YURI SELIVANOV: È TEMPO DI REAGIRE DURAMENTE AGLI ANGLOSASSONI

Alla beffa delle grida di propaganda non dimostrate sull’intervento della Russia negli affari dei paesi occidentali, i servizi speciali anglosassoni hanno lanciato una guerra sovversiva su vasta scala contro la Federazione Russa volta a smembrare e distruggere questo stato
“Morning Mail” ha portato un altro esempio di un’immaginazione fantastica e sorprendente e andando lontano nelle distese dell’Universo, marchiato impudenza anglosassone:

“Il Vice Sottosegretario di Stato Sullivan ha ribadito al Ministro degli Esteri Lavrov che il miglioramento delle relazioni bilaterali dipende dall’impegno di Mosca per gli accordi di Minsk e dal rifiuto di minare i nostri processi democratici”, ha affermato il Dipartimento di Stato in una nota.

In questo caso, non ci preoccuperemo per l ‘”ombra del padre di Amleto”, a cui assomigliano oggi gli accordi di Minsk. È completamente chiaro che, secondo la logica americana, il regime di Kiev, rifiutando ostinatamente di fermare l’uccisione della popolazione del Donbass e la distruzione delle sue città, si attiene più strettamente a questi accordi. Mentre tutti gli altri, guidati dalla Russia. sono solo impegnati nel fatto che vengono violati.
Ma la seconda accusa, che è di natura più globale, vale la pena di discuterla più approfonditamente, quella di “minare i processi democratici della Russia negli Stati Uniti”. Se non altro perché la risposta schiacciante di questa menzogna d’oltremare (super impudenza) dal lato dell’imputato è ancora lì. Anche se questa molestia nei confronti della Russia è in atto da diversi anni e su tutti i fronti.
Sì, il presidente russo Vladimir Putin e i suoi più stretti aiutanti non si stancano di ripetere la stessa cosa dell’intervento russo negli affari interni americani (britannici, francesi, spagnoli, ecc.) – pura assurdità e fabbricazioni non dimostrate.
E questa è la vera verità! Tutte le indagini ufficiali negli stessi Stati Uniti confermano esattamente la stessa cosa: la completa assenza di prove di tali interferenze.
Tuttavia, gli anglosassoni, con la persistenza di maniaci incurabili, continuano a ripetere gli stessi mantra.

Inoltre, per mettere sulla base “condizioni” per migliorare le relazioni con la Federazione Russa!
Prima di tutto, a questo proposito, va sottolineato che l’interpretazione occidentale dell ‘”interferenza negli affari interni” è così ampia e completa che su questo pianeta non c’è nulla che non possa essere riassunto in questo articolo.
I media occidentali non sono affatto timidi nel rappresentare gli avversari geopolitici degli statunitensi come mostri e estranei ai “brillanti ideali democratici”
Far trasmettere quella che in realtà è l’unica rete televisiva di informazione straniera russa (lascia che te lo ricordi – ce ne sono centinaia in Occidente!) “Russia oggi (RT News) ” costituisce già un’interferenza negli Stati Uniti! Per qualsiasi incontro di diplomatici russi con cittadini americani (vale a dire, senza il quale nessuna attività diplomatica è possibile in linea di principio) è la stessa cosa. Anche la visita di routine di un deputato della Duma di Stato su invito della parte americana a un simposio scientifico è equiparata a una interferenza e diventa un’occasione per l’operazione speciale dell’FBI. Secondo questa logica americana, gli hacker russi sono responsabili di tutto. Perché ci sono hacker, anche se i messaggi elementari dei comuni cittadini nei social network sono già considerati una forma di attività anti-americana!
Penso che l’ora non sia lontana quando Washington equiparerà i programmi dei canali televisivi federali della Federazione Russa, che discutono delle prossime elezioni americane, con “intervento russo”.

Ad esempio, ho partecipato a una di queste trasmissioni, in cui sono stati presentati documenti che esponevano uno dei potenziali partecipanti alla gara elettorale americana in affari di corruzione in Ucraina. E poiché la trasmissione di questo canale (è così che è organizzata la moderna tecnologia di comunicazione) è disponibile negli Stati Uniti e, quindi, gli elettori americani possono guardare questo programma, quindi, secondo gli attuali concetti americani, questo è “il fatto di interferenze dirette e grossolane della Federazione Russa nei processi democratici americani”! Come si suol dire, nessun posto dove andare oltre.
Ovvero, in altre parole, per evitare tali accuse, tutti i media di tutto il mondo dovrebbero tacere sull’America una volta per tutte e non osare discuterne.
È abbastanza chiaro che parlare seriamente di “interferenze russe negli affari interni degli Stati Uniti” o di qualsiasi altro paese del mondo, sulla base di tali “argomenti”, può essere solo una forma paranoica completa di un personaggio che ha bisogno di assistenza medica di emergenza.

Non ho dubbi che il governo degli Stati Uniti non trattiene i pazienti nel manicomio. E quindi diventa completamente chiaro che questa campagna di diffamazione della Russia, che non vale la pena, che i suoi organizzatori devono aver ridicolizzato di nascosto, è stata inventata da criminali con una mentalità razionale esclusivamente per la soluzione dei loro obiettivi politici e utilitaristici.

E dal momento che non abbiamo la minima speranza che possano mai riacquistare i loro sensi, calmarsi e smettere di rappresentare la Russia come un male del mondo e la proprietà di Satana, dobbiamo iniziare a parlare a voce piena su chi osa fare tali accuse contro di noi. E se tutta la propaganda anglosassone globale non si è stancata di farlo per molti anni, allora Putin e Lavrov da soli non sono chiaramente sufficienti per resistere a questa valanga. E se i media, denominati della Federazione Russa, fingono ostinatamente che questo non li riguardi, limitandosi, nella migliore delle ipotesi, a una breve rivisitazione dei briefing di Maria Zakharova, allora non dovremmo aspettarci nulla di buono.

La colossale esperienza accumulata dall’Occidente nel campo della trasformazione e cambio di regime di qualsiasi stato e popolo disobbediente, considerando questo un demonio del male mondiale, non dà motivo di dubitare che subiremo un destino simile se non gli diamo un rifiuto veramente adeguato.

Putin e i suoi generali

E non è necessario creare illusioni sulla presunta indistruttibile sanità mentale della popolazione del nostro pianeta. Le possibilità della propaganda di massa, condotte in particolare dai più moderni media in rete, sono praticamente illimitate. E tu stesso non noterai come ti trasformi gradualmente in un ripetitore sottomesso di quelle “tesi e argomenti” che vengono introdotti nella tua sfortunata testa da letteralmente ogni strumento mediatico.

Quindi, se questo non ha completamente resistito alla nostra stessa ideologia e propaganda, allora i nostri affari sono cattivi! Dopotutto, quasi la metà degli utenti semplici su Internet già oggi canta con una voce americana.

Per contrastare questo, è tanto più necessario che la Russia, a differenza degli Stati Uniti, incapace di trovare alcuna prova di un intervento russo inesistente, ha una quantità davvero colossale di prove delle attività sovversive degli anglosassoni sul proprio territorio. A partire dalla presenza qui di centinaia, se non migliaia, dei cosiddetti “media” che esistono esclusivamente su “sovvenzioni” americane e cantano solo quelle arie di propaganda che il Dipartimento di Stato americano compone per loro.

Basta guardare queste insidiose selezioni di presunte “principali notizie russe”, che per anni e su base giornaliera sono state servite dai consumatori locali con i cosiddetti “media liberali” orientati all’occidente per convenzione. Tutto è fatto per creare nella coscienza di massa l’immagine di un paese senza speranza, depresso, morente. L’enorme macchina della propaganda antirussa funziona solo per questo. Ecco una serie quasi continua di “notizie russe” degli ultimi due giorni:
“- Media: i dipendenti del GRU hanno avvelenato un uomo d’affari bulgaro

  • Sei persone sono morte in un grave incidente vicino a Orenburg
  • A Ekaterinburg, un poliziotto ha sparato a un uomo che cercava di prendere una pistola
  • Il pilota è morto dopo un atterraggio di emergenza a Rostov sul Don
  • Un residente di Vladivostok che ha gettato un neonato fuori dalla finestra è stato arrestato
  • La campionessa dei Giochi olimpici ha consigliato a Zagitova e Medvedeva di finire la sua carriera
  • Simonyan: il pubblico televisivo russo “sta morendo”
  • In Cina, ha spiegato le ragioni del rapido invecchiamento dei russi
  • Miliardi di Kirill Cherkalin hanno presentato un altro proprietario
  • La Russia deve affrontare una completa esclusione dall’atletica mondiale
  • Roscosmos riportato su un asteroide in avvicinamento alla Terra
  • Gli adolescenti hanno rubato un’auto e hanno colpito un poliziotto in periferia “

E così via, nello stesso spirito funebre! Secondo gli autori che si alimentano di tali notizie , le edizioni pertinenti funzionano sotto il motto “Nessun cadavere, nessuna notizia!”

L’impudenza di questo lavoro sovversivo ha raggiunto il punto in cui ci sono stati casi in cui alcuni canali televisivi locali e piattaforme di rete sono stati chiusi solo a causa della cessazione dei finanziamenti americani. Così direttamente, senza alcuna esitazione, questi stessi media hanno riferito! Basta pensarci: i mezzi della propaganda della politica estera americana stanno funzionando con calma e in gran numero nella Federazione Russa! Cioè, in effetti, gli organi della guerra psicologica di uno stato straniero che è estremamente ostile alla Russia!

Ma questo è cosa! Le agenzie governative americane sono direttamente coinvolte nell’organizzazione, fornendo materiale e supporto propagandistico alle proteste di strada illegali nelle città russe! Ci sono molte prove, fino agli annunci dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Mosca, dove e quando riunirsi per i disordini!

E l’altro giorno, i deputati della Duma di Stato russa hanno svelato che una rete di campi di addestramento per organizzatori di proteste di massa è già operativa nella Federazione Russa:

Al Pentagono si monitorano le attività anti russe

” La commissione della Duma di Stato per indagare sulle interferenze straniere negli affari interni della Russia è giunta alla conclusione che in un certo numero di regioni russe vi sono finanziamenti provenienti da campi di addestramento all’estero per gli organizzatori di azioni di protesta.
Secondo Kommersant, citando fonti, secondo i deputati, tali centri, oltre a Mosca e San Pietroburgo, operano a Ekaterinburg, Crimea, Kaliningrad, Omsk e in diverse regioni del Caucaso settentrionale.

Tra i “campi” si può attribuire il “virtuale”, ha detto il commissario Kommersant Adalbi Shkhagoshev. Stiamo parlando di “la concentrazione di pensieri di protesta nei social network che non hanno un’indicazione geografica”, ha detto.

… A seguito dei risultati dell’ultima riunione della commissione che indaga sulle interferenze straniere negli affari della Russia, il suo vice capo Vasily Piskarev (Russia unita) ha dichiarato che i materiali sui tentativi rilevati da media stranieri, ONG e ONG di influenzare la politica interna in 19 regioni della Russia saranno inviati al Ministero della Giustizia e al Procuratore Generale. “

Pertanto, i servizi speciali occidentali, principalmente anglosassoni, conducono attività sovversive quasi aperte e mirate sul territorio della Federazione Russa, assolutamente simili a quelle che un tempo svolgevano sul territorio dell’Ucraina. E che, alla fine, ha portato alla distruzione di questo stato.

In altre parole, contrariamente alle accuse ersatz americane contro la Russia che sono assolutamente inverosimili e letteralmente risucchiate da un dito sporco, la stessa Federazione Russa si sta effettivamente occupando di attività su larga scala svolte proprio sul suo territorio per organizzare un colpo di stato con l’obiettivo di rovesciare forzatamente l’autorità legittima. Con il successivo, che è molto probabile, lo smembramento del paese, il sequestro della sua ricchezza naturale, la riduzione in schiavitù e la parziale distruzione della sua popolazione. Queste sono le vere scommesse!

Quindi, quello che il mondo anglosassone sta dettando nella macchinazione contro la Russia equivale non solo a gravi interferenze negli affari della Federazione Russa, ma anche allo svolgimento di una guerra su vasta scala volta alla distruzione di questo stato. Inoltre, tutte le attività occidentali in questa direzione, contrariamente alle vuote invenzioni americane, sono ben note e per la maggior parte sono completamente documentate.

Avendo a portata di mano tali “argomenti e fatti” furiosi, è impossibile essere costantemente in una difesa informativa vuota e in realtà sopportare come l’opinione pubblica mondiale, e in effetti molti cittadini russi, si stiano rivoltando contro la Russia per ottenere il totale. La resistenza organizzata e su vasta scala a questa aggressione di disinformazione è oggi la componente più importante per garantire la sicurezza nazionale della Federazione Russa e proteggerne il futuro.

Ma per uno stato in cui un’ideologia di stato è persino legalmente ritirata dalla circolazione, cioè in realtà un’ideologia di protezione degli interessi statali della Russia e allo stesso tempo è permessa l’attività senza ostacoli degli speciali corpi di propaganda militari del nemico, questo compito fondamentale della sopravvivenza nazionale può rivelarsi completamente impossibile.

Yuri Selivanov, appositamente per New Front

https://news-front.info/2019/11/24/yurij-selivanov-vremya-davat-zhestkij-otpor/

Traduzione: Sergei Leonov

6 Commenti

  • Anonimo
    24 Novembre 2019

    Finalmente qualcuno inizia ad aprire gli occhi sulle attività sovversive dell’impero anglo-sionista a danno della Russia !!! Il governo della Federazione Russa deve reagire con la massima energia e sollecitudine non solo chiudendo le emittenti della Cia sul proprio territorio,, quanto anche contrattaccando sullo stesso terreno. Basterebbe far vedere sui media russi il numero dei clochard americani e le condizioni sub-umane in cui vivono, il numero impressionante di giovani che fanno uso di droga, l’incredibile grado di corruzione della politica americana, fino a pubblicare le prove sui veri artefici dell’attentato alle Torri Gemelle di cui i servizi russi sono con tutta probabilità a conoscenza. Lo stesso lavoro va fatto con la brutale repressione dei Gilet gialli in Francia e con tutti i crimini di cui sono responsabili gli anglo-americani.nel mondo e possiamo stare certi che il popolo russo si renderà pienamente conto che il vero impero del male è l’occidente caduto in mano ai banksters della finanza ordoliberista più criminale del pianeta !!!

  • Manente
    24 Novembre 2019

    Finalmente qualcuno inizia ad aprire gli occhi sulle attività sovversive dell’impero anglo-sionista a danno della Russia !!! Il governo della Federazione Russa deve reagire con la massima energia e sollecitudine non solo chiudendo le emittenti della Cia sul proprio territorio,, quanto anche contrattaccando sullo stesso terreno. Basterebbe far vedere sui media russi il numero dei clochard americani e le condizioni sub-umane in cui vivono, il numero impressionante di giovani che fanno uso di droga, l’incredibile grado di corruzione della politica americana, fino a pubblicare le prove sui veri artefici dell’attentato alle Torri Gemelle di cui i servizi russi sono con tutta probabilità a conoscenza. Lo stesso lavoro va fatto con la brutale repressione dei Gilet gialli in Francia e con tutti i crimini di cui sono responsabili gli anglo-americani.nel mondo e possiamo stare certi che il popolo russo si renderà pienamente conto che il vero impero del male è l’occidente caduto in mano ai banksters della finanza ordoliberista più criminale del pianeta !!!

    • atlas
      25 Novembre 2019

      non servirebbe a nulla. Non si devono propagandare al proprio sovversivo le negatività del paese che appoggia da nemico interno tentando di convincerlo. Se è democratico lo si deve eliminare o, se in buona salute, mandarlo a produrre coattivamente per lo Stato nei centri di rieducazione popolare fatti di fabbriche e campagne, non necessariamente in Siberia

      e cmq l’anglosassone è stato sempre e solo il braccio violento, la mente corruttrice è giudea

  • Fabio Franceschini
    25 Novembre 2019

    La realtà è che la Russia e’ uno stato troppo debole per poter rispondere davvero. Spiace dirlo ma la Russia indipendente sparirà con Putin . Poi in Russia ci sarà solo il caos e la cortuzione!

  • Manente
    25 Novembre 2019

    @Atlas – Il primo terreno su cui si sono sempre combattute TUTTE le guerre è quello dell’informazione. Solo per fare un esempio, prima della aggressione del Regno di Napoli da parte degli anglo-sionisti, i Rothschild ed i loro sodali, in Inghilterra Lord Gladstone diede inizio ad una inaudita campagna diffamatoria a danno dei Borbone con cui riuscì a diffondere in tutta Europa una idea negativissima di una monarchia che era al contrario una delle migliori allora esistenti. Tale campagna finì con l’avere i suoi effetti anche all’interno del Regno di Napoli dove molti pseudo-intellettuali della piccola borghesia avevano abbracciato le idee anti-borboniche e liberali divulgate attraverso la massoneria, di cui Gladstone faceva peraltro parte, senza rendersi conto che stavano lavorando per il nemico ed a loro stesso danno. I classici utili idioti di cui ancora oggi l’Italia è sovrappopolata e che oggi come allora capiscono il pericolo solo quando è troppo tardi !!! Potrei continuare con altri esempi più recenti dove gli “esportatori di democrazia” con le armi, prima di aggredire militarmente l’Iraq, la Romania, la Libia, l’Ucraina e la stessa Siria, hanno scatenato una campagna mediatica globale in cui dipingevano Hussein, Ceausescu, Gheddafi ed Assad come feroci dittatori che assassinavano il loro stesso popolo. Detto questo, quando Yuri Selivanov afferma che “E’ tempo di reagire duramente agli anglosassoni”, intende dire che bisogna controbattere efficacemente alla martellante campagna di menzogne e calunnie che i media occidentali conducono fuori e dentro la Russia contro Putin ed il suo governo, svelando al mondo la verità sugli gli orrendi crimini di cui sono responsabili gli anglo-sionisti che non hanno alcun diritto di accusare gli altri di tirannia !!! Nel campo degli armamenti per fortuna la Russia è risorta dalle sue ceneri ed è ora in grado di riprendere il posto che le spetta sulla scena internazionale, il solo campo in cui è svantaggiata è quello della “guerra mediatica” che permette ai media occidentali di accusare di fronte al mondo il presidente Putin di “dispotismo” quando fa giustamente arrestare qualche agit-prop finanziato da Soros, mentre gli stessi media non spendono una parola sui massacri che stanno avvenendo in Francia ai danni dei Gilet gialli” che da un anno dimostrano pacificamente contro il “democratico” Macron. Risulta pertanto evidente che una efficace campagna di informazione che faccia capire ai russi ed agli occidentali chi sono i veri criminali e chi li combatte, avrebbe la conseguenza di ristabilire la verità, nonché quella di legittimare agli occhi della pubblica opinione l’uso della forza anche contro le quinte colonne che operano all’interno della Russia, cosa che peraltro avrebbe anche un ricaduta positiva sul miserabile livello di degrado in cui si trova l’informazione italiana e non solo !!!

    • atlas
      25 Novembre 2019

      d’accordissimo, io ho solo voluto significare che il retto rimarrà retto e il perverso sarà sempre un perverso. Non lo cambi a uno che non ha sentimento Nazionalista. Il sentimento (che poi informa tutte le azioni e la vita dell’individuo) o c’è o non c’è, è come la fede in Dio, uno non può convertirsi a un’altra religione con la forza, solo per piacere ad altri, quella è debolezza

Inserisci un Commento

*

code