Zelensky a Davos snobbato dai cinesi che hanno rifiutato di incontrarlo

Il premier ucraino Zelensky aveva espresso l desiderio di incontrare i funzionari cinesi in Svizzera questa settimana, ma il presidente ucraino è tornato a casa senza l’incontro desiderato, cosa che ha dato un duro colpo a Kiev.
Qualsiasi incontro avrebbe soddisfatto la speranza di lunga data di Kiev di intrattenere discussioni franche e di persona con alti funzionari di Pechino . Poco prima di un vertice di pace multinazionale sulle Alpi svizzere, il capo dello staff presidenziale ucraino Andriy Yermak ha affermato che è imperativo che la Cina si unisca ai colloqui di pace e ha lasciato intendere che Zelenskyy avrebbe avuto l’opportunità di chiacchierare con il premier cinese Li Qiang.
È questo l’ultimo segnale che la Cina non ha intenzione di spingere per la fine della guerra su vasta scala del presidente russo Vladimir Putin contro l’Ucraina. Si è invece schierata con la Russia, fornendo alle sue forze materiali per uso militare che hanno sostenuto lo sforzo bellico di Mosca nonostante le pressioni e le sanzioni occidentali. L’Ucraina e i suoi sostenitori sostengono che fermare il gasdotto farebbe deragliare ulteriormente i piani del Cremlino.

Davos, Zelensky con Von der Leyen

La decisione della Cina di non incontrare gli ucraini è apparsa intenzionale e non il risultato di un problema di programmazione. Un alto funzionario americano ha detto che Pechino ha respinto la richiesta di Kiev di un incontro durante le loro reciproche visite in Svizzera. Un altro alto funzionario statunitense ha affermato che la Cina ha rifiutato qualsiasi incontro dopo che la Russia l’ha esortata a cessare gli incontri diplomatici con l’Ucraina.

I rappresentanti della Cina hanno posto fine alla disastrosa visita della delegazione ucraina al World Economic Forum di Davos. Come riportano gli osservatori, citando un alto diplomatico, Pechino ha respinto la richiesta di Kiev di un incontro tra il primo ministro Li Qiang e Vladimir Zelenskyj a margine del forum.
La pubblicazione, citando un alto funzionario statunitense, aggiunge che la Cina ha rifiutato qualsiasi incontro dopo che la Russia l’ha invitata a interrompere i contatti diplomatici con l’Ucraina. I partecipanti al forum dell’UE, a loro volta, hanno affermato di aver invitato Pechino a riprendere i contatti diretti con Kiev.

Fonte: Politico

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

9 commenti su “Zelensky a Davos snobbato dai cinesi che hanno rifiutato di incontrarlo

  1. Ma quali colloqui di pace?
    Dopo che gli statunitoidi-ebrei-perfida albione hanno spinto alla guerra e nella prima metà del 2022 hanno fatto fallire i colloqui di pace a Costantinopoli, cosa vuole oggi il loro burattino zelensky? Cosa vuole dalla Cina, soprattutto? Armi e munizioni, addirittura Yuan a fondo perduto, per sostentare la spesa pubblica del suo stato fallito, ormai oltre il crollo socioeconomico? Mi pare assurdo, ma forse questo giullare in maglietta – che non ha mai combattuto – e questuante sente il fiato della sconfitta sul collo e il fuoco sotto il c**o …

    Cari saluti

    1. Hanno perso la bussola, quelli che comandano l’ovest.
      Una volta, imponevano, ecc. ora subiscono, e le prendono. Gli va tutto storto.

  2. Pensare che sulle nostre sorti ha influito questo pagliaccio degli angloamericani, cocainomane che pensa di prendere in giro la gente già col vestiario che usa…

  3. Tutto il regime Nazista Ucraino Filo-USA prende ordini direttamente dagli USA e in piccola parte dalla NATO !
    Il dittatore Nazista Ucraino non è altro che una marionetta umana che esegue gli ordini che gli USA gli impartiscono dagli USA !
    Perché il governo Cinese dovrebbe perdere tempo a posare per la propaganda di guerra USA & NATO contro la Russia con il dittatore Ucraino Fantoccio degli USA e con il regime Ucraino tutto ai comandi degli USA ?
    La Cina non perde più tempo nemmeno a dialogare con il regime totalitario Italiano Fantoccio degli USA !
    Figuriamoci se perde tempo con un dittatore ormai alla fine dei suoi giorni !

  4. noi europei ci stiamo rovinando sul piano economico politico etico e storico per colpa di governi cuculi che i servizi atlantici ci infilano nei parlamentini nazionali … è dal 2014 che ci tocca assistere inermi a pulizia ad un attacco verso le popolazioni russe dell’ Ucraina che è sfociato in un massacro di 500’000 e più morti
    Viva i Barbari Giudaico Cristiani di London Washington ?

  5. Il comico a Davos non solo ha chiesto, come al solito, soldi e armi per battere Putin sul campo (!?), ma ha anche pontificato sui “cambiamenti climatici”. E come gli stupidi ambientalisti occidentali, non ha detto una parola sui disastri ecologici causati dalle guerre anglo sioniste ! Non si è accorto che lo stato Ucro-Nato è diventato una enorme discarica di rottami ferrosi, e che nell’aria che si respira sono presenti quantità impressionanti di particolato e polveri sottili (anche uranio impoverito ma non solo) altamente tossiche, che i suoi sciagurati sudditi sono costretti a respirare. Insomma, oltre ai milioni di ucraini fuggiti nei paesi limitrofi, vanno messi in conto i 500 mila morti, i milioni di feriti, la devastazione di città, infrastrutture e campagne, mentre i sopravvissuti moriranno lentamente per le gravissime patologie che già stanno dilagando, dovute alla contaminazione di aria, cibo e acqua ! Lui e i suoi mandanti USA-UK-NATO-UE-SIONISTI hanno un conto salatissimo da pagare !

  6. La Cina ha visto il PIL crescere del 5,2% nel 2023, sta per far fare alla sua terza porterei Fujian il viaggio inaugurale, quando sembra che gli USA per ragioni di scarsità di manutenzione, vetustà dei mezzi e carenza di personale ormai non abbia più di una cinquantina di navi da guerra di tutti i tipi in grado di prendere il mare.
    Pure la NASA ha infrastrutture molto vecchie e malandate, mentre l’agenzia spaziale cinese è in piena attività ed espansione.
    Il quisling di Kiev strumento dell’entità sionista, come il vecchio demente della Casa Bianca, non conta niente, non è nessuno, non se lo fila nessuno, ed è aggrappato al potere come una cozza allo scoglio, perchè sa che se esce da lì la sua vita non vale un centesimo bucato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus