Zakharova: Mosca reagirà con forza dopo il sequestro dei locali della scuola della sua ambasciata a Varsavia


di Burç Eruygur

Le “azioni ostili” della Polonia costituiscono una “flagrante violazione” della Convenzione di Vienna del 1961 sulle relazioni diplomatiche, afferma la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

La Russia ha assicurato domenica che risponderà con fermezza al sequestro da parte delle autorità polacche dell’edificio che ospita la scuola della sua ambasciata a Varsavia.
Varsavia riceverà una risposta e sono iniziati i passi in tal senso, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova al canale televisivo russo Rossiya-1 .
Zakharova ha detto che la scuola si sta trasferendo in un nuovo edificio e questo processo potrebbe richiedere diversi giorni
.

Sabato la polizia polacca ha sfondato i cancelli della scuola dell’ambasciata russa a Varsavia, ha bloccato le uscite e ha concesso alle persone fino alle 19:00 ora locale (17:00 GMT) per lasciare i locali.
La Russia considera le “azioni ostili” della Polonia una “flagrante violazione” della Convenzione di Vienna del 1961 sulle relazioni diplomatiche e un’invasione della proprietà diplomatica russa.

In una dichiarazione separata su Telegram, Zakharova ha definito le azioni delle autorità polacche una ” provocazione “.

Le relazioni tra Mosca e Varsavia, uno dei più fedeli alleati di Kiev, si sono ulteriormente deteriorate dopo la guerra della Russia contro l’Ucraina.

fonte: Agenzia Anadolu

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM