VITTIME ISRAELIANE SEGNALATE DOPO UNA SERIE DI ATTACCHI MISSILISTICI E DRONI DA PARTE DI HEZBOLLAH (VIDEO)

Gli Hezbollah libanesi hanno attaccato l’8 maggio diversi insediamenti israeliani e siti delle Forze di difesa israeliane (IDF), provocando perdite materiali e vittime.

In quattro dichiarazioni separate, Hezbollah ha affermato che i suoi combattenti hanno colpito edifici occupati dalle truppe israeliane negli insediamenti di Metula, Shlomi, Manara, Hanita e Avivim. In altre due dichiarazioni, il gruppo ha annunciato di aver preso di mira le postazioni fortificate nei siti di al-Rahib e al-Malikiyah utilizzando missili guidati e di aver bombardato le truppe e le attrezzature di sorveglianza dell’IDF lì presenti.

Hezbollah ha affermato in altre due dichiarazioni di aver lanciato un drone suicida contro il nuovo quartier generale della Brigata Occidentale dell’IDF vicino all’insediamento di Yaara e di aver colpito il quartier generale della 91a Divisione nella caserma Pranit con un pesante razzo Burkan improvvisato. In un altro comunicato, il gruppo ha annunciato di aver lanciato razzi sul sito di al-Samaqa.

Gli attacchi sono stati effettuati a sostegno del popolo palestinese e della resistenza nella Striscia di Gaza e come risposta ai recenti attacchi israeliani nel sud del Libano, ha sottolineato Hezbollah nelle sue dichiarazioni.

I media ebraici hanno riferito di numerose vittime a Manara, Avivim e al-Malikiyah, alcune delle quali sono state evacuate in elicottero in un ospedale militare nella città israeliana settentrionale di Afula. Ha inoltre riconosciuto che l’IDF non è riuscita a intercettare il drone Hezbollah lanciato a Yaara.

In risposta agli attacchi, l’IDF ha affermato che i suoi aerei da combattimento e l’artiglieria hanno colpito più di 20 obiettivi di Hezbollah nella città di Ramyeh, nel sud del Libano. Gli obiettivi includevano edifici utilizzati dal gruppo e infrastrutture aggiuntive, secondo l’IDF, che ha anche affermato di aver identificato esplosioni secondarie dopo gli attacchi, indicando che i siti erano utilizzati per immagazzinare munizioni.

Ulteriori siti di Hezbollah sono stati colpiti nelle città di Marwahin e Kafr Kila, anch’esse situate nel sud del Libano, ha aggiunto l’IDF.

Hezbollah non ha annunciato alcuna perdita dopo gli attacchi israeliani e non ci sono state notizie di vittime civili nei media libanesi.

Gli scontri al confine libanese-israeliano sono scoppiati per la prima volta dopo l’inizio della guerra a Gaza lo scorso ottobre, con Hezbollah e i suoi alleati che hanno effettuato attacchi a sostegno della Striscia.

Hezbollah ha intensificato i suoi attacchi contro Israele all’inizio di questa settimana dopo che l’IDF ha lanciato un’operazione di terra nell’area di Rafah, nel sud di Gaza, dove si sono rifugiati più di 1,4 milioni di palestinesi.

Finora, gli scontri al confine hanno provocato la morte di nove civili da parte israeliana, nonché la morte di almeno 13 soldati e riservisti dell’IDF. Sulla parte libanese sono state uccise più di 400 persone, tra cui 272 combattenti di Hezbollah e almeno 70 civili.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

3 commenti su “VITTIME ISRAELIANE SEGNALATE DOPO UNA SERIE DI ATTACCHI MISSILISTICI E DRONI DA PARTE DI HEZBOLLAH (VIDEO)

  1. 13 IDF vs 272 HEZBOLLAH??? capite che sti attacchi non hanno senso? I nazisionisti quando attaccano fanno danni enormi e colpiscono anche i vertici militari. La resistenza ammazza solo qualche soldato…

  2. Hezbollah è un ammazzadiavoli. Ha un arsenale da Capodanno Buddhista. I poveri israeliani le hanno sempre prese, le batoste. E pensare che l’Israele è dotata delle armi più sofisticate americane ……………………. All’occidente va tutto a rotoli.

  3. Sono felice di questa ottima notizia !
    Era ora che FINALMENTE anche i criminali GENOCIDI-STRAGISTI E TERRORISTI ISRAELIANI SUBISSERO DELLE PICCOLE ED IRRISORIE PERDITE UMANE !
    Dovete però miglioare molto e far si che gli Israeliani e i loro complici abbiano migliaia di vittime solo cosi si avrà la pace !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM