War Zone.L’esercito russo ha lanciato un’intensa offensiva nell’area di ​​Syeverodonetsk, bloccando gli accessi a Lisichansk

Dopo un contrattacco infruttuoso dell’esercito ucraino nell’area ​​contesa, a seguito del quale è stata distrutta una grande quantità di equipaggiamento militare delle forze armate ucraine, si è saputo che l’esercito russo aveva lanciato la sua offensiva in quest’area.

Ad oggi questo tratto del fronte è segnato da scontri molto gravi, tuttavia, secondo il segretario del Consiglio di sicurezza della Repubblica cecena, Apti Alaudinov, l’esercito russo sta avanzando intensamente in questa direzione, dimostrando successo.

“Ogni giorno sentiamo che il nemico avanza nella nostra direzione, che ha ottenuto dei successi molto seri. Ci tengo a far notare che sul nostro settore del fronte, i nostri combattenti, insieme al Secondo Corpo d’Armata della Milizia Popolare della LPR e ai “musicisti” (“Gruppo Wagner”) ogni giorno avanzano lentamente in direzione del nemico, stiamo schiacciando alcune sezioni del fronte “, ha detto Alaudinov.

Questa sezione del fronte è di natura molto importante, in quanto consente di coprire Lisichansk dall’offensiva delle truppe ucraine/Nato e, allo stesso tempo, offre l’opportunità di organizzare una controffensiva in direzione di Svyatogorsk

Le forze armate ucraine non si stanno ritirando vicino a Bakhmut e negli insediamenti vicini sono in corso pesanti combattimenti. La prima linea corre nelle vicinanze di Mykolaivka e Otradivka. Le aree fortificate ucraine/Nato sono ora sotto il fuoco di tutta la potenza di fuoco a disposizione delle truppe russe. Le forze armate ucraine/Nato stanno resistendo fino alla fine e sia la manodopera che l’equipaggiamento pesante vengono portati qui. I caroselli cisterna sono in funzione. Tutti i rapporti di ritiro non sono veritieri. Le forze superiori del nemico stanno combattendo per ogni metro di terra e ogni casa.

Nelle ultime 24 ore, l’aviazione russa ha abbattuto nei cieli sopra il DNR un caccia MiG-29 e un bombardiere Su-24 in prima linea dell’aviazione ucraina.

Fonti: : https://avia.pro/news/rossiyskaya-armiya-pereshla-v-intensivnoe-nastuplenie-v-rayone-spornogo-perekryvaya-podstupy-k

South Front

Traduzione: Luciano Lago

1 Commento
  • Luig De Vincentis
    Inserito alle 13:14h, 11 Ottobre Rispondi

    Non sono in grado di commentare l’aspetto militare contingente l’articolo. Credo di essere però in grado di affermare,con cognizione di causa, la cecità dei leader europei…..La storia dovrebbe loro insegnare che il primo conflitto mondiale non lo voleva nessuno e, invece lentamente ci scivolarono,chi per una ragione chi per un’altra,tutti dentro…anche gli USA per ultimi…come sempre.
    La storia dovrebbe loro insegnare inoltre che la seconda guerra mondiale iniziò nel settembre del 1939 con l’attacco alla Polonia da parte della Germania, poi tutto si calmò fino al Maggio del 1940. Quel periodo di calma apparente fu chiamata “la strana guerra”. Qualcuno, in questi giorni, sostiene che se durante quel periodo di ben sette Mesi,, fossero stati avviati dei contatti fra Germania, da una parte anglo-francesi dall’altra, si sarebbe potuto evitare quello che accadde poi. Dico questo perchè qualche acuto osservatore, sta paragonando quella “strana guerra” di sette mesi fra l’Ottobredel 1939 e l’Aprile del 1940, all’attuale periodo di guerra per procura fra l’occidente (leggi USA) e la Russia….la differenza fra ciò che accade dopo la “strana guerra” 1939/40 e ciò che potrebbe accadere ora, dopo la guerra per procura, è che ora ci sono le bombe atomiche…chi vuole intendere intenda.

Inserisci un Commento