducia nei loro confronti. E’ superfluo elencare adesso le scelte scellerate che negli ultimi anni hanno caratterizzato Cgil, Cisl e Uil. Al contrario è sintomatico notare come certi temi, che di per sé ben poco hanno a che vedere con il lavoro, stiano particolarmente a cuore al sindacalismo italiano di sinistra.

      Lo sportello Lgbt dell Fiom Cgil
      Prova ne è l’apertura di uno sportello per persone Lgbt, voluto e inaugurato dalla Fiom Cgil ad Agrate Brianza. Si chiama “Diritti al Punto” ed è stato aperto alla StMicroelectronics, il gigante italo-francese dei microchip in cui lavorano quasi 5mila persone. Come riportato da Il Giorno, si tratta del primo servizio di assistenza e consulenza in un’azienda italiana rivolto direttamente a lesbiche, gay, bisessuali e transgender sorto “senza pregiudizi e per valorizzare le diversità”. Interessante, ma perché un sindacato che dovrebbe occuparsi semplicemente di lavoro, a prescindere dall’orientamento sessuale dei lavoratori, apre uno sportello di questo tipo?

      Cosa c’entra con il lavoro?
      “Mettiamo a disposizione delle lavoratrici e dei lavoratori di questa importantissima realtà industriale uno spazio di primo ascolto e di sostegno su qualsiasi tematica in ambito Lgbt in modo riservato e gratuito. Sarà uno strumento per contrastare qualsiasi tipo di discriminazione”, ha dichiarato Pietro Occhiuto, segretario generale della Fiom Brianza. Insomma un tempo il sindacato lottava per far ottenere condizioni lavorative migliori agli operai, oggi si occupa di tematiche sessuali e di ipotetiche discriminazioni. Secondo Occhiuto “sono fortissime all’interno della società le discriminazioni che impediscono a quelle rivendicazioni di tradursi in diritti effettivamente esigibili. Lo Sportello vuole essere un passo avanti verso il riconoscimento e l’inclusione delle diversità e dei diritti”. Ma in tutto questo, all’interno dell’azienda in questione vi sono dipendenti sfruttati, discriminati o derisi perché non sono eterosessuali? Oppure si tratta semplicemente di un’operazione politicamente corretta? Ai posteri l’ardua sentenza.

      Alessandro Della Guglia

      • Kaius
        22 Febbraio 2020

        Semplicemente non riesco a capire come possano essere propagandate mostruosità contro natura senza che nessuno falliamo un bel falò di feccia disumana.
        Comunque anche l islam è sotto scacco giudaico,basta capire come la loro religione viene manipolata in occidente.

        • Kaius
          22 Febbraio 2020

          Faccia*

        • atlas
          22 Febbraio 2020

          vero, salafismo e wahhabismo sono mostruosità giudaiche e ameri cane. Ma li stiamo combattendo, ovunque, anche in Tunisia

    • atlas
      21 Febbraio 2020

      e anche tutto questo parte da Milano, la città di Berlusconi, la città che come simbolo ha il serpente e il diavolo, nel comune e nelle loro squadre di calcio

      MA PERCHE’ NEI DOCUMENTI DEV’ESSERE SCRITTO CHE SONO ITALIANO, CONTRO LA MIA VOLONTA’, CON VIOLENZA. DUE SICILIE LIBERE !

  • Mardunolbo
    21 Febbraio 2020

    Oh,oh, la candidata “destra” si è accorta di Soros…Ben venga, ma con le dichiarazioni filo-giudaiche e le distanze dai “gilet gialli” come la mettiamo ? Ricordo bene che ha defenestrato il padre perchè troppo “antisemita”. Poi lei ha perso alla grande la presidenza perchè anche lei ,come Salvini, ha pensato di ingraziarsi “i padroni” stando mite e condiscendente, ma il risultato è stato un flop ! Ogni tanto un grido tanto per dire che esiste ancora !

  • Manente
    22 Febbraio 2020

    In Francia la Le Pen denuncia pubblicamente lo scandalo che almeno 22 dei 100 giudici che avevano prestato servizio nella “Corte europea dei diritti dell’uomo” tra il 2009 ed il 2019, avevano “legami forti” con una delle sette ONG legate a George Soros con una partecipazione significativa alle attività di queste organizzazioni. Qui in Italia il GIP di Agrigento Alessandra Vella decide inspiegabilmente la scarcerazione di Carola Rakhete che, al comando della nave delle ONG Sea Watch, aveva speronato il vascello della Guardia di Finanza. Vero o falso che sia il post Facebook pubblicato da “Alessandra Vella” in cui si rallegrava per il fatto che fossero stati raggiunti 150.000 euro nella raccolta fondi a favore della Sea Watch, la singolare “indulgenza” di certa magistratura nel giudicare i reati delle ONG che trafficano in clandestini, autorizza a ritenere che Soros non sia riuscito ad inquinare soltanto la “Corte europea” quanto anche settori più o meno ampi della magistratura italiana. Non è un caso se i finti-buonisti di tutte le risme che non hanno mai nascosto la loro avversione per le Forze dell’Ordine, pur straparlando in ogni occasione di “legalità”, sono i primi a violare la Legge senza il minimo timore di pagarne le conseguenze.

    • atlas
      22 Febbraio 2020

      tutto il PD è con Soros, una disgrazia la democrazia

  • atlas
    23 Febbraio 2020

    oggi, nell’anno 2020, chi indossa divise militari e di polizia, eurogendfor, cc e ps. LO SA a chi sta difendendo e contro chi sta andando ?

Inserisci un Commento

*

code