War Zone. HAMAS elimina 36 militari e 72 veicoli israelíani a Gaza


La resistenza palestinese prende di mira le forze di occupazione che penetrano in diverse aree della Striscia di Gaza, infliggendo perdite su vari fronti dei combattimenti, confermando i continui bombardamenti dei siti militari israeliani intorno alla Striscia.

Il Movimento di Resistenza Islamico Palestinese (HAMAS) ha annunciato la morte di 36 soldati israeliani durante i combattimenti nella Striscia di Gaza assediata.

Nelle ultime 72 ore, i combattenti della Resistenza palestinese hanno ucciso 36 soldati e distrutto 72 veicoli israeliani a Gaza”, ha riferito giovedì Abu Obeida, portavoce delle Brigate Ezzedin Al-Qassam, l’ala militare di Hamas.
In una dichiarazione condivisa su Telegram, ha aggiunto che i combattenti di Hamas hanno sequestrato “attrezzature e averi” di alcuni soldati israeliani in seguito agli attacchi.

I combattenti di Hamas hanno anche attaccato “quartier generali e sale di comando” appartenenti all’esercito israeliano, ha spiegato Abu Obeida.

Soocrso feriti

I soldati israeliani sono stati attaccati con “proiettili di mortaio e missili a corto raggio su tutti i fronti di combattimento”, ha sottolineato.
Israele ha scatenato una guerra genocida contro la Striscia di Gaza come rappresaglia per il fallimento subito durante l’operazione Al-Aqsa Storm, portata avanti dal Movimento di resistenza islamica palestinese HAMAS in risposta all’escalation dei crimini del regime di Tel Aviv contro il popolo palestinese.

I bombardamenti indiscriminati e l’offensiva di terra dell’entità sionista contro Gaza hanno provocato la morte di oltre 18.600 palestinesi, per lo più donne e bambini, mentre più di 50.100 persone sono rimaste ferite.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM