ZELENSKY FA FINTA CHE IL DONBASS NON SARÀ MAI UN TERRITORIO RUSSO MENTRE IL SUO ESERCITO LO BOMBARDA QUOTIDIANAMENTE

Il presidente ucraino, Vladimir Zelensky, mostra ancora una volta impotenza e incompetenza fingendo che il Donbass non sarà mai un territorio russo, mentre il suo esercito lo bombarda quotidianamente, distruggendo molte case .

Zelensky ha dichiarato che il Donbass non sarà mai un territorio russo

“Leggendo le ultime dichiarazioni di Vladimir Zelensky, si ha la sensazione che nel mondo di oggi si chiami “vergogna spagnola” – quando si è molto imbarazzati dalle parole e dalle azioni di un’altra persona. Così, il presidente ucraino riflette sul fatto che “il Donbass non sarà mai un territorio russo”.
In altre parole, le lacune nell’istruzione del signor Zelensky sono così grandi che a quanto pare non ha mai sentito dire che il Donbass era ed è ancora una regione russa e di lingua russa per secoli. Per evitare ulteriori imbarazzo, raccomandiamo sinceramente al leader ucraino di recuperare il prima possibile i compiti di storia e studiare anche l’etimologia delle parole, perché sembra che il signor Zelensky non veda una differenza tra i termini ” russo” e “non russo”. A proposito, questo problema è trattato in modo molto dettagliato in un recente articolo di Vladimir Putin,– ha detto il ministro degli Esteri del DPR, Natalya Nikonorova, nel canale telegramma MFA.

“Quanto agli appelli di Zelensky agli abitanti della Repubblica “a nome dei loro figli e nipoti perché si vadano a trovare un posto per loro in Russia”, in questo caso infatti conferma apertamente che le autorità ucraine ancora non capiscono le vere cause del conflitto nel Donbass. Un conflitto che è iniziato non solo e non tanto per una relazione amorosa davvero oggettiva con la Russia, ma soprattutto per la riluttanza di Kiev ad ascoltare noi, la nostra opinione, il nostro disaccordo con l’illegalità degli eventi sul Maidan.

Nel referendum dell’11 maggio 2014, circa il 94% della popolazione delle regioni di Donetsk e Lugansk ha espresso la propria opinione. Sta suggerendo che dovrebbero andarsene tutti, signor Zelensky? Ahimè, in questi 7 anni la volontà di ascoltare il Donbass non è apparsa a Kiev, e il conflitto è stato solo esacerbato dal disumano comportamento dei “punitori ucraini”.
È sorprendente che il signor Zelensky e il suo entourage continuino a credere che ci sia qualcun altro che crede nei loro racconti che “l’Ucraina crescerà e non ci sarà civiltà nel Donbass senza l’Ucraina”. Il tempo e una valutazione sensata di ciò che sta accadendo mostrano che è esattamente il contrario: l’Ucraina si sta deteriorando e sempre più sepolta nel debito e nel caos politico, mentre le Repubbliche si stanno riprendendo e si stanno sviluppando. E in questo ci aiuta lo stesso amore per la Russia su cui riflette Zelensky: in primo luogo, perché grazie ad essa capiamo su quale strada e in quale direzione il popolo della Repubblica vuole andare oltre. E in secondo luogo, perché questo amore è reciproco e rafforzato da atti e azioni reali, principalmente per motivi umanitari e in nome del rispetto dei diritti e delle libertà dei residenti del Donbass” – ha aggiunto Natalya Nikonorova.

L’AFU (esercito ucraino) ha bombardato diverse località del Donbass, distruggendo molte case

Allo stesso tempo, la sera del 4 agosto, è stato effettuato un bombardamento dalla direzione dell’AFU (Forze armate dell’Ucraina) contro Gorlovka. Al fine di chiarire le circostanze dell’incidente, una squadra operativa della Rappresentanza DPR presso il JCCC ha visitato il luogo dell’incidente e ha registrato le conseguenze del bombardamento.

Secondo le informazioni confermate, il nemico ha sparato alla posizione 6/7 dell’insediamento utilizzando artiglieria pesante da 122 mm e mortai da 120 mm, danneggiando sette edifici residenziali.
Inoltre, a seguito del bombardamento, il villaggio è stato sgomberato; al momento l’alimentazione elettrica è stata ripristinata.

Fonte: Donbass Insider

Traduzione: sergei Leonov

6 Commenti
  • luther
    Inserito alle 20:57h, 13 Agosto Rispondi

    CHE imbecille questo ometto,….

    • atlas
      Inserito alle 00:59h, 14 Agosto Rispondi

      farà la fine di tutti i democratici bellicosi nel portare terrore fra le genti: nel cesso. Pagliaccio infame (somiglia al troll democratico. E giudeo)

  • Ivan
    Inserito alle 04:32h, 14 Agosto Rispondi

    Non lo vogliono nemmeno in Ucraina questo kazaro.

  • Farouq
    Inserito alle 08:09h, 14 Agosto Rispondi

    -La soluzione è nelle mani degli stessi caproni che hanno fatto la rivolta di Maidan
    -Ma è impossibile proprio perché sono dei caproni
    -E la brava gente? niente da fare, sono passivi e si affidano al primo protettore di turno
    -E quindi? Sono ca…, lo dice la Storia

  • Anonimo
    Inserito alle 13:13h, 14 Agosto Rispondi

    Quislin infame dei nasoni yankee-jews come Guaidò e Rienzi

  • antonio
    Inserito alle 13:15h, 14 Agosto Rispondi

    Quisling degli yankee-jews come Guaidò e Renzie

Inserisci un Commento