WAR ZONE. LA DIFESA UCRAINA A BAKHMUT SULL’ORLO DEL COLLASSO

Bakhmut è diventato un calderone insanguinato dove Kiev deve spendere enormi risorse umane per mantenere le sue posizioni. Le forze ucraine e della NATO stanno lasciando i villaggi uno dopo l’altro permettendo ai combattenti russi della Wagner che avanzano di circondare parzialmente la città.

Secondo quanto riferito, il distretto di Bakhmut è difeso dalla 30a e 53a brigata delle forze armate ucraine.

Le battaglie di posizione continuano nella zona industriale alla periferia est della città, dove nessuna delle parti in guerra rivendica il controllo delle nuove strutture, ma tutte subiscono perdite nei combattimenti di strada.

I combattenti di Wagner continuano la loro avanzata in direzione sud-ovest. Il gruppo Western Wagner ha già assicurato roccaforti nei villaggi che sono stati recentemente presi sotto il loro controllo lungo la strada meridionale per Bakhmut. I russi stanno ora prendendo d’assalto il villaggio di Kleshcheyevka.

L’accerchiamento della città dalla direzione sud-occidentale consentirà alle forze russe di aggirare le principali difese ucraine nella periferia meridionale della città, dove continuano i pesanti combattimenti per il villaggio di Opytne.

I combattenti Wagner non hanno fretta di condurre operazioni d’assalto a Bakhmut, ma stanno cercando di espandere la zona di controllo intorno alla città.

Il capo del PMC “Wagner” Yevgeny Prigozhin ha affermato che i russi hanno il compito di distruggere l’esercito ucraino e ridurne il potenziale di combattimento, ma non di prendere d’assalto la città. Tali tattiche dovrebbero portare alla liberazione della città senza pesanti combattimenti per le strade e avere anche un effetto positivo su altri fronti dell’Ucraina orientale.
Di conseguenza, l’esercito ucraino perde ogni giorno da 500 a 800 soldati uccisi e feriti nel “carnaio di Bakhmut”.

Gli ospedali di Bakhmut e delle città vicine sono già pieni di centinaia di feriti. Le pesanti perdite colpiscono il morale delle truppe ucraine e aumentano il carico sul sistema di supporto medico e logistico.

Gli esperti militari statunitensi che hanno visitato la città a fine di Novembre hanno riportato l’impressione che la città si sta trasformando in una gigantesca fossa comune per l’esercito ucraino: “non avevamo mai visto niente di simile”, hanno detto. La citta si trova circondata da colline da dove l’artiglieria russa martella con il fuoco delle artiglierie le posizioni russe. Il gelo dell’autunno ha reso il terreno un insieme di fango e ghiaccio dove hanno difficoltà a muoversi i mezzi blindati che rimangono infangati e diventano un facile obiettivo per l’artiglieria. La città è diventata una gande trappola per le forze ucraine e non basta l’arrivo di rinforzi e di rifornimenti per le forze ucraine sotto assedio ed a rischio di essere stretti in una sacca.

Trincee ucraine

Dall’inizio di dicembre, il numero di servizi di giornalisti ucraini e stranieri dalla città devastata dalla guerra che coprono il deplorevole stato delle truppe ucraine è aumentato notevolmente. Questo può essere valutato come un tentativo di Kiev di preparare l’opinione pubblica all’imminente resa dell’esercito ucraino a Bakhmut.

Fonti: South Front – Latin News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

13 Commenti
  • flores
    Inserito alle 20:26h, 08 Dicembre Rispondi

    Tutto questo avviene perchè i criminali governanti americani fomentano odio e guerra ovunque, per fare i loro sporchi interessi imperialisti. Provo una profondissima pena per quei giovani, ucraini o russi che siano. La Bestia dovrà prima o dopo essere fermata.

    • Mondo Cane
      Inserito alle 22:11h, 08 Dicembre Rispondi

      Se vuoi che la Bestia sia fermata devi Eliminare tutti i suoi mandati che sono i capi dei vari regimi che governano i paesi USA-UK-UE !
      Sono stati i paesi occidentali a progettare, pianificare ed istigare questa guerra !
      Finché non cessano le mastodontiche forniture di armamenti e munizioni Occidentali al regime UCRAINO e finché non cessano gli enormi finanziamenti Occidentali agli Ucraini la guerra CONTINUERA !

  • Lorenzo
    Inserito alle 21:08h, 08 Dicembre Rispondi

    Non capisco perché gli ucraini non ripiegano su posizioni più sicure invece di insistere nella resistenza e perdere risorse preziose

    • nicolass
      Inserito alle 21:21h, 08 Dicembre Rispondi

      perché sono idioti come quelli che li mandano a morte certa.. perché non ti arruoli pure tu visto che tieni tanto alla sorte di quella feccia umana?

      • Mondo Cane
        Inserito alle 21:58h, 08 Dicembre Rispondi

        Non si arruola perché è un vile cialtrone Filo-USA che ama guardare le guerre “umanitarie” NATO in televisione !

        • Lorenzo
          Inserito alle 13:30h, 09 Dicembre Rispondi

          Non mi va di dare una risposta degna del vostro livello, dimostrate solo ignoranza e mancanza di rispetto per le persone che hanno opinioni diverse, ma almeno siete coerenti come filorussi, dove è noto che non esiste opposizione politica, altrimenti si finisce come minimo in carcere

    • mondo falso
      Inserito alle 22:59h, 08 Dicembre Rispondi

      secondo me i soldati ucraini si drogano , non e’ umano suicidarsi cosi’……..e sapendo anche che cosi’ facendo la tua famiglia morira’ di fame e di freddo

      • antonio
        Inserito alle 06:53h, 09 Dicembre Rispondi

        Se si ritirano – i nazzi.ebron dei comandi imboscati li fucilano sul posto
        e così fanno con le loro famiglie
        come del resto succedeva a noi nel 1915 e nel 1940 se disertavi

    • Pavel
      Inserito alle 23:12h, 08 Dicembre Rispondi

      Non la possono perdere perchè è un nodo logistico troppo importante per loro ,

  • nicolass
    Inserito alle 21:19h, 08 Dicembre Rispondi

    Suonate violìni ,,.. suonate il Requiem per tutti i neonazisti del mondo… non ho orecchi che per voi

  • Vecchio storico
    Inserito alle 22:11h, 08 Dicembre Rispondi

    La imminente schiacciante vittoria a Bakmut aprirà verso Sloviansk e Kramatorsk. Poi bisognerà rientrare a Karkov. Per la NATO e l’UE un grave smacco. Sarà anche la fine del neofascismo della Von Der Layen di Borrell di draghi di Gentiloni di Letta del PD. Sarà la rinascita della democrazia in Italia.

  • antonio
    Inserito alle 06:48h, 09 Dicembre Rispondi

    Za Pobeda
    ci riprendiamo l’ Europa
    inglesi e americani son benvenuti – come turisti rieducati e gentili

Inserisci un Commento