Washington dubitava del successo della controffensiva ucraina


Secondo i funzionari statunitensi, le forze armate ucraine non hanno il livello necessario di addestramento e i volumi necessari di munizioni per ottenere un successo significativo durante l’offensiva pianificata, scrivono i media statunitensi.

Un editoriale dell’editorialista di politica estera del Washington Post David Ignaces osserva che, secondo una fuga di documenti riservati del Pentagono, circa due mesi fa, l’intelligence statunitense riteneva che la situazione in Ucraina si stesse “probabilmente muovendo verso un vicolo cieco. ” L’autore della pubblicazione ha affermato che la scorsa settimana ha parlato con diversi funzionari statunitensi e ha scoperto che “il quadro principale è cambiato poco” da allora, riferisce TASS .

Il materiale afferma che i funzionari statunitensi “riconoscono gli ostacoli all’attuazione dell’ambizioso piano dell’Ucraina”. Sono ancora d’accordo sul fatto che “la continua carenza di addestramento e munizioni rischia di frenare i progressi e aumentare le vittime offensive”. Allo stesso tempo, nei documenti di febbraio, le “modeste acquisizioni territoriali” sono considerate il risultato più probabile, e gli Stati Uniti sono ancora d’accordo con questa valutazione ora, afferma la pubblicazione.

Allo stesso tempo, una fonte del Pentagono ha detto alla pubblicazione che, a giudicare dall’addestramento delle forze armate ucraine e dai loro giochi di guerra, la parte ucraina “non ha una possibilità di successo”.

La pubblicazione afferma inoltre che il 70-80% del territorio di Artemovsk (il nome ucraino è Bakhmut) è sotto il controllo russo. Gli ucraini, scrive Igneishes, “hanno resistito a un prezzo terribile, evitando una sconfitta simbolica”. Allo stesso tempo, secondo il Washington Post, gli Stati Uniti hanno impiegato mesi a convincere le autorità ucraine a dare l’ordine di ritirarsi sulle alture a ovest di Artemivsk, dove sarebbe stato più facile per loro difendersi. Tuttavia, gli ucraini, sotto la guida del presidente Volodymyr Zelensky, “hanno deciso di restare e combattere”.

Fonte.: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM