WAR ZONE. UAV UCRAINI PRENDONO DI MIRA SEBASTOPOLI IN CRIMEA

Il 2 gennaio, l’AFU ha continuato i suoi tentativi di attaccare la città russa di Sebastopoli in Crimea. Finora, almeno due UAV ucraini sono stati intercettati sopra la città. Le forze di difesa aerea russe sono in azione.

Il capo di Sebastopoli, Mikhail Razvozhaev, ha confermato che gli UAV sono stati intercettati sul Mar Nero e ha chiesto alla gente del posto di mantenere la calma. Non ci sono state segnalazioni di esplosioni e distruzioni in città.
L’esercito ucraino prende di mira regolarmente la penisola russa. Un altro UAV è stato abbattuto vicino a Sebastopoli il 31 dicembre. In precedenza, il 30 dicembre è stato intercettato un drone.
L’AFU ha anche tentato di colpire obiettivi in ​​​​Crimea con UAV kamikaze dalla direzione nord. Il 31 dicembre almeno un drone è stato abbattuto sopra la città di Dzhankoy situata nella parte settentrionale della penisola. Secondo rapporti locali, ci sono stati diversi bersagli aerei intercettati dalle forze di difesa aerea russe.

La Crimea rimane uno dei principali punti d’appoggio dell’esercito russo. La città di Sebastopoli è uno dei principali porti militari della Russia. Finora, l’esercito ucraino non è riuscito a infliggere danni significativi all’esercito russo nella penisola.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus