Yemen, in procinto di rivendicare la vittoria: Ansarolá raggiunge i 6 km da Marib

L’esercito yemenita, sostenuto dal movimento popolare Ansarolá, si trova a sei chilometri dalla città strategica di Marib e sta per liberarla.

Lo hanno ammesso domenica scorsa le stesse forze fedeli all’ex presidente latitante yemenita, Abdu Rabu Mansur Hadi, sostenuto dall’Arabia Saudita (e rifugiatosi in quel paese), citato dal canale di notizie francese France 24 , che ha descritto i recenti avanzamenti delle forze yemenite a Marib , nel centro -Ovest del paese arabo.

Come hanno spiegato le fonti, le forze yemenite hanno compiuto un significativo avanzamento nel loro cammino verso Marib, assumendo il pieno controllo dell’area di Al-Kasara, a nord-ovest di quella città.

Durante le ultime feroci battaglie, sono morte almeno 65 persone da entrambe le parti. Nel frattempo, le truppe dell’esercito yemenita e i comitati popolari sono ora ad Al-Mil, che è a sei chilometri da Marib, hanno aggiunto.

Le fonti hanno anche sottolineato che l’esercito yemenita non smette di combattere e di avanzare e, inoltre, ha trasferito centinaia di truppe di rinforzo a Marib per combattere nella provincia omonima.


Cosa succede a Marib?
Negli ultimi mesi Marib è diventata teatro di aspri scontri tra l’Esercito yemenita e mercenari (di varie nazionalità) al servizio della cosiddetta coalizione a guida saudita, che dal marzo 2015 porta avanti una implacabile campagna di aggressioni contro il Paese più povero nel mondo arabo.

Le forze yemenite hanno inflitto pesanti perdite tra i ranghi delle forze di Hadi e di altri mercenari sauditi, costringendo questi a ritirarsi.

Di fronte all’imminente liberazione di Marib dal tallone di Riyadh , la monarchia araba, che vede il suo fallimento molto vicino, ricorre a tutti i mezzi a sua disposizione, senza successo, per fermare l’avanzata delle forze yemenite. Inoltre, a questo proposito, l’ uso dei terroristi del Daesh e di Al-Qaeda da parte dell’Arabia Saudita in quella città è stato accertato e rivelato in diverse occasioni .

Tuttavia, le truppe yemenite hanno promesso di liberare non solo Marib, ma l’intero territorio del Paese arabo dalle grinfie delle forze degli aggressori.


Nota: Nonostante il massiccio aiuto, le forniture di armi ed il supporto logistico offerto da Stati Uniti e Gran Bretagna alle forze saudite, queste non sono riuscite ad avere ragione delle truppe yemenite.
Lo Yemen, impoverito e semidistrutto dalla guerra di aggressione condotta dalla Monarchia saudita e dai suoi alleati USA e Britannici, aspetta il giorno della liberazione.

Fonti: Hispan TvFrancePress

Traduzione e nota: Luciano Lago

9 Commenti
  • ARMIN
    Inserito alle 18:08h, 25 Aprile Rispondi

    Copàteli tutti i mondialisti sauditi!
    Picchiate duro, senza pietà!

    Morte all’arabia saudita!
    VIVA LA RIVOLUZIONE POPULISTA YEMENITA!
    Viva la morte dei mondialisti!

  • Mardunolbo
    Inserito alle 01:18h, 26 Aprile Rispondi

    Non conosco bene la situazione nello Yemen e so che la presenza islamica non produce ottime situazioni, ma la Rabbia Saudita si dimostra in ogni maniera il paese più fetente che vi sia, quasi analogo ad Israele. Dato che mai ha accolto i profughi palestinesi, nè i siriani o di altre nazionalità ,seppur fratelli in fede islamica. Unica cosa che sanno fare bene è tagliare a pezzi cadaveri di oppositori, tagliare la testa , in pubblico a supposti peccatori, proibire ogni immagine cristiana come proibire ogni funzione religiosa fosse anche ridotta ed in luogo privato. Se si aggiunge la guerra contro lo Yemen, ogni stima finisce nel cesso Quindi come dissi altre volte, Forza Yemen, coraggio, tenete duro e vincerete.: “contro Giuda, contro l’oro, sale il sangue a far la Storia !”

    • atlas
      Inserito alle 01:39h, 26 Aprile Rispondi

      beh non ci sono cristiani in Yemen. Ci sono Musulmani Sunniti. E poi ci sono gli sciiti. L’Iran aiuta gli sciiti, i wahhabiti sauditi scassano il cazzo

      però non fare casino più della redazione dai……che non sa scrivere nemmeno correttamente ‘Ansarullah’

      pietà …

    • Kaius
      Inserito alle 17:35h, 26 Aprile Rispondi

      Maedunolbo in Arabia semplicemente seguono la loro fede,il loro comportamento è degno di lode.
      Bisognerebbe fare lo stesso qui con eretici e servi di satana.

      • Kaius
        Inserito alle 17:36h, 26 Aprile Rispondi

        Mardunolbo*

      • giorgio
        Inserito alle 19:20h, 26 Aprile Rispondi

        Kaius spero che tra gli eretici e servi di satana siano compresi anche anglo americani, sionisti, liberal democratici globalisti lgbt e servi della dittatura dei mercati e di quella scientista e sanitaria …… per i sauditi chi afferma questo merita di essere squartato ….. faresti bene a non inneggiare a ciò che fanno i sauditi perchè è degno solo del più totale disprezzo …… sono solo luridi servi degli anglo sionisti e sterminatori di civili yemeniti ……

        • atlas
          Inserito alle 00:59h, 27 Aprile Rispondi

          beh però ‘lgbt’ in arabia saudita non ce n’è dai

          quello che invece succede in Famiglia sarebbe tutto da valutare … me ne raccontò qualcosa una somala infermiera che lì ci lavorò: e venne ricompensata a peso d’oro per il suo silenzio (aborti continui…fratello che giace con le mogli dell’altro fratello, fra cugini e cugine…un troiaio. E anche tanto alcool)

        • Kaius
          Inserito alle 14:41h, 27 Aprile Rispondi

          “”Kaius spero che tra gli eretici e servi di satana siano compresi anche anglo americani, sionisti, liberal democratici globalisti lgbt e servi della dittatura dei mercati e di quella scientista e sanitaria “”
          Giorgio un cristiano o una persona che ha letto la Bibbia non avrebbe mai fatto questa domanda!
          Giorgio faresti meglio tu a non fartela con massoni e atei odiatori di Cristo,questo è realmente degno del più totale disprezzo.
          Io parlavo del loro rapporto con la fede,solo ed esclusivamente di questo e su questo campo sono solo da acclamare.
          Non mi sembra di aver toccato altre questioni.
          Poi se è come dice Atlas,ovvero che li ci sono infanticide o incestuosi,sono sicuro che siano puniti con la morte.
          Invece qua riempono le fila degli lgbt,anzi gli incestuosi in arabia vengono qua da noi apposta….

  • Teoclimeno
    Inserito alle 07:08h, 26 Aprile Rispondi

    E dopo aver liberato l’Arabia Felix, dalla feccia anglo-sionista dei Saud, possiamo finalmente concentrarci sul bubbone israeliano, e liberare la Palestina dagli invasori USrahell.

Inserisci un Commento