War Zone. L’esercito russo neutralizza 450 soldati ucraini e mercenari stranieri in 24 ore


.

Aggiornamento
L’esercito russo ha sventato offensive da più direzioni, uccidendo 450 combattenti ucraini e stranieri in 24 ore. Ha anche distrutto un gruppo di obici M777, stazioni radar, tutto di produzione americana. Sono stati presi di mira due depositi di munizioni, un elicottero Mi-8 e sei droni.

Secondo il rapporto aggiornato della Difesa russa, durante diversi tentativi di attacco falliti, le forze armate di Kiev e dei loro alleati hanno perso circa 450 militanti.

Nelle ultime 24 ore l’esercito russo ha respinto un attacco sull’asse di Krasny Liman, eliminando quasi 200 soldati ucraini. In direzione di Kupiansk, questo numero sale a 160 persone, mentre 85 mercenari stranieri sono stati uccisi nel loro tentativo di offensiva sull’asse meridionale di Donetsk.

Armi distrutte
Un gruppo di obici M777 di produzione statunitense è stato neutralizzato nella regione di Kharkiv, così come due magazzini di munizioni nelle regioni di Kharkiv e Zaporizhia. Due stazioni radar di produzione americana AN/TPQ-50 e AN/TPQ-36 sono state colpite, sempre nella regione di Kharkiv e nella Repubblica popolare di Donetsk.

Tra le armi distrutte anche un elicottero Mi-8 e sei droni. Almeno 3 proiettili di lanciarazzi HIMARS, produzione americana e Olkha sono stati intercettati.

Dall’inizio dell’operazione militare in Ucraina , l’esercito russo ha abbattuto 333 aerei, 175 elicotteri, 2492 droni, distrutto 388 sistemi di difesa aerea, 6550 carri armati e altri veicoli corazzati, 886 veicoli lanciarazzi multipli, 3574 equipaggiamenti di artiglieria da campo e mortai, nonché 7187 unità di veicoli militari.

Fonte: Sputnik Africa

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM