Washington fa rivivere il terrorismo in Siria dopo l’elezione di Bashar al-Assad

Gli USA reclutano nuovi terroristi in Siria per la loro guerra al regime dei Bashar al Assad ed ai russi che lo sostengono.

Le posizioni degli Stati Uniti in Siria si sono costantemente indebolite negli ultimi anni mentre le autorità siriane ripristinano gradualmente le infrastrutture civili e gli istituti governativi distrutti durante la lunga guerra. Dopo il successo delle elezioni presidenziali, Damasco ha sventato il piano della Casa Bianca per l’istituzione di un governo fantoccio siriano (un Guaidò siriano n.dr.)

Apparentemente, una situazione del genere non si addiceva all’intelligence e ai servizi speciali statunitensi. I vertici della Central Intelligence Agency (CIA) hanno trovato piuttosto rapidamente la soluzione pescando nelle carceri dove sono custoditi i militanti dello Stato Islamico, attualmente presidiate da milizie fedeli all’amministrazione autonoma curda. In particolare, hanno iniziato a reclutare estremisti nelle carceri di Gweiran e Chaddadi situate nella provincia di Hasakah. I jihadisti erano considerati dai servizi segreti americani lo strumento più idoneo per il raggiungimento degli obiettivi politici e militari degli Stati Uniti in Siria. Qual è la motivazione del Pentagono?

In primo luogo, gli esperti militari statunitensi conoscono tutti gli aspetti meglio di chiunque altro e hanno un’esperienza impressionante nell’uso di gruppi armati come proxi nei conflitti stranieri in nome degli interessi dell’America . Tutti conoscono l’elenco degli esempi recenti. I più importanti dei più noti in ordine di tempo sono l’Afghanistan, la Libia e, naturalmente, la Siria, dove Washington ha sostenuto l’Esercito siriano libero nella sua guerra contro le forze armate siriane.
L’uso della “guerra per procura” si è rivelato utile per molti anni, quindi la leadership militare statunitense ha presumibilmente continuato a sostenere questa strategia.

In secondo luogo, l’emergere dello stesso Stato Islamico (Daesh) è stato dovuto alle attività nascoste a lungo termine dei servizi di intelligence [in Iraq]. L’ex presidente degli Stati Uniti Barak Obama ha riconosciuto questo fatto in uno dei suoi colloqui (oltre a lui tanti altri e le prove sono schiaccianti, n.d.r.). Presumibilmente Washington sta semplicemente preparando una “rinascita” di estremisti ben addestrati, alla disperata ricerca di denaro e del loro rilascio dalle carceri, per condurre operazioni sovversive nella Siria centrale.

Istruttori USA in Siria addestrano nuove reclute dei terroristi

In altre parole, il metodo di sfruttamento dei miliziani non è nuovo per gli Stati Uniti, hanno già creato un gruppo potente di mercenari (denominati come “ribelli” dalla propaganda di Washington), che rappresenterà una seria minaccia per l’esercito siriano con un po’ di addestramento e l’ accesso alle armi necessarie . È su queste attività che i consiglieri militari statunitensi, che addestrano i miliziani a condurre operazioni sovversive nella Siria centrale, hanno concentrato i loro sforzi.
Oltre agli attacchi armati, è notevole che i compiti dei terroristi includano la distruzione delle linee di rifornimento e il controllo dei valichi di frontiera iracheno-siriano.. Inoltre, la Central Intelligence Agency (CIA) ritiene che un certo numero di estremisti ben addestrati sia in grado di assassinare il presidente della Siria e altri alti funzionari statali.

È difficile contestare che una serie di attacchi terroristici nei territori controllati dal governo non solo minacciano di far saltare la reputazione delle autorità siriane, ma contribuiranno anche a mantenere una minaccia di una maggiore distribuzione del terrorismo internazionale. Molti media mainstream non staranno lontani dagli eventi e riempiranno la scena mediatica con numerose pubblicazioni sulla presunta incapacità di Bashar al-Assad di garantire la sicurezza dei cittadini siriani.

Possiamo solo sperare che Damasco e la comunità mondiale siano in grado di non consentire un comportamento così arbitrario e una violazione del diritto internazionale. Un simile avventurismo dell’intelligence americana difficilmente consentirà loro di raggiungere un obiettivo desiderabile, ma potrebbe ancora provocare spargimenti di sangue e la rinascita del terrorismo non solo in Siria, ma anche in tutto il Medio Oriente (con i suoi strascichi anche in Europa che di regola si allinea alle politiche distruttive di Washington, n.d.r.).

Ahmad Al-Khalad

Fonte: Strategkka 51

Traduzione e note: Luciano Lago

10 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 13:49h, 12 Giugno Rispondi

    Mi pare ovvio che la guerra, nella Siria Martire, non finirà, se non quando collasseranno gli usa, i banditi ebrei che occupano la Palestina non saranno circondati e il boia turcodide erdogan eliminato …

    Cari saluti

  • ARMIN
    Inserito alle 14:12h, 12 Giugno Rispondi

    Le cosiddette élite occidentali, JELLATE, non hanno MAI avuto una chance di vincere in Siria.
    I Siriani sono un Antico Popolo Bianco.
    Tentando di sconfiggere i Bianchi con i colorati raccattati in Africa e nel terzo mondo, i Puritani dimostrano che hanno una strana cultura. o che non hanno altre idee.
    I Puritani decidono di attaccare sempre Popolazioni Antiche Guerriere, che appunto regolarmente LE SUONANO ai liberatori-pirati, colorati e non.
    Come volevasi dimostrare.
    Auguri.

  • Massimo Augusto
    Inserito alle 21:09h, 12 Giugno Rispondi

    Viva Assad e la Siria libera! Fuori tutti dalla Siria, maledetti criminali.

  • Taxidis
    Inserito alle 10:26h, 13 Giugno Rispondi

    Redazione confermo : il trolls che ospitate come tanti altri che si inseriscono sono tutti della fattoria del buon
    giorgietto nostro di ungheria… è un femminello isterico analizzando il modo che dice idiozie , lo stesso softwarere
    che usa na nsa e la cia per stanare on line potenziale e presunti foreign fighters ..ecco tali sono i troll governativi , dei bastardi falliti senza goria , dei criminogeni foreign fighters della galassia ukronazi della nazisraeloUE

  • Hannibal7
    Inserito alle 14:50h, 13 Giugno Rispondi

    “Possiamo solo sperare che Damasco e la comunità mondiale siano in grado di non consentire un comportamento così arbitrario e una violazione del diritto internazionale”
    ….
    Per comunità mondiale cosa si intende precisamente?
    No perché, secondo me,la Siria può fare affidamento solo sull’aiuto della Russia e dell’Iran
    Assad e Putin,insieme col presidente iraniano,dovrebbero legittimare un patto di alleanza cosicché tutte le forze straniere sarebbero costrette a lasciare il territorio siriano per non entrare nella colpevolezza di commettere atti di guerra condannabili in uno stato sovrano
    Inteso che anche gli ebrei sionisti israeliani devono lasciare il Golan

  • Hannibal7
    Inserito alle 15:00h, 13 Giugno Rispondi

    Egregio sig Eugenio Orso il suo selfcontrol,o forse dovrei chiamarlo capacità di ignorare le fregnacce di un utente di questo sito,sono davvero ammirevoli
    Lei è un esempio da seguire…sarà dura per me,ma ci proverò
    Saluti né egregio

    • Giorgio
      Inserito alle 18:52h, 13 Giugno Rispondi

      Caro Hannibal7 …….. voglio risponderti anche io, anche se ti sei rivolto ad Eugenio ……..
      prima di imbattermi in Brescia ho sempre incassato critiche e anche insulti senza battere ciglio …….
      è parte del mio carattere, non solo su questo o altri siti ma nella vita di tutti i giorni ……
      non sono un impulsivo che si butta lancia in resta alla minima contrarietà …… tutt’altro ……
      Ma il livello raggiunto da questo Brescia supera di gran lunga quello dei precedenti provocatori affacciatisi nel sito ……
      e quindi se anche i santi a volte perdono la pazienza …… figurarsi noi ……
      onore ad Eugenio …… ha doti da incassatore migliori delle mie …… che reputavo quasi illimitate ……
      Saluti ….

      • atlas
        Inserito alle 06:54h, 14 Giugno Rispondi

        state dando troppa importanza a una biscia insignificante. La serpe velenosa è l’ardito

        • Giorgio
          Inserito alle 08:22h, 14 Giugno Rispondi

          Vero Atlas ….. non lasciamoci distrarre dalle zanzare moleste ….. però è importante liberarcene …… cosi da poterci dedicare a riflessioni più serie …..
          per loro bastano e avanzano i tanti prodotti in commercio …… citronella, zampironi, insetticidi, racchette elettriche …….

Inserisci un Commento