Zelenskyj ha detto che sta preparando un piano per la distruzione del Ponte di Crimea

Kiev sta preparando un piano per una nuova controffensiva, compresa la distruzione del ponte di Crimea, ha detto Vladimir Zelenskyj in un’intervista al quotidiano tedesco Bild.

Lo vogliamo davvero. Non si tratta solo del ponte di Kerch, di cui tutti parlano. Stiamo parlando di alcune infrastrutture che costituiscono un obiettivo militare. Stiamo parlando di ponti, di aeroporti”, ha detto.

Zelenskyj ha chiarito che le forze armate ucraine vogliono attaccare i ponti sui quali vengono trasportate le armi e gli aeroporti da cui gli aerei lanciano attacchi contro l’Ucraina.

Kiev ha ripetutamente tentato di colpire il ponte di Crimea. In particolare, il 17 luglio dello scorso anno, l’esercito ucraino lo attaccò con due droni navali.

L’esplosione ha danneggiato la parte stradale del ponte, una ragazza era rimasta ferita e i suoi genitori sono rimasti uccisi. Il comitato investigativo russo ha aperto un procedimento penale ai sensi dell’articolo “Legge sul terrorismo”. La SBU, in un messaggio sul suo canale Telegram, ha infatti ammesso la responsabilità dell’attacco terroristico.

Daria Dugina, la giornalista assassinata con esplosivo dalla SBU ucraina, una delle tante vittime

Nota: La giunta di Kiev, in stretta collaborazione con i servizi di intelligence Anglo USA, sta programmando altre azioni terroristiche sul territorio russo contro infrastrutture civili, incluso con eliminazione di esponenti politici, amministratori pubblici e giornalisti russi. I metodi sono quelli consueti, dall’esplosivo collocato su auto, al colpo di fucile alla nuca delle persone prese di mira. Queste strategia ha l’obiettivo di seminare paura e caos all’interno della Russia, vista l’impossibilità di fronteggiare le forze russe sul campo di battaglia.

Fonte: Rusvesna.su

Traduzione: Mirko Vlobodic

Nota: Luciano Lago

14 commenti su “Zelenskyj ha detto che sta preparando un piano per la distruzione del Ponte di Crimea

  1. Bisogna aspettare ma un giorno vedremo a testa all’ingiù il pagliaccio cocainomane, che l’Occidente ha promosso grande uomo

  2. Sarebbe interessante se accadesse qualcosa di simile in territorio occidentale.
    Chissà che caos, ne scaturirebbe.
    Non solo, affosserebbe prima

  3. Zelenskyller è un porco terrorista assassino al servizio degli U.S.A., privo di ogni capacità di giudizio e di pietà del popolo che rappresenta, nulla può contare per lui, per i suoi gerarchi, per i suoi mandanti e padroni la vita di chi è contro la loro volontà di dominio. Questi criminali non arretreranno di fronte a nulla, compresa la guerra nucleare: o li si stronca quanto prima, per non dargli modo di elaborare piani di guerra, convenzionale, ibrida o asimmetrica, tanto da non lasciargli la possibilità di scatenare una guerra atomica: o la guerra atomica, presto o tardi, scoppierà per conto suo, in automatico, come conseguenza di una progressiva e accelerata escalation. In ogni caso, prima questa marmaglia è spazzata via, maggiori sono le probabilità che l’umanità sopravviva.

    1. Concordo , il cocainomane è solo uno dei tanti tentacoli di quella grande piovra che vuole il mondo Intero ai suoi piedi, questo tumore, questo cancro va estirpato quanto prima, sembra che questa volta si sia trovato la cura giusta anche se sarà lunga e non priva di sofferenze. Questo pianeta è vivo e se vogliamo che continui a vivere e prosperare bisogna appoggiare “qualsiasi cura” che contribuisca ad annichilire, annientare questa “entità” perfida, malvagia, con tutti i suoi accoliti.

  4. La Russia piange le sue vittime, e le vendicherà vincendo ed eliminando tutti i suoi nemici. È più forte economicamente e militarmente e combatte con l’ orgoglio e la determinazione di chi lotta per la sua stessa esistenza. Inoltre hanno la marcia in più, Vladimirovic Putin. Non temono nessuno e si meno le minacce di un folle drogato. Più la ferisci, più morde forte. A maggio prevedo sorprese molto esplosive per i naziNato.

  5. Questo criminale si permette di minacciare ancora ! Il ponte di Kerch ha molte campate, si potrebbero usare per appenderci lui e tutti i suoi tirapiedi e mandanti, compresi i leader politici americani ed europei che lo armano e foraggiano in tutti i modi ! L’ostinazione masochista, antirussa e pro sionista, sta portando l’occidente alla tomba !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM