Washington preoccupata per gli stretti legami fra Pechino e Teheran

La maggiore cooperazione in materia di sicurezza Iran-Cina rappresenta una minaccia per gli Stati Uniti e Israele e mina l’efficacia delle sanzioni di Washington a Teheran.

La rivista statunitense Foreign Policy ha dichiarato giovedì che il viaggio in Cina del ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir Abdolahian mira ad approfondire la “partnership strategica globale” firmata dai due paesi il 27 marzo 2021.

Detto questo, ha ritenuto che la crescente cooperazione in materia di sicurezza tra il Paese persiano e il colosso asiatico costituisca una minaccia per gli Stati Uniti e il regime israeliano. Questo perché l’associazione strategica ha importanti vantaggi per Teheran e Pechino, due paesi nemici di Washington, come evidenziato dai media statunitensi.

Al riguardo, il quotidiano ha ricordato che la Cina rafforzerà così la sua posizione nella regione dell’Asia occidentale, rafforzando le sue relazioni bilaterali con Teheran. Da parte sua, la Repubblica islamica guadagnerà miliardi di dollari dagli investimenti cinesi in energia e infrastrutture, motivo per cui l’Iran sarà in grado di minare l’efficacia delle sanzioni statunitensi contro di essa, ha aggiunto.
Un quotidiano israeliano avverte che il grande accordo strategico di 25 anni firmato tra Iran e Cina pregiudicherebbe l’influenza degli Stati Uniti nella regione.

Ministri difesa Iran Cina

Da parte sua, il quotidiano americano Wall Street Journal (WSJ) ha indicato lo scorso marzo che il mega-accordo tra Iran e Cina sfida i piani di Washington di isolare il Paese persiano e ha sottolineato che invia un segnale che Teheran ha forti alleati per affrontare le tensioni con gli Stati Uniti

Iran e Cina, entrambi i paesi oggetto di embarghi unilaterali da parte del paese nordamericano, mantengono una cooperazione in diversi campi, come quello economico, commerciale ed energetico, nel quadro del diritto internazionale e basata sul rispetto e sui reciproci interessi. Entrambi gli alleati hanno sempre sfidato le misure unilaterali degli Stati Uniti, promuovendo la loro cooperazione economica.
In effetti, Teheran e Pechino hanno firmato un accordo di cooperazione di 25 anni per portare i loro legami bilaterali a un livello “completo e strategico”. L’accordo, inoltre, “ha una dimensione economica e politica” e stabilisce una tabella di marcia per l’estensione della cooperazione tra i due Paesi in diversi ambiti.

Nota: Questo accordo ha fatto infuriare Washington che pensava di isolare l’Iran, strangolare il paese persiano con le sanzioni asfissianti e impedirgli l’esportazione del suo petrolio. Le cose sono andate in modo opposto e oggi gli Stati Uniti devono constatare di non avere più il controllo del mondo. Da qui derivano le preoccupazioni degli analisti americani che sollecitano Biden a prendere atto di questa situazione.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota : Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento