"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

War Zone: Le truppe turche attaccano le forze del governo siriano ad Afrin

di Andrew Illingworth

BEIRUT, LIBANO (17:15) – L’esercito turco ha attaccato le forze governative siriane nella regione afrina di Aleppo, lo ha riferito una fonte militare ad Al-Masdar News questo pomeriggio.

Secondo la fonte militare, l’esercito turco ha bombardato pesantemente le forze governative siriane vicino alla città di Afrin – non sono state riportate vittime.
Oltre ai bombardamenti, l’esercito turco haanche   fatto volare un drone armato sulle posizioni delle forze del governo siriano; questo ha spinto le forze siriane ad abbattere il velivolo senza pilota.
Le forze del governo siriano sono entrate ad Afrin, oggi, equipaggiate con mitragliatrici antiaeree e un grande arsenale di missili.

Accordo raggiunto tra Forze dell’esercito Siriano e unità curde dell’YPG-La priorità è difendere la sovranità della Siria dagli invasori: turchi, americani e israeliani

BEIRUT, LIBANO (16:03) – Le unità paramilitari pro-governative siriane delle Forze di difesa nazionali (milizie nazionali) stanno mobilitando truppe, veicoli e armature in gran numero per entrare ad Afrin e assistere le forze curde nella loro lotta contro l’esercito turco e le sue milizie proturche.
Questo nuovo  sviluppo della situazione arriva esattamente 30 giorni dopo che Ankara ha mobilitato l’esercito turco e le fazioni libere dell’Esercito siriano libero per attaccare le forze curde in Afrin sotto la direttiva militare “Olive Branch”.

Un soldato siriano che ha filmato la mobilitazione delle unità paramilitari filo-governative vicino alla regione afrin  curda ( vedi video ) ha lanciato con entusiasmo un avvertimento alle forze filo-Ankara, riferendosi a Erdogan come un “cane” mentre lo faceva.

Il video mostra il distaccamento delle Forze di Difesa Nazionale nella zona che mobilita molte dozzine di pickup armati così come diversi veicoli da combattimento della fanteria BMP e almeno un carro armato principale.

Nonostante le notizie che dicono diversamente, le forze filo-governative siriane non sono ancora entrate in Afrin. In ogni caso, un intervento massicio delle forze guidate da Damasco sembra essere imminente.

Fonte: Al Masdar News

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. geometrio ellittico 6 mesi fa

    Avevi ragione su erogan , lui sta con gli usa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Idea3online 6 mesi fa

    La Turchia non andrà oltre, non h nessun interesse a demoralizzare la trattativa con la Russia, testerà un limite e dopo retrocederà.
    Gli USA si spingono in Siria, la Russia entra in Libia. Gli USA sono l’Impero debole in questo momento, possono applicare una strategia, ma è sempre debole perchè indebolita da veloci Reazioni delle Russia e della Cina.
    Gli USA sviluppano CAOS in Siria, la Russia riporta ORDINE in Libia, ed sviluppa il CAOS in Italia, perchè con la Russia in Libia l’Italia sente prurito al piede ed il Sud Europa è compromesso.
    Gli USA sono sempre un Impero Potente, ma in questa fase della Storia debole, perchè è un Potere in declino, ed la Russia è un Impero in Rinnovamento ed in Siria conta la Russia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio 6 mesi fa

    Continuo a sostenere la mia idea, i turchi non stanno con gli usa. Forse sono i siriani che vogliono staccare i curdi dagli yankees che li hanno mollati nella merda.. se avrò torto e sarà dimostrato lo ammetterò, nel frattempo non mi nascondo.. sono Fascista, non ho bisogno di mentire per vivere..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 6 mesi fa

      bravo ! Nella vita si deve riuscire se si vuole rientrare

      Rispondi Mi piace Non mi piace