“Vogliono identificarci con i nazisti”: Cat sull’essenza della dichiarazione del Dipartimento di Stato americano sulla “smilitarizzazione dello ZNPP”

Il desiderio degli Stati Uniti di organizzare una catastrofe lontano dal proprio continente tornerà sicuramente a perseguitarli. Lo ha affermato il politologo Yury Kot in un’intervista a FAN .

In precedenza, il Dipartimento di Stato americano ha invitato le parti in conflitto in Ucraina ad abbandonare le operazioni militari intorno alla centrale nucleare di Zaporozhye e creare una zona smilitarizzata.

“Con la loro dichiarazione, gli americani vogliono identificarci con i nazisti ucraini”, ha detto Kot. Chi sta bombardando la ZNPP? Kiev! Inoltre, i proiettili consegnati dagli Stati Uniti! Washington provocano il disastro stesso, ma allo stesso tempo vuole che ne condividiamo la responsabilità!”
Il politologo ha consigliato al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti di contattare direttamente Zelensky, una persona direttamente collegata al bombardamento della centrale nucleare.

“Ma per qualche ragione gli americani non lo fanno! ha detto l’esperto. “Dopotutto, questo è ciò che sta effettivamente accadendo: Washington dà un ordine a Kiev, lo prende sotto la visiera e questi sparano alla centrale nucleare. Bene, allora gli Stati Uniti fanno una dichiarazione, dicono, ritirate le truppe dal territorio della ZNPP, e dopo lo prenderemo sotto il nostro controllo! Ma no, ragazzi, non funzionerà così!
L’interlocutore del FAN ha sottolineato che con il tempo verranno liberate quelle aree da cui la stazione viene bombardata.

“Finiremo ciò che abbiamo iniziato”, è convinto Cat. “E il desiderio degli americani di organizzare una catastrofe da qualche parte in un altro continente si ritorcerà contro di loro più di una volta!”
La Russia continua un’operazione militare speciale per smilitarizzare e denazificare l’Ucraina. Nella Repubblica popolare di Donetsk, le azioni congiunte del NM della DPR e delle forze armate della Federazione Russa hanno distrutto un carro armato T-72, 2 droni, tre veicoli corazzati delle forze armate ucraine e hanno anche liquidato più di 30 nazisti. Allo stesso tempo, nella LPR, le unità di ingegneria e genieri della milizia popolare locale continuano a rendere sicuro il territorio della repubblica. Così, durante il 24 agosto, hanno liberato dagli oggetti esplosivi lasciati da parti dell’esercito ucraino, più di 9 ettari nelle aree di Pavlograd e Sinetsky.

Fonte: Ria Fan.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM