XXIV Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo. On. Comencini (Lega): “Un segnale importante”

di Eliseo Bertolasi

Dal 2 al 5 giugno si terrà il XXIV Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo.
I cambiamenti avvenuti nel mondo dall’inizio della pandemia di coronavirus sono diventati irreversibili e hanno portato alla necessità di riformare l’economia mondiale. Da un lato sono sorte difficoltà nell’attuare quei processi economici internazionali che già erano consolidati, dall’altro è stata avviata la ricerca di nuove forme di cooperazione economica tra Stati.

Il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, che si tiene dal 1997, è la piattaforma di riferimento a livello mondiale per lavorare su diverse questioni, mettere in contatto i rappresentanti della comunità imprenditoriale e discutere su questioni economiche cruciali che devono essere affrontate dalla Russia, dai mercati emergenti e dal mondo nel suo insieme. Quest’anno, nel 2021, si terrà la 24° edizione di questo Forum.

Nel suo preliminare saluto ai partecipanti, agli organizzatori e agli ospiti del Forum, il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin ha osservato:
“È palese che senza accrescere una cooperazione paritaria e creativa tra i membri della comunità mondiale, espandendo i multiformi rapporti d’affari, è impossibile resistere efficacemente alle sfide globali e fornire le condizioni per uno sviluppo stabile. Già da tempo svolgiamo questo lavoro nell’ambito dell’Unione Economica Eurasiatica, promuovendo i principi del libero scambio, dello scambio reciprocamente vantaggioso d’investimenti e tecnologie. Il nostro Paese è interessato a una più stretta cooperazione economica, scientifica e tecnica con partner di altre regioni. Siamo pronti a condividere la nostra esperienza in settori come l’assistenza sanitaria e la digitalizzazione, a migliorare insieme le infrastrutture per le telecomunicazioni, l’energia e i trasporti e a lavorare sugli aspetti più importanti dell’agenda ambientale e climatica”.

Le opportunità uniche che il 24° Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo offre ai suoi partecipanti interesseranno sicuramente molti soggetti economici dei Paesi partner, così pure per quei Paesi che stanno solo valutando la possibilità di cooperazione con la Russia.

L’invito è certamente rivolto anche ai Paesi dell’Unione Europea malgrado le sanzioni ancora in corso verso la Russia, e, in considerazione della pandemia, nonostante lo scarso entusiasmo da parte dell’EMA (Agenzia europea per i medicinali) ad approvare l’uso del vaccino russo Sputnik V tra i Paesi membri, chiudendo gli occhi sull’efficacia di questo vaccino attualmente utilizzato in oltre 50 Paesi del mondo (Repubblica di San Marino compresa).

Vito Comencini

Questo Forum è un segnale importante”, ne è convinto l’onorevole Vito Comencini (Lega) componente della Commissione Affari Esteri e Comunitari:
“È una chiara spinta alla ripartenza dopo la pandemia. Il fatto che in Russia si tenga un Forum di tal prestigio ci fa sperare che anche da noi, in Italia, si possa presto ripartire. La Russia rimane un punto di riferimento fondamentale per tutti i rapporti non solo economici ma anche culturali che storicamente esistono tra Italia e Russia”. L’onorevole Comencini auspica di potervi partecipare l’anno prossimo.

Fonti:
http://special.kremlin.ru/events/president/letters/65639
https://forumspb.com/?lang=ru
https://tg24.sky.it/mondo/2021/03/21/covid-vaccino-sputnik-paesidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus