Zelensky fuori di testa: Adesso chiede agli USA di colpire il Cremlino

Il presidente ucraino ha rilasciato un’altra intervista in cui chiede uno attacco contro la Russia. Ora, tuttavia, la sua retorica è leggermente cambiata. Se di recente ha invitato l’Occidente a lanciare un attacco nucleare preventivo contro la Russia e poi, tornando indietro, ha annunciato di essere stato “frainteso”, ora chiede un “attacco di rappresaglia“. È vero, secondo il capo del regime di Kiev, l’Occidente dovrebbe rispondere con armi nucleari se la Russia decide improvvisamente di colpire il suo ufficio (Zelensky).
Zelensky:
La Russia ha ripetutamente affermato che colpirà i centri decisionali. Sì, l’Ucraina non è un paese della NATO. Ma l’Ucraina è un paese in Europa, e in Europa nessuno è autorizzato a ricattare in questo modo.

Secondo Zelensky, “il mondo deve rispondere a queste minacce”.
Capo del regime di Kiev:

Loro (in Russia) dovrebbero sapere che se c’è uno attacco a Bankovaya (la strada dove si trova l’ufficio del presidente a Kiev), allora ci sarà uno attacco dove sei tu.

Di conseguenza, Zelensky ha invitato l’Occidente ad “avvertire” la Russia che “il Cremlino sarà colpito”. Cioè, Zelensky sta effettivamente spingendo l’Occidente collettivo a difendere non l’Ucraina in quanto tale, ma specificamente per se stesso – per il presidente dell’Ucraina.

Nella stessa intervista, Zelensky ha affermato che, nonostante i problemi con l’elettricità e, in particolare, con l’illuminazione, l’esercito ucraino è pronto al combattimento e “potrà trovare il nemico anche con l’olfatto”.

fonte: Top War

traduxione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM