Guardie di frontiera bielorusse hanno arrestato un gruppo combattente ucraino

placeholder

Le guardie di confine bielorusse hanno arrestato un gruppo di persone “radicali” con armi vicino al confine ucraino, ha detto a RIA Novosti il ​​portavoce del Comitato di Stato per il confine della Bielorussia Anton Bychkovsky.

“Il 28 ottobre, vicino al confine ucraino, vicino al villaggio di Zaboz’e, distretto di Yelsk, un gruppo di forze di sicurezza del distaccamento di frontiera di Mozyr ha bloccato e trattenuto un gruppo di radicali ucraini e di quattro sostenitori del movimento anarchico” mentre cercavano di infiltrarsi in Bielorussia, ha riferito Bychkovsky.

Secondo il portavoce, i detenuti sono stati trovati con armi da fuoco e con munizioni, olte a una bomba a mano da combattimento, una machine pistol automatica e cartucce, un lanciarazzi, bombolette di acciaio freddo e gas al peperoncino, uniformi militari e zaini, tende, una pala da zappatore, un’ascia, torce elettriche, laptop, ecc. tablet, localizzatori GPS, videoregistratori, fotocamere, unità flash, una scheda SIM di un operatore mobile ucraino, comunicazioni radio con auricolari nascosti.
Inoltre, gli individui avevano altre attrezzature e rifornimenti speciali, cibo, carte bancarie e denaro in varie valute, ha detto la fonte dell’agenzia.
“Attualmente, il gruppo investigativo e operativo congiunto sta attuando una serie di misure volte a stabilire tutte le circostanze delle attività dei detenuti”, ha aggiunto Bychkovsky.

Armi sequestrate

Dopo le elezioni presidenziali tenutesi in Bielorussia il 9 agosto, vinte per la sesta volta da Alexander Lukashenko, che, secondo la CEC, ha ricevuto l’80,1% dei voti, nel Paese sono iniziate massicce proteste di opposizione.

Nel disperdere le azioni contro i manifestanti che non erano d’accordo con i risultati della votazione, le forze di sicurezza hanno usato gas lacrimogeni, idranti, granate assordanti, proiettili di gomma. Le azioni di protesta continuano fino ad oggi, le più grandi, nei fine settimana.

Fonte: Rusvesna.su

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM