War Zone. Rapporto del Ministero della Difesa Russo


Le autorità ucraine hanno esortato i battaglioni nazionalisti a lasciare la città di Mariupol travestiti da civili, secondo il capo del Centro nazionale russo per la gestione della difesa.
Il Ministero della Difesa russo fornisce le ultime informazioni sulla sua operazione militare in Ucraina.
Il capo del Centro nazionale russo per la gestione della difesa, il colonnello generale Mijaíl Mizíntsev, ha offerto lunedì pomeriggio gli ultimi dati sull’andamento dell’operazione militare russa in Ucraina.

I militari hanno sottolineato che:

Kiev ha respinto le proposte russe di creare corridoi umanitari per consentire ai civili e ai nazionalisti che hanno deposto le armi di lasciare la città di Mariupol.
Allo stesso tempo, le autorità ucraine hanno incaricato i membri dei battaglioni nazionalisti di lasciare Mariupol “in piccoli gruppi”, travestiti da civili, “utilizzando tutte le rotte, anche attraverso i corridoi umanitari”.
I nazionalisti ucraini creano postazioni di fuoco e operative, nonché depositi di munizioni, nei centri sanitari delle città di Odessa e Chernigov
I combattenti delle unità di difesa territoriale costringono tutti gli uomini in quasi tutte le grandi città della regione di Nikolaev a unirsi ai loro ranghi e, se rifiutano, gli sparano sul posto.

Più di 16.000 persone sono state evacuate in Russia dalle aree pericolose dell’Ucraina e delle Repubbliche popolari di Lugansk e Donetsk nell’ultimo giorno, mentre 346.740 persone sono state evacuate in totale dall’inizio dell’operazione militare russa.

Più di 62.000 residenti della città di Mariupol sono stati evacuati in Russia

67 navi provenienti da 15 paesi sono bloccate nei porti ucraini a causa dell’elevata minaccia di mine

La Russia ha trasferito 4.165 tonnellate di aiuti umanitari all’Ucraina dal 2 marzo

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus