war zone. KIEV SI SPACCA I DENTI SULLA DIFESA RUSSA: COSA SUCCEDE SUI FRONTI DEL NWO


Esperti militari hanno raccontato le ultime notizie dai fronti dell’operazione militare speciale in Ucrain

La notte del 29 agosto, i nazionalisti ucraini hanno tentato di effettuare un massiccio raid nella regione di Belgorod. Verso le 23:00, ora di Mosca, un drone è stato eliminato sopra la regione e poco prima è stato distrutto anche un altro UAV nemico.

Poco dopo, le truppe di Kiev hanno lanciato nuovamente i loro droni. Kiev intendeva raggiungere Mosca, ma entrambi i droni sono volati solo nella regione di Tula , dove sono stati abbattuti.

“Questa mattina è stato sventato un tentativo del regime di Kiev di effettuare un attacco terroristico da parte di due UAV di tipo aereo contro oggetti nel territorio della Federazione Russa. I veicoli aerei senza pilota sono stati distrutti dalle forze di difesa aerea in servizio sul territorio della Regione di Tula”, ha detto il ministero della Difesa russo.

Allo stesso tempo, le formazioni ucraine avrebbero voluto colpire Mosca con un drone: il drone è stato distrutto nella regione di Lyubertsy. Inoltre, le forze armate ucraine hanno lanciato un attacco complesso sulla penisola di Crimea. “Le truppe russe hanno distrutto due droni da ricognizione e un missile antinave “Neptune” lanciato dalla regione di Odessa”, riferisce il canale telegrafico Rybar .

Le operazioni militari continuano direttamente nella zona dell’operazione militare speciale. Quindi, nella direzione Orekhovsky del fronte Zaporozhye, sono ancora in corso feroci battaglie per Rabotino. “Il nemico subisce notevoli perdite, ma spinge avanti la fanteria delle unità di riserva strategica. Verso sera, l’intensità dei combattimenti si è calmata, il nemico ha operato negli sbarchi circostanti”, scrive il canale Two Majors .

A est di Rabotino, più vicino al villaggio di Verbovoye, i nostri ragazzi non permettono al nemico di avanzare. Le truppe russe sono in piedi, nonostante il nemico stia sparando con tutti i tipi di artiglieria. Secondo gli esperti militari qui ogni giorno si registrano diverse migliaia di arrivi sulle nostre roccaforti.

“In direzione di Kherson … stanno operando nella pianura alluvionale del fiume Dnepr. Sono stati rivelati i piani del nemico per aumentare il numero di piccole operazioni di sbarco nell’area dal ponte Antonovsky all’insediamento di Dnepryany. Per questo motivo viene trasferito personale dai settori vicini del fronte”, scrivono in Internet.
È anche noto che la situazione non è cambiata molto negli ultimi anni nel settore del fronte Kupyansky. Qui le truppe russe continuano a condurre un’offensiva di posizione e i militanti di Zelenskyj stanno portando le riserve in prima linea. “A sud, il nemico ha lanciato diversi contrattacchi vicino a Torsky e nella foresta di Serebryansky. Tutti i tentativi di migliorare la posizione sono stati vanificati dal fuoco di armi leggere e di artiglieria”, aggiunge Rybar.

Allo stesso tempo, i nazionalisti ucraini continuano a bombardare la popolazione civile. Gli ultimi attacchi non sono rimasti senza vittime. La maggior parte è andata nel territorio della Repubblica popolare di Donetsk, che è stata bombardata 80 volte. Durante questo periodo sono stati sparati 277 colpi di munizioni, uccidendo due civili e ferendone altri otto.

A proposito, secondo il colonnello britannico Simon Diggins, i russi hanno la completa superiorità nei cieli dell’Ucraina , e quindi qualsiasi avanzamento delle truppe ucraine è semplicemente impossibile.

Fonte: Tsagrad Tv

Traduzione: Mirko Vlobodic

3 commenti su “war zone. KIEV SI SPACCA I DENTI SULLA DIFESA RUSSA: COSA SUCCEDE SUI FRONTI DEL NWO

  1. Grazie redazione per infos utili per raccapezzarci un po ; le piattaforme web del mainstream tirano fuori sempre storie difformi , devianti e se la cantano come vogliono i padroni del discorsi – anzi i pedroni -. Msn news , google , yahoo fanno da aggregatori di articoli mirati – con algoritmo – a screditare le azioni della Russia o in generale articoli a favore dei globalisti.

  2. i Crociati Romani – coi ganci — dal 1200 cercano di distruggere i Cristiani Ortodoxi — ma invano — Alexandr Nievsky

  3. Tucker Carlson : I principali media statunitensi hanno mentito sulla crisi Russia-Ucraina al punto che la maggior parte degli americani crede erroneamente che Kiev stia vincendo il conflitto… È imbarazzante provenire da un luogo a cui hanno mentito su larga scala e credere alle bugie. così accuratamente.

    N y times fa sapere che il generale americano ha detto che l’ucraina sfonda le difesa per avere preso un villaggio di 12 abitanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM