War Zone, Siria: l’aviazione russa ha scatenato un massiccio attacco a sud-ovest di Idlib


BEIRUT, LIBANO (12:30 AM) – L’Aeronautica russa ha scatenato un nuovo round di attacchi aerei ieri sera, prendendo di mira diverse aree nella campagna sud-occidentale dells provincia di di Idlib.

Con l’interventi dei suoi jet Sukhoi, l’Aeronautica russa ha martellato la piana di Al-Ghaab questa sera, colpendo una serie di siti jihadisti all’interno delle città di Amqiyah e Amqaka.

Secondo una fonte militare nella vicina Hama, l’Aeronautica militare russa stava prendendo di mira le posizioni appartenenti ai ribelli jihadisti di Hay’at Tahrir Al-Sham.

L’attacco al sudovest di Idlib arriva appena 24 ore dopo che i terroristi del Hay’at Tahrir Al-Sham avevano tentato di bombardare con i droni la base aerea russa di Hmeimim nel sud-ovest di Latakia.
Gli attacchi dei droni jihadisti sono stati totalmente respinti dall’aeronautica militare russa prima che le bombe potessero raggiungere la base aerea di Hmeimim.

Secondo una fonte militare nella vicina Hama, l’Aeronautica militare russa, con le sue incursioni, stava prendendo di mira i siti appartenenti ai ribelli jihadisti di Hay’at Tahrir Al-Sham da cui provenivano gli attacchi dei droni.
Gli analisti militari osservano che i gruppi jihadisti hanno ricevuto armi sofisticate, come i droni, missili anticarro Tow, e altre armi, da parte dei loro sponsor USA e sauditi che non hanno mai fatto mancare appoggio e rifornimenti ai gruppi terroristi che combattono contro le forze del governo di Damasco.

L’Aeronautica russa distrugge la base jihadista nel sud di Idlib
BEIRUT, LIBANO (21:05) – L’aeronautica russa ha scatenato un attacco diffuso nel nord-ovest della Siria, nella giornata di ieri, prendendo di mira una serie di siti appartenenti ai ribelli jihadisti.

Usando i loro jet Sukhoi, l’Aeronautica russa ha lanciato oltre 35 attacchi aerei venerdì, colpendo siti nei governatorati di Idlib, Hama e Aleppo.

Più recentemente, l’Aeronautica russa ha lanciato attacchi nelle città di Hizareen, Qasabiyeh, Tramla e Habit nel sud di Idlib; questi attacchi hanno preso di mira le posizioni di Hay’at Tahrir Al-Sham e Jaysh Al-Izza.

Durante questi attacchi, una fonte militare siriana nella vicina Hama ha detto ad Al-Masdar che l’aviazione russa ha distrutto una base jihadista in questa regione di Idlib.

Oltre ai loro attacchi aerei sul sud dell’Idlib, l’aviazione russa ha anche preso di mira le posizioni di Hay’at Tahrir Al-Sham all’interno del Governatorato di Aleppo.

L’Aeronautica russa ha riferito di aver bombardato le posizioni di Hay’at Tahrir Al-Sham all’interno della città di Kafr Hamra, che si trova nella campagna nord-occidentale del Governatorato di Aleppo.

Attivisti dell’opposizione hanno accusato l’aviazione russa di aver ucciso una mezza dozzina di civili e ferendone altri 12 durante il bombardamento della Siria nordoccidentale venerdì.

Campo profughi di Rubkan


La stessa opposizione ha passato sotto silenzio le circa 1600 vittime civili causate dai bombardamenti della colizione USA e le condizioni disastrose in cu si trova la popolazine civile nel campo di Al Rubkan, nell’est della Siria, che da tempo è illegalmente sotto il controllo degli Stati Uniti. I russi denunciano che le forze statunitensi stanno ostacolando il ritorno dei profughi del campo di Rubkan nei luoghi di origine, anche se il paese è in gran parte pacificato e non sussiste più la necessità di un campo profughi. Il comando USA non consente il trasferimento dei rifugiati e l’entrata degli aiuti umanitari. La presenza di questo campo serve agli USA per giustificare la presenza nella zona delle loro truppe.

Fonte: AL Masdar News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

1 commento

  • Man
    29 Aprile 2019

    Ma la Russia a che gioco continua a giocare? E che ci vuole in quarantotto ore a farla finita con sti pseudo “combattenti” foraggiati in primis da Usa-Is-Ra-El e whabiti vari? Vabbene la “geopolitica” ma qui si è oltre ogni ragionevolezza umana!

Inserisci un Commento

*

code