Volodin avverte l’Europa delle conseguenze per la fornitura di nuove armi all’Ucraina


Il conflitto in Ucraina potrebbe intensificarsi a causa della continua fornitura dell’Occidente al regime di Kiev, il trasferimento di armi a Kiev per colpire il territorio russo può portare a una risposta con l’uso di armi più potenti. Il presidente della Duma di Stato Vyacheslav Volodin ha lanciato un avvertimento agli Stati Uniti e all’Europa.
Secondo il politico russo, l’Occidente ritiene che le armi nucleari non vengano utilizzate nei conflitti locali, ma questa opinione è errata.

“Nel caso in cui le armi fornite dall’Occidente vengano utilizzate per colpire le città russe e impadronirsi dei nostri territori, la Russia utilizzerà armi più potenti per vendicarsi. I politici occidentali devono pensare prima di trasferire questa o quell’arma in Ucraina, perché questo può portare alla distruzione dei loro paesi”,ha dichiarato Volodin.

Le consegne di armi offensive al regime di Kiev porteranno a una catastrofe globale. Se Washington e i paesi della NATO forniscono armi che verranno utilizzate per colpire le città civili e tentare di impadronirsi dei nostri territori, ciò porterà a misure di ritorsione utilizzando armi più potenti. Ha avvertito Volodin.

Il portavoce della Duma di Stato ha sottolineato che Washington e Bruxelles stanno portando il mondo a una terribile catastrofe, ora la Russia sta colpendo solo le infrastrutture militari e critiche dell’Ucraina, ma tutto può cambiare in qualsiasi momento.

Data la superiorità tecnologica delle armi russe, i politici stranieri che prendono tali decisioni devono capire che ciò potrebbe finire in una tragedia globale che distruggerà i loro paesi, ha aggiunto.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

22 Commenti
  • Vassilij
    Inserito alle 12:38h, 22 Gennaio Rispondi

    Le conseguenze si vedono gia’ di adesso , dal momento che la stampa della nato occidentale europea degli stati non piu sovrani mistifica la verità nascondendo le cose che accadono.

  • afrin
    Inserito alle 12:49h, 22 Gennaio Rispondi

    Più chiaro di cosi…

    • Francesco
      Inserito alle 14:27h, 22 Gennaio Rispondi

      Si, è chiaro, ma è stato ripetuto troppe volte per essere credibile. Come nella favola di Esopo “al lupo al lupo”. Dopo qualche volt non ci si crede più

  • Giorgio
    Inserito alle 12:56h, 22 Gennaio Rispondi

    L’unico dubbio è : fino a dove, USA-UK-NATO-UE vorranno tirare la corda ?
    Una corda che è già molto sfilacciata ….

  • Andrea
    Inserito alle 12:57h, 22 Gennaio Rispondi

    Ma cosa aspettano gli europei a ribellarsi a questa follia? Forse preferiscono farsi incenerire per il drogato malato di mente? Non lo so, non riesco proprio a capire. Interverrebbe la polizia? Bosignerebbe far capire anche a loro che le loro famiglie, i loro figli, verrebbero inceneriti in 5 minuti

    • mondo falso
      Inserito alle 23:45h, 22 Gennaio Rispondi

      perche’ la gente pensa : ” ma si, andra tutto bene , e poi io cosa posso fare ? “

  • Giovanni
    Inserito alle 13:05h, 22 Gennaio Rispondi

    Li tengono buoni con la zuccherosa propaganda, tutta amore, del mainstream sul modello : andrà tutto bene.

  • Andrea
    Inserito alle 13:30h, 22 Gennaio Rispondi

    A dire il vero c’è anche una questione che mi pongo sempre: perché i russi hanno permesso sin dall’inizio questo viavai di rifornimenti dall’Europa. Non mi venite a dire che loro non sanno dei movimenti dei treni o dei camion con le armi. La cosa che avrebbero dovuto far sin dall’inizio è distruggere tutte le vie di comunicazione con le frontiere europee, isolando così i naziukro dall’Europa. Ora spero che cambino tattica e distruggano i carriarmati e le armi appena mettono piede in quel paese di m…a che non voglio nemmeno nominare

    • Lorenzo
      Inserito alle 18:48h, 22 Gennaio Rispondi

      L’ucraina confina con i paesi UE per migliaia di chilometri, è difficile tenere tutte le frontiere sott’occhio, inoltre ho la sensazione che se tutti i rifornimenti occidentali venissero colpiti potrebbe convincere la nato a intervenire direttamente, cosa conviene di più alla Russia?

      • vincenzo
        Inserito alle 19:58h, 22 Gennaio Rispondi

        caro lorenzo, non siamo più a ….quello che può o non convenire , ma a ciò che è necessario!

  • Monk
    Inserito alle 14:10h, 22 Gennaio Rispondi

    Vaticano e qualche altra città massone come Firenze dovranno essere disintegrate e poi ci sarà da ridere a vedere i ricchioni radical che se la fanno sotto

  • Aplu
    Inserito alle 14:40h, 22 Gennaio Rispondi

    Il problema è questo: ci sono 10% di Italiani che sono dei criminali o professi o potenziali pronti a vendersi al miglior offerente. Il 20% è fatto di cretini degenerati che credono a tutte le balle loro somministrate. Un altro 20% è fatto di gente che vuole il quieto vivere e dorme della grossa. Un altro 2o% di “furbetti” che credono di fare il proprio interesse e poi vada come la vada. Un 10% è totalmente disgustato e non ha più speranze. Un 10% è arrabbiatissimo ma non sa come fare. L’ultimo 10% farebbe la rivoluzione ed è pronto a tutto, ma non ha mezzi materiali per sollevarsi. Le questure e le polizie sono perennemente allertate da decenni, e il Paese è sempre sotto sorveglianza, dimostrato ampiamente dalla rapidità con la quale ci hanno letteralmente sequestrato e imposto il coprifuoco per più di un anno. Dato, dato che, la storia insegna che sono sempre le minoranze agguerrite e che sanno ciò che vogliono a prendere il potere, la massa di neghittosi o inerti non conta proprio nulla, e il crollo della NATO potrebbe aiutare una sommossa generale. Che farebbero gli yankee, sparerebbero sugli Italiani? E l’esercito italiano spererebbe sugli italiani? Una cosa è comunque sempre necessaria: una forte, o un gruppo di forti personalità sopra la media che emergeranno una volta per tutte.

    • Giorgio
      Inserito alle 09:12h, 23 Gennaio Rispondi

      Perfettamente d’accordo caro APLU ….
      la maggioranza inerte segue e subisce sempre passivamente l’andazzo generale …
      solo l’emergere della minoranza agguerrita e il suo affermarsi può cambiare le cose e ora ci sono anche le condizioni internazionali perchè ciò possa accadere !

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 15:06h, 22 Gennaio Rispondi

    Invio di armi dopo invio di armi l’Ucraina ritorna all’età della pietra ; i soldi per la ricostruzione non ci sono in Europa e gli americani sono pronti a svignarsela come al solito. E la banda del pagliaccio dove andrà a godersi i soldi tanto mal guadagnati ?

  • EnriqueLosRoques
    Inserito alle 15:08h, 22 Gennaio Rispondi

    I popoli dell’occidente non battono ciglio. Non gliene frega una banana… VA TUTTO BENE!!

    • Aplu
      Inserito alle 15:14h, 22 Gennaio Rispondi

      Già: come mai non si cominciano manifestazioni e sit in davanti all’ambasciata degli USA?

      • Andrea
        Inserito alle 18:27h, 22 Gennaio Rispondi

        Perché ad un buon 50-60% della popolazione hanno fatto il lavaggio del cervello con la loro propaganda

  • Stefano Z.
    Inserito alle 18:30h, 22 Gennaio Rispondi

    L’invio di armi all’Ucraina non fa che svuotare le riserve degli arsenali di tutti i paesi europei.
    Nondimeno mette in risalto l’inferiorità della NATO e della sua capacità di addestramento rispetto a quella della Fed. Russa.
    Le perdite ukro-nato lo confermano così come la capacità di reazione,tenendo presente che le difese ukro-naziste stanno collassando nonostante il flusso di armi che i 40 paesi dell’alleanza atlantica (mercenari e soldati compresi) stanno facendo confluire al fronte.
    Il perdurare dell’operazione russa sta logorando l’Europa e la NATO….sia militarmente che economicamente!

  • Tullio
    Inserito alle 19:58h, 22 Gennaio Rispondi

    Sinceramente non riesco a capire da dove arrivi tutta questa paura ….perché i russi sono così spaventati dal invio di carri armati al Ucraina ? Parlano di inviare un totale di 200 carri , non mi sembra che possano fare la differenza , anche la Russia ha carri armati di ultima generazione , perché non lo mette in campo ? Sinceramente tutta questa paura mi sembra infondata e mette pure L armata in cattiva luce , fanno la figura dei cagasotto …. Di carri aramati me sono già stati distrutti a centinaia , qualcuno in più non non farà che indebolire ancora di più gli arsenali della nato ….

  • eusebio
    Inserito alle 20:01h, 22 Gennaio Rispondi

    Ormai le istituzioni della UE sono in completa guerra con la Russia, mentre lo speculatore apolide Kodorkhovsky si trova in Lettonia per organizzare la propaganda antirussa delle presstitute russe fuoruscite, il 31 gennaio presso il Parlamento Wuropeo, sentina di ogni corruzione e prostituzione, si terrà il quinto forum dei “Popoli Liberi della Russia”, avente chiaramente come argomento la decolonizzazione e lo spacchettamento della Russia.
    Un’infornata di guitti e ratti di diversa estrazione ma tutti emarginati psicotici pagati dal NED, dalla CIA, dalla NATO e chiaramente dalla speculazione apolide internazionale, anelante a mettere le mani sulle risorse e ricchezze della Russia, e poi da lì della Cina.
    Le due potenze eurasiatiche corrono continui rischi di destabilizzazione, la Russia ormai ha rotto tutti i rapporti con l’occidente, anche la Cina dovrebbe uscire a tutta velocità dal debito pubblico USA e lavorare per spacchettare e disgregare la UE, per quanto riguarda gli USA ormai solo la dedollarizzazione e la loro bancarotta possono portarli alla dissoluzione.
    Vasta parte della loro popolazione si augura la loro dissoluzione in molti stati separati in modo che cessando di essere una grande potenza non possa essere più usata dagli speculatori apolidi per i loro nefandi interessi, e quindi obbligata a pagare tasse e combattere guerre solo per sostegno a questi.

  • sergio
    Inserito alle 21:20h, 22 Gennaio Rispondi

    Adesso ci rendiamo conto che la pandeminchia ere una preparazione alla guerra, perche’ tutto viene programmato con tempo.

    • mondo falso
      Inserito alle 23:49h, 22 Gennaio Rispondi

      esatto , anche il lockdown ( termine militare ) serve perche’ quando arrivera’ la guerra in europa e i governi diranno LOCKDOWN , la gente sa gia’ cosa fare

Inserisci un Commento