"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Washington cerca di boicottare le reti TV russe negli USA

L’OSCE sta studiando le richieste USA al canale televisivo russo RT

L’OSCE sta studiando la situazione intorno alla richiesta del Dipartimento della Giustizia statunitense al canale russo RT di registrarsi come agente straniero.
Lo ha dichiarato a RIA Novosti il consigliere del presidente dell’organizzazione per la libertà dei mezzi di comunicazione Anna Lundbladh. “Non abbiamo ricevuto una richiesta ufficiale dalla Russia su questo tema, ma ce ne stiamo comunque occupando”, ha detto la Lundbladh.

Negli ultimi tempi in USA si tenta di boicottare il lavoro dei media russi. Si richiede al canale televisivo russo RT di registrarsi come agente straniero. Inoltre il Congresso sta indagando sulla possibile “influenza di RT attraverso i social network sulle elezioni presidenziali”.

Le autorità russe hanno ripetutamente espresso il loro sostegno al canale televisivo, e hanno anche affermato che possono essere adottate misure di ritorsione contro gli Stati Uniti. Ad esempio, viene considerata la possibilità di riconoscere i media americani come agenti stranieri.

Sabato il presidente russo Vladimir Putin, in una conferenza stampa a magine del vertice APEC, ha definito l’attacco contro i media russi negli USA “un attacco alla libertà di parola” e ha avvertito Washington che Mosca risponderà in modo speculare. Fonte: Pars Today

Nota: Gli osservatori ndipendenti iniziano a chiedersi quale sia il grado della libertà di espressione negli USA se,tramite un espediente, si tenta di mettere il bavaglio ad un canale informativo come RT News che trasmette regolarmente negli USA come in altri paesi del mondo.
Evidentemente Washington ha una strana concezione della libertà di informazione che deve essere assoluta per i suoi grandi network e media come CNN , NBC News, ABC News, Fox News e tanti altri che trasmettono informazioni di dubbia obiettività ma la stessa libertà deve essere soggetta a limitazione per i media come RT che non sono conformi alla linea politica espressa dai media del sistema USA.

RT-Margarita-Simonyan Editore della TV russa in Inglese

Cremlino: “pressione senza precedenti” sui media russi negli Usa

Il Cremlino ha criticato la “pressione senza precedenti” sui media russi negli Stati Uniti e ha minacciato eventuali azioni reciproche. Circolano voci che per ritorsione Voice of America verrà chiusa in Russia, dopo che il Dipartimento di Giustizia statunitense ha indicato “un agente straniero” in Russia Today (Rt), rete tv in inglese finanziata dal governo russo.

La rete è sempre più vista a Washington come strumento di propaganda del Cremlino, utilizzato per interferire nei sondaggi presidenziali degli Stati Uniti del 2016. Secondo il canale, Russia Today ha ricevuto una scadenza: entro il 17 ottobre dovrà registrarsi sotto la pertinente legge americana scritta nel 1938 (nata contro la propaganda nazista).

Radio Free Europe -Organo di propaganda USA nell’Europa dell’Est

Lo status di agente straniero potrebbe significare che il canale dovrà fornire informazioni personali sui propri dipendenti e intervistati, ha dichiarato oggi il direttore di RT Margarita Simonyan. “Se non lo facciamo … i nostri dipendenti e la proprietà saranno fermati”, ha detto, parlando di “espulsione de facto dal paese”.

Inoltre la statale Sputnik, agenzia di stampa che ha la stessa gestione di RT, è sotto l’indagine dell’FBI, secondo i rapporti “Alcuni dei nostri media sono di fronte a una pressione senza precedenti”, ha detto ai giornalisti il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. “Crediamo che questo sia fatto in violazione della libertà di parola e della libertà dei media”.
(Fonte: Aska News )

*

code

  1. MauriZIO 6 giorni fa

    Tutti noi “crediamo che questo sia fatto in violazione della libertà di parola e della libertà dei media” 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. massimo 6 giorni fa

    Non credo che cerchino di boicottare alcunchè perchè basta leggere per esempio Sputnik it e ormai sembra di leggere Repubblica it. Si parla di Corea pericolosa pronta alla guerra e aggressiva, di Trump amico di Putin, dei bei tempi di Berlusconi al governo e altre scemate che non dispiacciono certo agli USA, anzi, ne sono compiaciuti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Animaligebbia 5 giorni fa

    Censuriamo per proteggere la liberta’,ma guarda un po’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace