"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

War Zone: le truppe siriane d’élite conquistano altre 5 città nei pressi di Idlib

BEIRUT, LIBANO (4:09 PM)Le truppe d’assalto dell’Esercito arabo siriano hanno avuto un impegnativo giovedì di combattimenti nella provincia di Idlib con operazioni condotte contro le milizie degli jihadisti nelle ultime 12 ore, con la conseguente liberazione di non meno di nove città e villaggi in tutta la campagna sud-orientale della regione.

Secondo i rapporti che vengono comunicati da fonti militari , le unità delle Forze della Tigre dell’esercito arabo siriano e della quarta divisione meccanizzata sono piombate attraverso altre cinque città nella provincia sud-orientale di Idlib nelle ultime ore dopo aver catturato altri 4 insediamenti all’inizio della giornata .

Le città sono state identificate come Um Rajem, Sheikh Barakah, Qasr Abiyad, Al-H aqiyah e Rabit Mousa.

Con l’ultima avanzata attualmente l’esercito siriano si è posizionato a distanza di tre chilometri dalla città di Sinjar, ancora tenuta dagli jihadisti.

Sinjar ha un valore strategico enorme; in primo luogo si tratta di una città trasversale da cui si controlla la strada per l’aeroporto militare di Abu Duhur (obiettivo molto ricercato dell’Esercito siriano) e le rotte di traffico generale tra le province di nordest di Hama, sud-est Idlib e sud di Aleppo e, in secondo luogo, è un importante roccaforte utilizzata dal gruppo terrorista Ha’yat Tahrir al-Sham (ex Jabhat al-Nusra) legato ad al-Qaeda.

Forza Tigre Esercito siriano

Nel frattempo procede l’offensiva nell’Est di Damasco

L’Esercito siriano ha lanciato questo Giovesì prevista grande offensiva nei sobborghi di Harasta, nell’est di Damasco, per liberare la sua base strategica di veicoli blindati che era asediata da gruppi terroristi.
Secondo le prime informazioni, le forze siriane, appoggiate da truppe d’elite e dall’artiglieria, sono riuscite a recuperare alcune costruzioni chiave nell’ovest della base, da dove l’Esercito può tagliar le rotte di rifornimento ed il movimento dei gruppi terroristi in questa zona.
Le forze governative hanno respinto tre ondate di attacchi violenti degli estremisti alla citata base ed hanno abbattuto decine di terorristi, tra loro uno dei tre capi del gruppo.
Contemporaneamente i caccia bombardieri dell’Aviazione siriana hanno realizzato vari attacchi aerei nella zona extraurbana di Harasta prima che l’Esercito iniziasse la sua avanzata sul terreno.

Da varie informazioni risulta che il comando USA già sta fornendo armi ed equipaggiamenti ai suoi alleati delle Forze Democratiche Siriane (FDS) per prepararsi a contenere l’avanzata dell’Esercito siriano nell’Est di Damasco.

I nuovi movimenti dell’Esercito siriano si producono dopo la sconfitta dei terroristi nella regione del Guta Occidentale (all’Ovest di Damasco), dove la maggior parte dei terroristi si sono arresi all’Esercito siriano o hanno accettato un accordo di evacuazione.

Fonti:     Al Masdar News 

——-  Hispan Tv

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

 

*

code

  1. Mardunolbo 2 settimane fa

    Peccato per i “terroristi” arresi. Io avrei tolto le armi ed eliminati come si fa sempre con i ratti di fogna…
    Comunque la derattizzazione prosegue in Siria e cio’ mi fa piacere !

    Rispondi Mi piace Non mi piace