Vittime tra i palestinesi durante lo scontro con le forze di occupazione a Gerusalemme

Scontri con le forze di occupazione israeliane nelle vicinanze della Città Vecchia di Gerusalemme. La Mezzaluna Rossa palestinese riporta 6 feriti tra i giovani palestinesi.

La Mezzaluna Rossa ha aggiunto che i feriti sono state trasferiti all’ospedale.

Per il terzo giorno consecutivo, le forze di occupazione israeliane continuano a reprimere i palestinesi ed a inseguirli per le strade di Gerusalemme, per impedirne la presenza.

Gli ufficiali di occupazione, accompagnati da poliziotti, hanno preso d’assalto la moschea di Al-Aqsa dopo le preghiere e hanno portato i fedeli fuori dai suoi cortili.

La repressione delle forze di occupazione ha coinciso con l’uscita dei fedeli dai cancelli della vecchia Gerusalemme dopo aver completato le preghiere di Tarawih nella moschea di Al-Aqsa, mentre dozzine di donne, i loro bambini e gli anziani erano presenti nel luogo.

Martedì scorso, il primo giorno del mese di Ramadan, le forze di occupazione hanno tagliato i cavi elettrici nel minareto della Porta dei Leoni nella Moschea di Al-Aqsa.

Da parte sua, il Gran Mufti di Gerusalemme e delle terre palestinesi, il predicatore della beata Moschea di Al-Aqsa, lo sceicco Muhammad Hussein, ha affermato che gli attacchi delle autorità di occupazione alla Moschea di Al-Aqsa e al popolo del digiuno e le minacce di assaltarla alla fine del mese di Ramadan è l’inizio di una guerra di religione che il mondo intero sopporterà.


Nota: Lo Stato di Israele ha proclamato Gerusalemme come sua capitale e l’annessione di Gerusalemme Est, nello stesso tempo ha proceduto a demolire e sfrattare con la forza le famiglie palestinesi che da generazioni risiedevano nella città. L’annessione di Gerusalemme ha rappresentato una palese violazione allo status di Gerusalemme stabilito dalle Nazioni Unite, quale città sacra alle tre grandi religioni.
Con il medesimo proclama unilaterale, Israele ha decretato l’annessione delle alture del Golan e della Cisgiordania, zone occupate dalla guerra del 1967. Nella Cisgiordania Israele ha realizzato colonie ebraiche illegali permettendo a circa 700.000 coloni di stabilirsi nella zona, abbattendo le case dei palestinesi , cacciando e confiscando i campi e le proprietà delle famiglie palestinesi che vivevano nella zona. Una forma di pulizia etnica contro i palestinesi che ha suscitato le proteste internazionali.
La grande maggioranza della comunità internazionale non ha mai riconosciuto queste azioni ma Israele, forte della protezione degli Stati Uniti, ha proseguito con il suo programma di annessioni territoriali e repressione dei palestinesi.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione e nota: Fadi Haddad

9 Commenti
  • mondo falso
    Inserito alle 10:25h, 17 Aprile Rispondi

    israele paese criminale

  • Inimico
    Inserito alle 11:10h, 17 Aprile Rispondi

    Può la violenza farsi legittimata da un Dio? Il primo diritto umano è preservare il mondo da tale aberrazione umana. E’ arrivato il momento che la cultura laica diventi solco universale per la purificazione dell’uomo.

    • atlas
      Inserito alle 13:02h, 17 Aprile Rispondi

      è venuta l’ora delle Leggi di Dio. Che ti dicono pure come devi camminare. E basta con sta dittatura di regole tecniche di merda dettate a cazzo di inimico

      • Salvo
        Inserito alle 15:30h, 17 Aprile Rispondi

        SONO D’ACCORDO PER LE LEGGI DEL DIO CRISTIANO

    • Farouq
      Inserito alle 16:50h, 17 Aprile Rispondi

      Da quelle parti hanno il culto del popolo eletto e non di Dio che lo vedono al servizio del popolo

      • Niko
        Inserito alle 20:44h, 17 Aprile Rispondi

        Esattamente, anche perche’ nella Torah ebraica, non esiste la parola o il concetto di Dio, e’ stato inventato successivamente…Piche ogni religione si e’ creata una propria Storia.
        (Vediamo quanto ci mette la redazione a cancellare questo commento sono adesso le ore 20:44)

      • Niko
        Inserito alle 20:46h, 17 Aprile Rispondi

        Esattamente, anche perche’ nella Torah ebraica, non esiste la parola o il concetto di Dio, e’ stato inventato successivamente…Poi, ogni religione si e’ creata una propria “Storia” per il proprio popolo, e Dio e’ stato usato per tenerlo coeso e allo stesso tempo sottomesso.
        (Vediamo quanto ci mette la redazione a cancellare questo commento sono adesso le ore 20:44)

  • giorgio
    Inserito alle 19:52h, 17 Aprile Rispondi

    Il culto di Dio, qualunque Dio, è una cosa …… il culto del popolo eletto è tutt’altro …….

  • antonio
    Inserito alle 00:49h, 18 Aprile Rispondi

    i ladri delle terre palestinesi, devono tornarsene nei loro paesi d’ origine, che tornino in usa, canada austalia
    non li vuole più nessuno han combinato troppe porcherie dal 1948 ad oggi, si spacciano per popoli ebrei, ma mi sembrano pirati e genocidi, un disonore per i veri ebrei