Zakharova ha annunciato la guida dei servizi segreti della NATO nelle operazioni militari in Ucraina

I servizi segreti dei paesi della NATO sotto le sembianze di istruttori degli Stati Uniti, della Gran Bretagna e di altri paesi partecipano alla guida delle operazioni militari in Ucraina. Tale dichiarazione è stata rilasciata il 23 aprile dalla rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova.

In tal modo Zakharova ha commentato le parole dell’ex comandante polacco delle forze terrestri, il generale Waldemar Skrzypczak, che ha accusato il primo ministro britannico Boris Johnson di aver rivelato segreti militari dopo aver annunciato l’addestramento delle truppe ucraine nel Regno Unito e in Polonia.

“Non c’è niente di segreto in questo, già da tempo. Polacchi, britannici, americani, canadesi e altri “istruttori” da tempo portano al pascolo i militanti neonazisti. E non si tratta d’istruttori. Questi sono i servizi segreti dei paesi della NATO. E loro non sono decine, ma centinaia e migliaia”, ha scritto il diplomatico russo su Telegram.

Secondo Zakharova, i servizi speciali della NATO “sono coinvolti nella direzione delle ostilità in Ucraina”.
Johnson ha rilasciato tale dichiarazione il 22 aprile. Secondo lui, in Polonia, gli ucraini sono addestrati all’uso dei sistemi di difesa aerea, mentre nel Regno Unito all’uso di mezzi blindati. Il generale polacco Skrzypczak ha considerato questa dichiarazione come una divulgazione di segreti militari e ha avvertito di “conseguenze catastrofiche”, compresa la sicurezza dei soldati.
Sempre venerdì, si è saputo che i militari delle forze armate russe nella base del gruppo nazionalista radicale “Azov” vicino a Mariupol hanno scoperto manuali metodologici dell’esercito americano. I documenti, in ucraino e inglese, descrivono tattiche per la conduzione di ricognizione e di lotta ai partigiani.

Portavoce russa: Maria Zakarova

Il 20 aprile Zakharova ha sottolineato il desiderio dei paesi della NATO di ritardare la fase attiva dell’operazione speciale russa per proteggere gli abitanti del Donbass. Secondo le sue parole, a tal fine, stanno aumentando la fornitura di armi per spingere il regime di Kiev a proseguire l’aggressione contro il Donbass e a commettere nuovi crimini di guerra neonazisti.
La Federazione Russa continua l’operazione speciale per proteggere il Donbass, il cui inizio è stato annunciato dal presidente russo Vladimir Putin il 24 febbraio. Mosca ha spiegato che i compiti dell’operazione speciale includono la smilitarizzazione e la denazificazione dell’Ucraina. La decisione è stata presa sullo sfondo dell’aggravarsi della situazione nella DNR e nella LNR a seguito dei bombardamenti dell’esercito ucraino.

Fonte: https://iz.ru/1325227/2022-04-23/zakharova-zaiavila-ob-upravlenii-spetcsluzhbami-nato-boevymi-deistviiami-na-ukraine

Traduzione di Eliseo Bertolasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus