Washington non è riuscito a bloccare i voli dell’Iran Air

Malgrado le sanzioni i voli dell’ Iran Air continuano
TEHERAN-Malgrado tutte le restrizioni e sanzioni, gli aerei della compagnia l’Iran Air continuano a volare varie rotte in direzioni diverse. Così Farzaneh Sharafbafi, amministratrice delegato della compagnia Iran Air.

Sharafbafi parlando a margine della terza esposizione internazionale sui trasporti ha detto:” è da anni che l’Iran è bersaglio delle sanzioni sleali di Washington. Però malgrado tutto questo ormai tutti i veicoli di questa compagnia vengono riparati all’interno del Paese.”

“Per la prima volta gli aerei Airbus 321, dopo aver effettuato vari voli su diverse rotte interne e internazionali, sono stati revisionati con successo dagli esperti iraniani”. Ha concluso l’amministratrice delegato della compagnia Iran Air.
L’Iran ha ultimamente denunciato che un certo numero di paesi europei si rifiutano di fornire il combustibile agli aerei iraniani per timore delle minacce di sanzioni da parte degli USA. L’obiettivo di Washington è quello di bloccare i voli della compagnia di bandiera iraniana, come ha denunciato il responsabile dell’Aviazione Iraniana.
Tuttavia le autorità iraniane si sono organizzate per superare questo problema ed hanno richiesto alla UE di onorare il contratto che prevede la consegna all’Iran di un certo numero di aerei Airbus, acquistati dalla Iran Air.
Alcune compagnie aeree europee, come British Airways, Air France, KLM, ecc.. hanno sospeso i voli per l’Iran in ottemperanza alle sanzioni decise unilateralmente dagli USA.
Questo avviene nonostante lo spazio aereo dell’Iran sia aperto a tutti i voli internazionali, inclusi quelli degli Stati Uniti, con eccezione di Israele.
Gli Stati Uniti, dopo aver disdetto unilateralmente il patto sul nucleare sottoscritto da sei paesi, hanno deciso di imporre sanzioni all’Iran per punirlo della sua partecipazione alla guerra in Siria che ha bloccato i piani di smembramento del paese predisposti da USA e Israele.
Gli Stati Uniti, che hanno favorito ed armato l’avanzato dei gruppi terroristi in Siria per rovesciare il governo di Bashar al-Assad, sono intenzionati a isolare l’Iran ed a sobillare terrorismo e rivolte all’interno del paese, con l’aiuto della Monarchia Saudita.
Tuttavia il piano di USA e Israele contro l’Iran sta già fallendo grazie ai rapporti di collaborazione che l’Iran ha incrementato con i grandi paesi emergenti, la Cina, l’India, la Turchia, oltre alla Russia, alleata dell’Iran nel conflitto in Siria.

Gli analisti internazionali hanno osservato che Washington dimostra di voler imporre la sua giurisdizione e le sue regole a tutto il mondo ma questo sta creando molte resistenze e molte critiche anche da parte dei suoi stessi alleati che vedono compromessi i propri interessi economici.  “Gli Stati Uniti stanno perdendo la loro presa su molti paesi che apertamente violano le sanzioni e l’embargo deciso da Washington contro l’Iran, contro la Russia e una quantità di altri paesi considerati “non conformi” con le regole dettate dalle autorità statunitensi”, come scritto da un importante analista internazionale.

Inserisci un Commento

*

code