Yemen, in procinto di rivendicare la vittoria: Ansarolá raggiunge i 6 km da Marib

L’esercito yemenita, sostenuto dal movimento popolare Ansarolá, si trova a sei chilometri dalla città strategica di Marib e sta per liberarla.

Lo hanno ammesso domenica scorsa le stesse forze fedeli all’ex presidente latitante yemenita, Abdu Rabu Mansur Hadi, sostenuto dall’Arabia Saudita (e rifugiatosi in quel paese), citato dal canale di notizie francese France 24 , che ha descritto i recenti avanzamenti delle forze yemenite a Marib , nel centro -Ovest del paese arabo.

Come hanno spiegato le fonti, le forze yemenite hanno compiuto un significativo avanzamento nel loro cammino verso Marib, assumendo il pieno controllo dell’area di Al-Kasara, a nord-ovest di quella città.

Durante le ultime feroci battaglie, sono morte almeno 65 persone da entrambe le parti. Nel frattempo, le truppe dell’esercito yemenita e i comitati popolari sono ora ad Al-Mil, che è a sei chilometri da Marib, hanno aggiunto.

Le fonti hanno anche sottolineato che l’esercito yemenita non smette di combattere e di avanzare e, inoltre, ha trasferito centinaia di truppe di rinforzo a Marib per combattere nella provincia omonima.


Cosa succede a Marib?
Negli ultimi mesi Marib è diventata teatro di aspri scontri tra l’Esercito yemenita e mercenari (di varie nazionalità) al servizio della cosiddetta coalizione a guida saudita, che dal marzo 2015 porta avanti una implacabile campagna di aggressioni contro il Paese più povero nel mondo arabo.

Le forze yemenite hanno inflitto pesanti perdite tra i ranghi delle forze di Hadi e di altri mercenari sauditi, costringendo questi a ritirarsi.

Di fronte all’imminente liberazione di Marib dal tallone di Riyadh , la monarchia araba, che vede il suo fallimento molto vicino, ricorre a tutti i mezzi a sua disposizione, senza successo, per fermare l’avanzata delle forze yemenite. Inoltre, a questo proposito, l’ uso dei terroristi del Daesh e di Al-Qaeda da parte dell’Arabia Saudita in quella città è stato accertato e rivelato in diverse occasioni .

Tuttavia, le truppe yemenite hanno promesso di liberare non solo Marib, ma l’intero territorio del Paese arabo dalle grinfie delle forze degli aggressori.


Nota: Nonostante il massiccio aiuto, le forniture di armi ed il supporto logistico offerto da Stati Uniti e Gran Bretagna alle forze saudite, queste non sono riuscite ad avere ragione delle truppe yemenite.
Lo Yemen, impoverito e semidistrutto dalla guerra di aggressione condotta dalla Monarchia saudita e dai suoi alleati USA e Britannici, aspetta il giorno della liberazione.

Fonti: Hispan TvFrancePress

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM