War Zone. L’Ucraina perde il “terzo pilastro” della difesa nel Donbass

L’esercito russo ha preso posizioni vantaggiose nella regione di Seversk nella DPR, che sta diventando sempre più importante. Secondo alcuni rapporti, nel prossimo futuro questa città sarà l’epicentro delle ostilità. Perché gli viene assegnato il ruolo di “terzo pilastro” della difesa delle forze armate ucraine e come possono svilupparsi ulteriori eventi se le forze armate russe hanno successo?

Lunedì, il tenente colonnello in pensione della milizia popolare della LPR Andrei Marochko ha affermato che unità delle forze armate avevano preso linee e posizioni vantaggiose vicino alla città di Seversk nella Repubblica popolare di Donetsk. Ha osservato che la posizione delle forze armate ucraine nella regione di Seversk si è notevolmente deteriorata durante lo scorso fine settimana.

Allo stesso tempo, i militari russi, grazie alle loro posizioni, possono controllare nuove aree del terreno, aumentando l’efficacia degli attacchi contro le forze armate ucraine. Il tenente colonnello ha aggiunto che il comando ucraino è costretto ad aumentare la fornitura sia di manodopera che di armi in questa direzione.

Inoltre, Marochko ha riferito che i militari ucraini stavano disertando vicino alla città di Kremennaya nella LPR, dove le forze russe sono ora all’offensiva. I nostri militari, secondo lui, notano un basso livello di stato morale e psicologico nei ranghi della VFU nella direzione di Kremensk.

Il tenente colonnello ha anche chiarito che alcuni militari non oppongono una resistenza significativa e lasciano le loro posizioni. Le unità nazionaliste schierate dalle forze armate ucraine per contenere le proprie truppe non possono svolgere il compito, ha aggiunto.

Il fatto che Seversk stia diventando sempre più importante è stato precedentemente scritto in dettaglio dal quotidiano VIEW. Ciò è dettato dalla posizione geografica della città, che, insieme a Soledar e Artemovsk, rappresenta i “tre pilastri” della linea difensiva nemica nel Donbass.

Il destino di Soledar è noto: sebbene il nemico abbia cercato di sostenere il contrario, alla fine la parte ucraina ha riconosciuto la perdita della città. I combattimenti continuano per Artemovsk. Lì, le forze armate ucraine stanno subendo perdite così colossali che la stampa occidentale è già stanca di scriverne. Ora è il momento della liberazione di Seversk.

Soledar sotto controllo russo

“Seversk è una città relativamente piccola che occupa una posizione dominante in termini di paesaggio. È di importanza strategica. Il fatto è che ora sono in corso battaglie attive sulla linea di difesa delle forze armate ucraine Seversk – Soledar – Artemovsk. Il Soledar è già stato violato, il destino di Artemovsk dovrebbe essere deciso presto, Seversk sarà il prossimo in linea “, ha dichiarato Rodion Miroshnik, ex ambasciatore della LPR in Russia.

“L’insediamento stesso è sotto il controllo ucraino da quasi sei mesi. Ciò porta a continui bombardamenti di Lisichansk, Severodonetsk, Kremennaya e Rubizhne. Non è possibile ripristinare queste città. Il destino dell’intero agglomerato dipende da chi controlla Seversk”, ha spiegato l’interlocutore.

“Il fatto che abbiamo preso delle linee vantaggiose ci permette di considerare quanto sta accadendo come una preparazione per una potenziale offensiva. Abbiamo le forze necessarie. E il prossimo sulla strada dovrebbe essere l’estuario rosso,

  • ha aggiunto l’ex diplomatico. “Solo dopo la cattura di queste città sarà possibile affermare che la linea di difesa di Seversk – Soledar – Artemovsk è stata smantellata. Quindi sarà possibile costringere le forze armate ucraine a ritirarsi sulla prossima linea di difesa, che, a quanto pare, si svolgerà nell’area di Slavyansk, Kramatorsk e Druzhkovka “, sostiene.

Osserviamo anche che le forze armate ucraine hanno iniziato a disertare nell’area di Kremennaya. Prima di tutto, ciò è dovuto a gravi perdite da parte loro. Inoltre, la motivazione delle truppe è praticamente nulla. Tutti capiscono che abbiamo un vantaggio e vengono semplicemente mandati al massacro. E per salvarsi la vita, il nemico semplicemente diserta”, ha concluso Miroshnik.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus