WAR ZONE. GUERRA IN UCRAINA GIORNO 31: PANORAMICA DEGLI SVILUPPI MILITARI

Dopo che il primo mese di operazioni militari russe in Ucraina è terminato, è iniziata la loro seconda fase. L’esercito russo ha affermato che l’obiettivo militare principale era la completa liberazione dei territori della DPR e della LPR dal gruppo AFU (Esercito ucraino). Per adempiere a questo compito, le truppe congiunte russe, DPR e LPR continuano la loro offensiva sulle linee del fronte del Donbass e i missili da crociera russi stanno prendendo di mira le strutture militari dell’AFU in tutta l’Ucraina per interrompere le forniture militari ucraine alle linee del fronte .

Finora, uno dei campi di battaglia più importanti nell’Ucraina orientale è stata la città di Mariupol. Secondo quanto riferito, metà delle forze nazionaliste in città sono state distrutte. I militari ucraini, compresi i membri del battaglione nazionalista Azov, sono stati respinti da tutte le periferie e la maggior parte di loro è stata bloccata nelle strutture dello stabilimento Azovstal. Allo stesso tempo, il grande assalto alle strutture industriali deve ancora essere lanciato. Le operazioni di rastrellamento continuano nelle regioni centrali della città.

Molti dei militanti ucraini si nascondono in edifici residenziali travestiti da civili, alcuni stanno cercando di lasciare la città nei corridoi umanitari.
Sul fronte del Donbass, il 26 marzo non sono stati segnalati progressi.

https://southfront.org/war-in-ukraine-day-31/

Durante il briefing mattutino, il Ministero della Difesa russo ha riferito che unità delle Forze armate della Federazione Russa continuano a combattere vicino agli insediamenti di Novobakhmutovka e Novomikhailovka, infliggendo danni da fuoco al nemico nei punti forti e nelle sue riserve. Durante la giornata non sono stati segnalati progressi. L’esercito russo sta ancora tentando di infliggere quante più perdite possibili alle posizioni nemiche usando la sua artiglieria e aviazione.

Nel briefing serale, il ministero della Difesa ha riferito che più di 30 militari della 54 brigata meccanizzata delle forze armate ucraine, 6 veicoli corazzati e una batteria di artiglieria da campo del 46° battaglione d’assalto separato sono stati distrutti vicino a Novomikhailovka durante un giorno.

A sua volta, il DPR ha affermato che 132 insediamenti della repubblica sono stati liberati. Le battaglie per Marinka continuano e Verkhnetoretsky viene rallentato. Battaglie sono in corso anche nell’area di Troitsky che è sotto il controllo della DPR.

Nella LPR, la Milizia popolare continua ad attaccare le postazioni dell’esercito ucraino alla periferia di Severodonetsk e Lisichansk, nonché nella zona di Popasna. Non sono stati segnalati avanzamenti delle forze LPR per diversi giorni.
Poiché le AFU mantengono le loro posizioni vicino alle aree civili nella DPR e nella LPR, i bombardamenti sui civili continuano su base giornaliera. Nella Repubblica Democratica di Donetsk è stato aperto il fuoco in direzione di Donetsk, così come gli insediamenti di Elenovka, Yasinovataya, Gorlovka, Zaitsevo Yuzhnoye, Alexandrovka, Staromikhailovka, Makeyevka. A seguito dei bombardamenti, un civile è rimasto ucciso, 54 persone sono rimaste ferite, inclusi quattro bambini. Danni sono stati causati alle infrastrutture civili.

Nella LPR, è stato aperto il fuoco su due insediamenti, tra cui Pervomaisk, dove sono stati danneggiati 9 edifici residenziali e l’edificio della biblioteca centrale.

In direzione Zaporozhye, la linea del fronte non è cambiata tra Vasilyevka e Volnovakha -. I combattimenti sono in corso nell’area tra Velikaya Novoselka e Ugledar che sono ancora sotto il controllo dell’AFU.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus