Verrà presto una” notte di coltelli lunghi “. Cosa attende i nazionalisti ucraini


di Anton Lisitsyn.
Accade in Ucraina : gli “attivisti” segnano con vernice le case di cittadini inaffidabili: “I rappresentanti del” mondo russo vivono qui “. I nazionalisti ucraini attaccano coloro che non sono d’accordo con loro, interrompono gli eventi pubblici degli oppositori politici, aiutano le autorità a combattere le persone indesiderate, utilizzano assaltatori.

“Pace nel Paese”
L’ex deputato della Verkhovna Rada dell’Ucraina, Aleksey Zhuravko, ha dichiarato a Facebook: “Questi teppisti camminano attorno agli ingressi e vicino agli appartamenti dove vivono gli elementi “inaffidabili”, secondo quanto da loro dichairato, gli attivisti pubblicano iscrizioni che si possono vedere nelle foto e hanno già lanciato le loro attività sia sui media sia su Slavyansk che su Kurakhovo” .
Le didascalie iscritte nella foto dicevano: “Il propagandista del “mondo russo vive qui “. Avvertenza numero uno,” La pace nel paese inizia con la pace in famiglia. I propagandisti di Internet del mondo russo indicano ” questi residenti dall’appartamento non non aderiscono a questa regola”.
“Questo non ti ricorda la Germania nazista degli anni ’30?” – ha commentato nelle sue note, Zhuravko.
Gli “attivisti” prestano attenzione non solo ai cittadini non sufficientemente fedeli, ma anche ai rappresentanti delle autorità. Così, i membri del National Corps Party hanno organizzato un’azione di protesta nel negozio di Roshen (la partecipazione nella società Roshen appartiene al presidente del paese, Petro Poroshenko) nel centro di Boryspil. I manifestanti hanno incollato sull’edificio questi volantini: “Poroshenko Svinarchuk – dietro le sbarre”. (Svinarchuk è il vero nome di Oleg Gladkovsky, un capo di stato in carica incombente e implicato in uno scandalo di corruzione con la fornitura di pezzi di ricambio per equipaggiamento militare).


Dead Pigeons e il “Death Regiment”
I commercianti soffrono anche del “attivismo di strada” dei nazionalisti ucraini. La scorsa estate, gruppi neo-nazisti in un centro commerciale a Kiev hanno dato fuoco alle razzi e hanno invitato i visitatori ad abbandonare le merci russe. Piccioni morti sono stati gettati all’ingresso. Le pareti dipinte chiamano “Non comprare il russo”.
Membro della marcia dei nazionalisti, dedicato al 109 ° anniversario della nascita di Stepan Bandera, a Leopoli
I radicali cercano costantemente di interrompere le attività degli avversari. In particolare, coloro che celebrano il Giorno della Vittoria del 1945 vengono attaccati ogni volta.
Nel 2017, i nazionalisti hanno annunciato la loro azione, come il reggimento mortale, nonostante il “reggimento immortale” sia il nome spontaneo. “Ognuno di noi comprende il pericolo che tali eventi portino dentro di sé, so capisce bene da chi sono stati pagati e guidati”, il leader del Movimento Volontario dell’OUN ha evocato i seguaci * Nikolay Kokhanivsky.
Il 9 maggio si sono verificati scontri a Kiev, Odessa, Kharkov e Dnepropetrovsk. Nella capitale, i partecipanti al Reggimento Immortale furono bombardati da bombe fumogene, in altre città stavano cercando di essere coinvolti in una rissa. A Zaporozhye, i radicali hanno pubblicato le foto degli eroi della serie “Il Trono di Spade”.
Il governo ha sostenuto gli “attivisti”. Il procuratore generale Yury Lutsenko ha detto che i nazionalisti sono stati attaccati dai teppisti assoldati dal blocco di opposizione. “Ho spiacevoli notizie per voi, signori-leader del Blocco di Opposizione. Sono stati tutti sottoposti a uno” stage “presso la vostra sede a Dnipropetrovsk,” il capo dell’ufficio di vigilanza ha accusato gli oppositori politici. Lutsenko ha assicurato che le forze dell’ordine hanno la prova che i disordini sono stati pianificati in anticipo.
I libri di testo saranno riscritti in Ucraina a causa dei riferimenti al legame di Shukhevych con i nazisti
Subito dopo gli scontri, il procuratore generale ha dato una valutazione legale della situazione. A Lutsenko non piaceva il fatto che i poliziotti difendessero i partecipanti al “reggimento immortale”. “Un’indagine si sta svolgendo nella vergognosa cooperazione degli ufficiali di polizia nazionale con titushki (i giovani che agiscono come supporto di potere. – Ed.). Saranno anche responsabili di questo”, ha minacciato.
Il pubblico ministero ha persino rimproverato i “volontari” per mancanza di attività. “L’azione pro-Cremlino in sostanza” ha avuto luogo, ha detto, a causa del “ritiro spontaneo delle organizzazioni e dei partiti patriottici”.
“Separatisti sciolti”
Nello stesso Dnipropetrovsk nel 2016, i membri del movimento “State Initiative Yarosh” hanno dipinto in colori gialli e blu il “separatista”. È stato presumibilmente catturato nel momento in cui ha scritto la parola “Russia” sul muro.

Ukraina, Battaglione Azov, appoggiato dalla NATO


A Kiev, nel 2016, i militanti del Corpo Civile Azov (organizzazioni con lo stesso nome dell’unità militare della Guardia Nazionale dell’Ucraina) hanno attaccato un gruppo di anziani per voler celebrare l’anniversario del referendum sulla conservazione dell’Unione Sovietica.
Nell’aprile 2015, il clamore politico ha fatto rumore nei media e nei social network con un invito a informare sui “separatisti domestici”. Nelle città del sud e dell’est del paese di lingua russa, manifesti e cartelloni sono comparsi con una spiegazione: il separatista della “famiglia” contamina i simboli nazionali, attende l’arrivo del “mondo russo”. È stato qualificato come reato ai sensi dell’articolo 110 del Codice penale ucraino (“Violazione dell’integrità territoriale e dell’inviolabilità dell’Ucraina”). Sulla pubblicità c’erano anche gli slogan “Hanno paura”.
L’Ucraina si è offerta per criminalizzare la negazione dell ‘”aggressione russa” e le critiche a “euromaidan”. Nella trasmissione della radio Sputnik, il leader del movimento ucraino russo Parus, Yury Kot, considerava queste idee come un timore delle autorità prima di un’elezione.
Distribuiti volantini. “Oggi ho chiesto a Nikolay Pokrovsky (un addetto stampa dell’amministrazione statale regionale di Odessa. – ndr). Per mettere in guardia i dipartimenti dell’istruzione e della sanità, i volontari incolleranno cartelloni pubblicitari nelle scuole, nelle università e nelle istituzioni mediche. In questi “materiali informativi” sono stati elencati nuovi segni di “separatisti”. Questi includono “appelli alla resa in Russia” e “la diffusione di voci sulla minaccia alla lingua russa” e anche semplicemente “stati d’animo decadenti”.
La storia è uscita fangosa. L’ucraino Crisis Media Center, che presumibilmente ha guidato questa campagna, ha rifiutato di ammettere il coinvolgimento nell’azione. E nell’estate dello stesso anno a Odessa sono stati fatti saltare in aria due commissioni con pubblicità “patriottica” (con l’invito a cercare “separatisti domestici” e lo slogan “Crimea is Ukraine”).
I partecipanti al raduno in occasione del terzo anniversario degli eventi sul Maidan di Kiev
L’ex militare delle forze armate dell’Ucraina (APU), l’emigrante politico Alexander Medinsky afferma che la creazione di strutture paramilitari dei leader Maidan è iniziata immediatamente dopo essere saliti al potere. “In Ucraina, una tale polizia municipale, in alcune città Esso è composto quasi interamente combattenti C14 * Formalmente, questo è un analogo dei guerrieri sovietici, tali fermi con una svastica sulla manica, -. Ironicamente Alexander -. Il problema è che le” guardie “sono soggette a diversi” principi ” Se lo stesso C14 * è supervisionato dall’amministrazione presidenziale e dal servizio di sicurezza dell’Ucraina, allora Azov è diretto dal ministro degli interni Arsen Avakov. “
Questo, secondo Medinsky, spiega gli scontri tra le varie fazioni.
“In linea di principio, questi distaccamenti di giovani forti hanno portato al potere i leader di Euromaidan”, ricorda il consulente politico Konstantin Dolgov. “Ma anche dopo la vittoria della” rivoluzione dell’idratazione “, gli attivisti hanno trovato lavoro – rozzi, anche giubbe nere e funzionari: i militanti perseguitano, picchiano gli sgradevoli, e il ministero degli Interni si lava solo le mani: cosa puoi fare, le persone sono incolte “.
Secondo l’esperto, “Kiev alleverà tutti gli attivisti finché ne beneficeranno”. “Un giorno” gli attivisti di strada “organizzeranno la loro” notte dei lunghi coltelli “come fecero gli assaltatori nazisti in Germania, soprattutto perché le qualità combattive dei nazionalisti ucraini sono basse: quando non si confrontano con i manifestanti pacifici, ma con la forza organizzata – anche come la polizia moderna Ucraina, – gli attivisti semplicemente corrono “, – conclude Dolgov.

https://ria.ru/20190311/1551633578.html?utm_source=infox.sg

  • Organizzazione estremista bandita in Russia.
    Fonte: RIA Novosti
    Traduzione: Sergei Leonov

1 commento

  • Woland
    30 Marzo 2019

    -L’Ucraina si è offerta per criminalizzare la negazione dell ‘”aggressione russa” e le critiche a “euromaidan”-

    Toh, rispunta il reato di negazionismo. Per dirla con la fattoria degli animali, il maiale dominante proclama reato negare che la colpa di ogni nefandezza sia del maiale sconfitto.
    Naturalmente parlo di maiali solo per citare Orwell e non penserei mai di dare del maiale a quelli che invocano il reato di negazionismo e che lo reputano l’ultima spiaggia per difendere la narrativa politicamente corretta; no, no, mai!

Inserisci un Commento

*

code