Vertice Putin-Kim: l’isteria occidentale non può nascondere il fallimento storico dell’imperialismo e della criminalità occidentali

Editoriale
Invece di ammettere la verità storica e la realtà sulla natura nefasta dell’imperialismo occidentale guidato dagli americani, i patetici media occidentali preferiscono concentrarsi sulla “nefanda insalata di anatra” presumibilmente mangiata da Putin e Kim.

I media occidentali sono diventati una parodia di false notizie, disinformazione e vera e propria propaganda imperialista. Nessuno sano di mente può più prendere sul serio le loro affermazioni. Questa settimana questi media “hanno eccelso” nei loro inganni e distorsioni con una copertura isterica dell’incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il leader nordcoreano Kim Jong Un.
È, tuttavia, istruttivo analizzare ciò che motiva l’isteria occidentale e le false narrazioni.

Il tono dei resoconti e dei commenti occidentali era simile alla lettura delle recensioni di un nuovo film di James Bond. Nel loro racconto, il vertice è stato descritto come un tete-a-tete tra i cattivi più vili del mondo. Il Washington Post forse ha preso gli allori per un’iperbole, descrivendo il vertice come dotato di “fascino nefasto” e ha continuato menzionando l’arrivo di Kim su un treno antiproiettile (come se fosse in qualche modo strano) e come i due leader si siano incontrati in un “porto spaziale remoto”. ” (a seguire la musica di James Bond) e cenato con “insalata di anatra e ravioli di granchio” (oh, che malvagità!). Tutto quello che mancava, a quanto pareva, era una vasca per gli squali.

Il tono minaccioso e artificioso proiettato dai media occidentali ipotizzava che la Russia stringesse un accordo con la Corea del Nord per fornire munizioni di artiglieria per il conflitto in Ucraina che dura da 18 mesi. Ci sono state anche forti deduzioni secondo cui la Russia avrebbe contribuito a rafforzare l’arsenale nucleare del suo vicino dell’Asia orientale, ponendo così presumibilmente una minaccia maggiore per gli Stati Uniti.

È stato ampiamente affermato che il vertice dimostrava che la Russia era isolata a livello internazionale a causa della guerra in Ucraina e che il presidente Putin era “disperato” nel raggiungere lo “stato paria” della Corea del Nord.
Come abbiamo notato sopra, i media occidentali hanno perso da tempo ogni credibilità. Le loro narrazioni sono state screditate in modo imbarazzante. Tutto ciò su cui si pronunciano i media americani o europei dovrebbe essere preso con le pinze ridicole, se non con totale disprezzo.

Missili Corea del Nord

Basti un esempio d’attualità. Questa settimana si è verificato uno spaventoso disastro umano in Libia a causa delle tempeste inondazioni. Si teme che fino a 20.000 persone muoiano a causa delle inondazioni torrenziali. Nessun media occidentale ha nemmeno lontanamente collegato il fatto che questo orrore sia stato reso del tutto possibile perché il paese nordafricano è stato distrutto e trasformato in uno stato fallito dal criminale attacco militare alla nazione nel 2011 da parte dell’alleanza NATO guidata dagli Stati Uniti.

Considerata questa totale negazione da parte dei media occidentali della causa alla base della rovina della Libia, si può ragionevolmente respingere la loro credibilità e presunzione morale nel discutere qualsiasi altro evento mondiale. La loro funzione è fuorviare, non informare.

Il vertice di questa settimana tra i leader russo e nordcoreano è stato davvero un segnale significativo. Il loro incontro è avvenuto mentre si svolgeva l’ottavo Forum economico orientale nella città russa di Vladivostok, nell’Estremo Oriente. Il forum ha riunito leader politici e imprenditoriali di decine di nazioni con un focus sugli investimenti e sulla partnership nell’Asia-Pacifico. Il presidente Putin ha tenuto un discorso ai delegati prima di ospitare Kim Jung Un al cosmodromo di Vostochny nella regione di Arum, a circa 1.500 chilometri da Vladivostok.
L’incontro tra i leader russo e nordcoreano è stato un evento cordiale che ha comportato lunghe discussioni (fino a sei ore, secondo alcuni rapporti) e una sontuosa cena di stato alla quale hanno partecipato alti dignitari. I dettagli dei colloqui individuali non sono stati approfonditi in pubblico, ma gli argomenti generali includevano la partnership nello sviluppo della tecnologia spaziale e le questioni militari.

La Russia e la Repubblica popolare democratica di Corea hanno una storia lunga e onorevole, come hanno riconosciuto calorosamente entrambi i leader. Putin ha osservato come i soldati sovietici combatterono a fianco dei rivoluzionari coreani per sconfiggere l’imperialismo giapponese e contribuire alla fondazione della RPDC nel 1948. La divisione della penisola coreana in Nord e Sud fu in gran parte strumentalizzata dagli Stati Uniti come misura della Guerra Fredda per contenere l’Unione Sovietica e la Cina. .

Non c’è nulla di sinistro nel fatto che i vicini dell’Estremo Oriente si protendano a vicenda per sviluppare ulteriormente relazioni fraterne a beneficio di entrambe le nazioni.

Lo spirito con cui Putin e Kim si sono abbracciati è pienamente coerente con l’emergere storico di un nuovo ordine mondiale multipolare.
In questa nuova realtà globale, la nozione di dominio egemonico da parte degli Stati Uniti e dei suoi partner occidentali sta rapidamente diventando ridondante e anzi ripugnante. L’imposizione arrogante e brutale di sanzioni unilaterali da parte delle potenze occidentali è sempre più vista per quello che è: vestigia criminali di un’epoca passata di privilegi degli auto-ordinati neocolonialisti occidentali.

L’aspetto veramente sinistro del vertice Putin-Kim è la palese assenza di qualsiasi riconoscimento da parte dei media occidentali del fatto che la Corea del Nord è stata sottoposta per decenni alla guerra economica occidentale e all’incessante aggressione militare da parte degli Stati Uniti da “giochi di guerra” annuali che sperimentavano “ attacchi di decapitazione” e l’invasione della Corea del Nord. Gli Stati Uniti continuano a rifiutarsi di concludere un accordo di pace formale con la RPDC anche dopo 70 anni dalla fine della guerra di Corea nel 1953. Durante quella guerra, gli Stati Uniti hanno inflitto bombardamenti aerei di massa genocidiali uccidendo fino a tre milioni di civili.

Invece di ammettere la verità storica e la realtà sulla natura nefasta dell’imperialismo occidentale guidato dagli americani, i patetici media occidentali preferiscono concentrarsi sulla “nefanda insalata di anatra” presumibilmente mangiata da Putin e Kim.
Mentre i media occidentali impazziscono per la presunta fornitura da parte della Corea del Nord di armi alla Russia per il conflitto in Ucraina, gli stessi media sono vacui nel rispondere ad ogni domanda sulla fornitura di 100 miliardi di dollari in armi da parte di Washington e dei suoi complici della NATO per sostenere un regime nazista in Kiev. Questo perché promuovono l’assurda menzogna propagandistica secondo cui le potenze occidentali stanno “difendendo la democrazia” in Ucraina, nonostante i fatti ben documentati sulla corruzione dilagante del regime di Kiev, sulla repressione, sulle coscrizioni forzate e sulle associazioni naziste.

Putin riceve il premier nord coreano

Per quanto riguarda la storia spaventosa e diffamatoria diffusa dai media occidentali secondo cui la Russia sta cercando disperatamente forniture di armi dalla Corea del Nord, è sembrato passare inosservato che il New York Times ha completamente minato questa speculazione con un rapporto separato questa settimana, sostenendo che la Russia è più che autosufficiente nella produzione di artiglieria e armi.

In ogni caso, anche se la RPDC e la Russia stipulassero un accordo di fornitura militare, e allora?
La Russia ha tutto il diritto legale di affrontare l’aggressione pluriennale che la NATO ha intrapreso in Ucraina. Questa settimana gli Stati Uniti stanno valutando la possibilità di fornire missili ATACMS a lungo raggio (300 km) al regime nazista e, secondo il suo folle segretario di Stato Antony Blinken, hanno dato il via libera agli attacchi sul territorio russo.

Questa è la realtà scioccante e deplorevole dell’escalation di guerra tra le superpotenze nucleari indotta dall’Occidente.

Eppure, secondo i media occidentali, la cosa sinistra di cui l’opinione pubblica occidentale dovrebbe preoccuparsi è un vertice di vicinato tra Putin e Kim.
Come ha osservato il presidente russo Putin nel suo discorso plenario e nel dialogo pubblico durante il Forum economico orientale, le arroganti potenze occidentali hanno distrutto il proprio sistema finanziario privilegiato dopo decenni di abusi nei confronti del resto del mondo e di utilizzo delle loro prerogative neocolonialiste per parassitare gli altri. L’Occidente sta cercando disperatamente di nascondere la realtà dello storico spostamento globale verso un mondo multipolare e allontanarsi dall’egemonia occidentale auto-ordinata. Parte di questa negazione e insabbiamento implica che l’Occidente ricorra al vecchio e stanco gioco di cercare di creare storie di spauracchi per reclutare il pubblico occidentale dietro leader altrimenti in bancarotta.

Le narrazioni degli spauracchi non funzionano più. Questo perché i media occidentali sono considerati falliti in credibilità, essendo stati smascherati più e più volte come bugiardi e truffatori, come si vede dalle loro scuse per le infinite guerre criminali – la Libia è un caso lampante questa settimana. Un’altra ragione dell’impotenza narrativa è dovuta alla visibile bancarotta morale dei leader politici occidentali. Come si può prendere sul serio questi ciarlatani d’élite? Biden, Sunak, Scholz, Rutte, Macron, Trudeau, Von Der Leyen, Borrell, solo per citarne alcuni.

Un altro motivo per cui le storie degli spauracchi occidentali non funzionano è perché la dura realtà economica e sociale che colpisce la maggior parte dei cittadini negli stati occidentali è in realtà molto più spaventosa di qualsiasi affermazione fittizia sui cattivi stranieri. Quest’ultimo comincia a sembrare ancora più assurdo e sdegnosamente avulso dalla realtà.

Ciò che dovrebbe essere – e senza dubbio lo è già – profondamente preoccupante per le élite occidentali e i loro media è che il pubblico si sta rendendo conto che il loro vero e unico nemico è all’interno, sotto forma delle élite di governanti e del loro sistema economico al servizio delle élite. Storicamente è sempre stato così, ma in passato la realtà poteva essere deviata con storie di spauracchi su nemici stranieri, “comunisti e rossi” e così via. Ora, tuttavia, nessuna quantità di fantasie e fantasie mediatiche occidentali può nascondere la nascente e terribile realtà della corruzione e del fallimento intrinseci dell’Occidente, e il bisogno atteso da tempo di giustizia e responsabilità per i molteplici crimini capitali dell’imperialismo occidentale.

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Luciano Lago

2 commenti su “Vertice Putin-Kim: l’isteria occidentale non può nascondere il fallimento storico dell’imperialismo e della criminalità occidentali

  1. USA & NATO sono governati da DITTATORI PAZZI MEGALOMANI PURE SCEMI E IGNORANTI AL CUBO ???
    Dove sta scritto che la Corea del Nord non può aiutare militarmente la Russia ( NAZIONE SUA AMICA) vendendogli munizioni che la Russia ritiene importanti perciò non vuole trovarsi con i suoi magazzini militari vuoti !
    Se la Russia in un solo giorno di guerra consuma circa 30.000 mila proiettili che gli servono per distruggere circa 200 veicoli militari Ucraini al giorno tra carri armati -corazzati -blindati-camion-campagnole -auto -macchine operatrici varie e a distruggere trincee-casematte e a far fuori circa 2000-3000 soldati Ucraini al giorno !
    Poiché le forniture agli Ucraini di “nuovi” veicoli militari corazzati-blindati-e di altro genere dei paesi USA & NATO per far continuare la guerra non cessano MAI e arrivano ogni giorno 100-200 veicoli di rimpiazzo alle forze armate Ucraine è logico che la Russia non voglia trovarsi a corto di munizionamento normale che gli serve per il tiro al Piccione Ucraino !
    P.S.
    Gli USA & NATO negli ultimi 40 anni per poter bombardare , minare ,invadere e occupare nazioni libere hanno avuto bisogno perfino del Italia che gli ha fornito Manodopera (soldati italiani di leva obbligatoria costretti con le minacce a partire volontari nelle invasioni militari fatte dagli USA dai paesi NATO e dal ” Italia !
    L” Italia ha anche fornito agli USA e ai paesi NATO migliaia di bombe di aereo-spolette-mine antiuomo -mine anticarro-razzi -mine antiuomo a milioni durante le invasioni USA & NATO e ITALIANE !
    USA & NATO avendo finito le munizioni di artiglieria sono andati in ginocchio dal Dittatore mussulmano Pachistano e hanno chiesto di vendergli e produrre 2 milioni di proiettili di artiglieria da inviare in Ucraina entro il 2024 .

  2. Vecchio vizio, soprattutto in occidente, quello di mobilitare le masse popolari, tramite la propaganda, contro inesistenti nemici esterni veri o presunti: i comunisti, l’Unione sovietica, il fascismo, i sovranisti, i populisti, ma anche con le campagne terrostiche contro virus artefatti come AIDS, mucca pazza, Sars1, covid19 e altri, contro i regimi autocratici, quindi Gheddafi, Saddam, Castro, Assad, Kim Yong Un, Putin, Maduro, l’Iran ecc.
    Non sanno più contro chi “mobilitarci” per tenerci buoni. Forse si spingeranno anche a mobilitarci contro l’invasione dei clandestini, mentre invece la favoriscono in tutti i modi. Ma la tattica è fabbricare la malattia per venderci la cura ! E la cura è sempre la nostra sottomissione !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM