You Tube elimina i video delle brutalità di Israele contro i palestinesi

You Tube elimina i video che attestano la brutalità di Israele contro i palestinesi.
La piattaforma di Youtube, giustificando con la violazione delle regole di servizio, ha eliminato da mercoledì un video il cui contenuto mostra la brutalità dei metodi di Israele verso la popolazione palestinese. Il contenuto di questo video era stato condiviso anche dall’accademico ed attivista palestinese Sana Kessan.

Il video, pubblicato per rendere omaggio alle vittime palestinesi assassinate dalle forze israeliane nel corso delle recenti manifestazioni a Gaza, ha provocato immediatamente una ondata di indignazione e di condanna da parte degli utenti di Youtube.

Questa forma di censura è stata condannata anche dal professore ed attivista statunitense,ebreo, Norman Finkelstein, il quale ha ripubblicato a sua volta il video che è stato nuovamente censurato. La denuncia del professore non ha tardato e questi ha dichiarato che “le autorità di Israele stanno aspettando il momento in cui tutti i bambini palestinesi vengano sterminati per poi permettere la pubblicazione del video”.
Questa dichiarazione è stata trasmessa all’agenzia turca Anadolu affermando che non è la prima volta che Youtube censura i video delle brutalità israeliane.

Arresto di bambini palestinesi

Anche da altri utenti, da varie parti del mondo, sono arrivate testimonianze della censura applicata da Youtube ai video che attestano i crimini delle forze israeliane e Robert Martin, un attivista australiano che vive in Palestina, ha affermato che la censura applicata sui video di critica ad Israele dimostra il disprezzo delle autorità di Tel Aviv per la vita dei palestinesi.

Dal 30 marzo una ondata di manifestazioni a Gaza è stata repressa dalle forze israeliane che hanno sparato a distanza sulla folla disarmata uccidendo decine di persone inermi fra cui alcuni minori. Questi fatti sono stati condannati dalle organizzazioni internazionali ed incluso dall’ONU ed hanno suscitato forte indignazione ma Israele risulta sempre protetta dai grandi poteri mondiali e le sue azioni criminali contro la popolazione indifesa vengono sempre coperte dal sistema compiacente dei grandi media internazionali.

Fonte: Hispantv

Traduzione: Alejandro Sanchez

6 Commenti

  • claudio
    26 Aprile 2018

    A silvia… ( e woland )

  • playblack
    26 Aprile 2018

    ma tutto questo non e’ niente,ricordatevi che hanno fatto crocifiggere il figlio di Dio,di che stupirsi,non umani erano,non umani restano!o

  • Animaligebbia
    26 Aprile 2018

    Non ci posso credere!Questa e’ certamente una feikk nius,stiamo parlando dell’unica democrazia del medio oriente.

    • Mardunolbo
      27 Aprile 2018

      Certo che e’ una fakka-nius ! Infatti a Milano il deputato Stefano Maullu ha preparato una manifestazione di solidarieta’ alla unica democrazia del Medio-Oriente: Israele !
      Mi domando fino a che livello le belve feroci che vivono in Israele siano capaci di arrivare senza pentirsi ! Vero e’ che molti soldati israeliani, si sono consociati per rinnegare con dolore quanto fecero durante il loro servizio.
      Ma non basta ancora per il popolo di Israele; devono sapere di piu’ e vedere meglio quanto il loro governo e’ capace di fare !

  • Geometrio
    27 Aprile 2018

    Pura e banale estetica. Seguissero l esempio gli askenazi e cancellassero dalla loro politica la violenza invece.

  • claudio
    28 Aprile 2018

    http://palaestinafelix.blogspot.it/

    A silvia, soprattutto, e a woland.. guardate bene che fanno i vostri campioni.. guarda bene silvia.. e anche tu woland, dimmi se secondo te è stato un rothschild a fare questo..

Inserisci un Commento

*

code