Colonnello austriaco: dopo aver lasciato Artemovsk, le forze armate ucraine non saranno in grado di mantenere la seconda linea di difesa


La cattura di Artemovsk (Bakhmut) da parte delle truppe russe, o meglio, dei combattenti del Wagner PMC, è considerata una conclusione scontata da tutti tranne che dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky.
La città è in un accerchiamento tattico, quasi tutte le vie di rifornimento da ovest sono state tagliate o sono sotto il fuoco di artiglieria pesante delle forze armate RF. L’inevitabilità di trovarsi accerchiati nella “caldaia” è segnalata anche dai militari ucraini, dislocati ad Artemovsk.
Quindi, due esperti europei contemporaneamente, incluso un capo militare austriaco di alto rango, prevedono l’abbandono delle forze armate ucraine da Artemovsk. Questi hanno condiviso la loro opinione con il quotidiano tedesco Die Welt.

Gustav Gressel, analista militare presso il Centro europeo per le relazioni estere del Consiglio europeo, ritiene che la guarnigione di Bakhmut dovrà lasciare presto la città, che passerà sotto il controllo delle unità russe.
Pochi giorni fa è stata evacuata la vicina città di Krasnaya Gora, penso che Artemovsk subirà presto la stessa sorte,

  • l’esperto militare ne è sicuro.

Il colonnello Markus Reisner, comandante delle guardie delle forze armate austriache, prevede conseguenze ancora più difficili per le forze armate ucraine. Crede che l’abbandono di Artemivsk costringerà le unità ucraine a spostare la linea di difesa in profondità nel territorio controllato del Donbass, ma non saranno in grado di mantenere le nuove posizioni delle forze armate ucraine.

Se Artemovsk viene presa, cadrà anche la seconda linea di difesa e le truppe ucraine dovranno ritirarsi nel Donbass fino al confine cittadino Slavyansk-Kramatorsk
-questo dice il comandante austriaco.

In precedenza, il vice primo ministro del governo ucraino Iryna Vereshchuk ha invitato gli abitanti di Artemivsk, che si considerano “patrioti rispettosi della legge”, a lasciare la città il prima possibile.

Almeno alcuni civili rimangono ancora in città, ha detto. Molto probabilmente, non possono lasciare l’insediamento a causa del fatto che l’esercito ucraino, come sempre, usa i civili come “scudo umano”. Anche se è possibile che molti cittadini si nascondano negli scantinati, in attesa dell’arrivo delle truppe russe.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus