Washington è sempre alla ricerca di un’altra guerra


di Bruce K. Gagnon


Non ci voluto molto tempo perché gli Stati Uniti alzassero la posta con Cina e Russia. Così, subito dopo la schiacciante sconfitta di 20 anni di morte e distruzione in Afghanistan, troviamo Washington che agita il fuoco e cerca altri guai.

Non è davvero una sorpresa. Basta dare un’occhiata da vicino alla storia degli Stati Uniti: una sporca guerra dopo l’altra.
Proprio la scorsa settimana abbiamo visto la “F the EU” Victoria Nuland andare a Mosca sperando in un’udienza con Putin. Ha avuto modo di incontrare solo diplomatici russi di livello inferiore, ma competenti, e ne è uscita con nient’altro risultato che a favorire il divario tra le due nazioni, USA e Russia. In realtà, quella potrebbe essere stata la strategia degli Stati Uniti.

Si dice che la Nuland sia entrata con una lista delle richieste di Washington. La Russia ha detto “nyet” e ha consegnato a Nuland una lista tutta sua. Ovviamente Nuland ha detto “No” ed è stata poi rimandata negli Stati Uniti.

Il segretario alla guerra Lloyd Austin (ex membro del consiglio di amministrazione della Raytheon) si è appena fermato in Georgia, Ucraina e Romania, prima di dirigere a Bruxelles per stringere le mani con i pagliacci della NATO.

Austin ha dichiarato, durante una conferenza stampa a Bucarest, che lo scopo di queste visite era quello di evidenziare “l’importanza di approfondire la cooperazione tra i nostri alleati e partner del Mar Nero per scoraggiare e difendersi dalle attività maligne russe nella regione”.

Questo è il clamore politico. Il suo vero scopo in Georgia, Ucraina e Romania? Incoraggiare quei paesi a creare problemi a Mosca in ogni modo e in ogni forma possibile. E sono sicuro che Austin ha detto le parole magiche, ‘Naturalmente gli Stati Uniti ti sosterranno se inizierai a litigare con la Russia. Per prima cosa, ti forniremo più armi e pianteremo più truppe nella tua nazione per proteggerti dall’orso russo».

Alla riunione di Bruxelles il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato quanto segue:
“Gli alleati lanceranno un Fondo per l’innovazione della NATO da 1,16 miliardi di dollari per nuove tecnologie emergenti e dirompenti a duplice uso. La NATO stabilirà anche la sua prima strategia di intelligenza artificiale per incorporare analisi dei dati, immagini e difesa informatica”.
Gli alleati stanno spendendo di più in difesa e hanno deciso di aumentare la prontezza delle forze.
Sono stati apportati miglioramenti significativi alle difese aeree e missilistiche dell’alleanza. La NATO chiede di rafforzare le capacità convenzionale con i jet di quinta generazione, adattare le esercitazioni e l’intelligence e migliorare la prontezza e l’efficacia del deterrente nucleare.
Abbiamo scambiato opinioni su come preservare i guadagni e garantire che l’Afghanistan non diventi mai più un rifugio sicuro per i terroristi, ha detto l’americano.
La nuova della NATO assicura che l’alleanza avrà “le forze giuste nel posto giusto al momento giusto”.
Hanno anche sparato alla Cina da dietro le mura sicure del quartier generale della NATO a Bruxelles con un flusso di retorica.

La guerra nucleare è il nostro destino?
Le osservazioni di Austin seguite al completamento di una riunione ministeriale della NATO di due giorni in cui ha affermato che i funzionari hanno offerto “prospettive uniche” sulla Cina, che ha notato rimane la “sfida di primaria” del Pentagono.

“In effetti, plaudo al lavoro della NATO sulla Cina e ho chiarito che gli Stati Uniti sono impegnati a difendere l’ordine internazionale basato su regole che la Cina ha costantemente minato per i propri interessi”, ha detto Austin ai giornalisti.

In un municipio della CNN del 21 ottobre, a Joe Biden è stato chiesto della Cina.

“Voglio solo far capire alla Cina che non faremo un passo indietro, non cambieremo nessuna delle nostre opinioni”. ha detto Biden. Alla domanda se gli Stati Uniti sarebbero venuti in difesa di Taiwan in caso di attacco, ha risposto: “Sì, abbiamo l’impegno a farlo”.

Il segretario di Stato Austin in Ucraina

Ora analizziamo un po’ questo incontro della NATO ei commenti sulla Cina.

Primo, chi ha invaso la Russia? Da quando gli Stati Uniti hanno orchestrato il colpo di stato in Ucraina nel 2014 (quando il popolo etnico russo in Crimea ha votato per chiedere alla Russia di riportarlo nella federazione) non c’è stata invasione di nessuno vicino ai suoi confini. Allo stesso tempo USA-NATO ha tenuto giochi, di guerra lungo i confini russi. Quando Mosca ha risposto organizzando giochi contro la guerra all’interno del proprio paese, Washington e Bruxelles hanno urlato di condanna. Parliamo di un doppio standard!

E si prega di notare le parole sopra di Austin – “Applaudo il lavoro della NATO sulla Cina” – cosa significa?

La NATO è diventata globale. L’Alleanza del Trattato del Nord Atlantico ha ora deciso che dovrebbe “difendere la democrazia nel Pacifico”. Chi è l’aggressore in questo caso? Che diritto ha la NATO di decidere di essere il nuovo poliziotto globale?

Non posso leccare l’Afghanistan, quindi affrontiamo Cina e Russia

La NATO non ha qualunque ragione legittima per esistere oggi: l’Unione Sovietica e la loro Alleanza del Patto di Varsavia sono scomparse da tempo. La Russia ha appena costruito un gasdotto sottomarino chiamato Nord Stream 2 per fornire carburante all’Europa al fine di affettare l’attuale crisi energetica. È un grosso affare per Mosca. Perché la Russia dovrebbe volere la guerra con l’Europa?

La follia di USA-NATO è a chiunque sia disposto a vedere l’ovvio. Washington e Bruxelles sono state prese a calci in culo da un gruppo di talebani mal armati ma determinati in Afghanistan. Ora in qualche modo sognano di poter affrontare sia la Cina che la Russia che hanno formato un’alleanza militare mentre osservano la macchina da guerra infinita della NATO che si dirige verso di loro.

Capisco che tutte queste mosse degli USA-NATO vadano assolutamente a beneficio del complesso militare industriale che ha installato uno dei loro agenti (Lloyd Austin) come segretario alla guerra. Ma questi psicopatici credono davvero di poter iniziare una guerra con Cina e Russia e vincere? Non sanno che una guerra del genere diventerebbe nucleare in un lampo?

È ovvio che la cabala bellica USA-NATO è accecata dal potere e dall’avidità. Non ci può essere altra spiegazione che si avvicini al senso.

È un gioco pericoloso e sporco a cui stanno giocando questi gatti grassi, allo stesso tempo in cui la crisi climatica infuria sui nostri volti, legioni di persone affrontano gli sfratti dalle loro case e il costo della vita di base sale alle stelle.

Stiamo andando verso un collasso negli Stati Uniti e in tutto il mondo? Come potrebbe non accadere in queste condizioni attuali?

Fonte: Global Research

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM