War Zone. L’aviazione russa colpisce le posizioni delle forze armate ucraine a Vugledar per il terzo giorno consecutivo


Negli ultimi tre giorni le forze aerospaziali russe hanno colpito sistematicamente il personale militare ucraino asserragliato a Ugledar.

Le unità ucraine in questa città usano esattamente la stessa tattica utilizzata ad Artyomovsk. Trasformano i piani superiori dei grattacieli in punti di tiro, posizionando lì lanciagranate, operatori ATGM, cecchini e mitraglieri. Inoltre, i piani superiori degli edifici vengono utilizzati come posti di osservazione.

Negli scantinati dei grattacieli, i luoghi per l’alloggio del personale e i depositi sono dotati di armi e munizioni.
Le truppe russe non hanno ancora iniziato a prendere d’assalto la città, poiché proprio a causa della presenza di numerosi punti di tiro nemici nei grattacieli, questo sarebbe irto di perdite significative.

In una situazione del genere, come si suol dire, l’esercito russo dà fuoco al nemico con l’aviazione. A Vugledar vengono effettuati attacchi con missili e bombe su obiettivi individuati tramite la ricognizione.

Oggi uno degli attacchi ha distrutto le postazioni di tiro delle forze armate ucraine nella parte meridionale della città. I nidi di mitragliatrici e almeno due posizioni ATGM sono stati trasformati in un mucchio di cemento e privati dei rinforzi. Almeno 18 militanti ucraini sono stati eliminati; i soldati ucraini sopravvissuti (a quel tempo) hanno cercato di scappare in un altro grattacielo, ma gli attacchi dell’aviazione sono arrivati anche lì.

Continuano gli attacchi aerei sulle posizioni delle forze armate ucraine a Vugledar. Vengono utilizzati principalmente aerei caccia bombardieri, utilizzando bombe di vari calibri.

TG/Reporter Rudenko

Fonte: Top War.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

4 commenti su “War Zone. L’aviazione russa colpisce le posizioni delle forze armate ucraine a Vugledar per il terzo giorno consecutivo

  1. “Un popolo dovrebbe capire quando ha perso…” Dice così il generale romano prima della battaglia a Massimo X nel film “il Gladiatore”. Ed in effetti cosa ci sia di valoroso nel farsi ammazzare fucile contro cannone non si capisce.

  2. Se si deve testare il nuovo missile a propulsione nucleare, quale posto migliore del palazzo del governo fantoccio a Kiev? …ovvio prima bisogna avvisare la popolazione, ma senza dire quando succederà. Colpirne uno per educarne cento

    1. Se la Russia offrisse 10 bancali di lingotti d” oro come premio a coloro che portano a Mosca la testa del dittatore Ucraino di Zelensky e dei 10 ministri del suo regime NON avrebbe affatto una vita lunga !
      Forse perfino la Ducetta Melona potrebbe recarsi a Kiev per avvelenare Zelensky per poi tagliargli la testa per portarla a Mosca per portarsi a casa qualche tonnellate di ORO ESENTASSE !
      P.S.
      Alla Russia costerebbe di meno offrire un premio di 10 tonnellate di oro sonante ai sicari del dittatore di Kiev che bombardare con un” arma termonucleare Kiev e subire danni ingenti pure in Russia o Bielorussia per la ricaduta della NUBE radioattiva !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM