Venezuela. Finisce nel ridicolo il tentato Golpe di Juan Guaidò e di un gruppo di militari disertori


Che fosse un burattino della CIA e del Dipartimento di Stato USA Juan Guaidò era cosa nota da tempo me che si esponesse alla figura di inscenare un tentativo di colpo di Stato teatrale quanto patetico, ad uso delle tv occidentali e dei social media, non si poteva facilmente prevedere.
Invece è accaduto nelle vicinanze della base aerea della Carlotta, a Caracas, dove fra l’altro non sono riusciti neppure ad entrare, Guaidò ed un gruppo di militari, alcuni disertori altri convocati con l’inganno (si attendevano la consegna di un riconoscimento), hanno proclamato solennemente che era in corso una presa del potere per spodestare il presidente Maduro e il suo governo da Miraflores ed affidare il potere “al popolo”, secondo lui rappresentato da un gruppo di golpisti al suo seguito, a libro paga del Dipartimento di Stato USA.
Il suo appello ai militari a ribellarsi ed a mettersi a disposizione dalla sua parte è caduto nel vuoto e i massimi esponenti miltari del paese hanno immediatamente sconfessato il tentativo golpista ribadendo la fedeltà alla Repubblica Bolivariana ed al suo presidente.
L’assembramento è stato subito sciolto mediante l’esplosione di lacrimogeni per far desistere i facinorosi dal loro tentativo di insurrezione. Nei video trasmessi, oltre a Guaidó, è apparso un altro influente politico dell’opposizione, Leopoldo Lopez, che si trovava in stato d’arresto il quale, a suo dire, è stato liberato dai militari che, passati sotto il suo domicilio, lo hanno chiamato a gran voce ed invitato a scendere. Il Lopez si è aggregato anche lui alla allegra comitiva per inscenare questo maldestro tentativo a cui il popolo del Venezuela ha risposto negando il suo appoggio e i militari hanno rifiutato di aderire ad un possibile conflitto fratricida, fratelli contro fratelli per favorire gli interessi del potere USA, ansioso di mettere le mani sulle risorse del Venezuela.

militari della Guardia Nacional


Subito dopo il tentato golpe, il presidente Maduro ha invitato tutti alla mobilitazione dichiarando in un comunicato: “Nervi d’acciaio. Ho parlato con i comandanti di tutte le Regioni di difesa strategica integrale (REDI) e le Zone di operazione di difesa integrale (ZODI) e mi hanno dichiarato la loro completa fedeltà al popolo, alla costituzione e alla patria. Ho fatto appello alla massima mobilitazione popolare per affermare la vittoria della pace. Vinceremo”, ha scritto Maduro su Twitter.
Anche per questa volta il tentativo degli agenti USA in Venezuela è fallito senza spargimento di sangue ma ci saranno da aspettarsi altri tentativi da parte delle forze dell’opposizione sobillate da Washington.
Il Manuale della CIA per il “cambio di regime”, quello applicato a Maidan (Kiev), in Crimea, in Libia ed in altri paesi, in Venezuela ancora non riesce a funzionare, Johon Bolton e Mike Pompeo cercheranno di aggiornarlo.

Fonti: Telesur Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

6 Commenti

  • namelda
    30 Aprile 2019

    a questo punto il copione prevederebbe spari sulla folla ma di folla attorno a Guidò non ce n’è;
    vuoi vedere che gli yanquizion decidono di sacrificare il pedone e alcuni pochi coinvolti
    per giustificare le successive porcherie agli occhi e alle “penne” del Libero Capitale Mondiale?

  • Carmine Zaccaria
    30 Aprile 2019

    Gravissimo il comportamento di Guaidò che andrebbe immediatamente arrestato unitamente ai suoi compagni d’avventura. Il precedente grave è Piazza Maidan. Il Popolo ucraino con il voto ha defenestrato il presidente nato dal Golpe. Aspettiamo di vedere all’opera il nuovo presidente. Per giudicarlo. Senza sconti! troppe cose sporche sono successe in Ucraina negli ultimi anni. Cerchiamo i responsabili a livello internazionale. Il Genocidio Ucraino va studiato e i responsabili puniti. L’Europa delle burocrazie tace? Chiariamo una cosa. Una volta per tutte! Faccio il giornalista d’indagine. Magistrati, Primi Ministri, Presidenti, Poteri Sporchi, Poteri Forti Congreghe varie facciano il loro gioco! I giornalisti hanno un compito diverso. Cercare la Verità e Denunciare. Farò questo senza timore reverenziale. Per quanto concerne l’Italia ormai seguire la politica in televisione è diventato una fonte di tensione. Sempre i soliti noti. Non vi siete stancati di sentirli tutte le sere? E loro non si sono stancati di parlare, parlare, parlare sempre?

  • eusebio
    1 Maggio 2019

    Speriamo che Guaido finisca stavolta davanti al plotone di esecuzione, le “rivoluzioni arancioni” liberiste dei sionisti ormai fanno sganasciare dalle risate, volevano abbattere Maduro come anticipazione del regime change in Iran sfidando il colossale potere russo-cinese, ma ormai precipitante potere economico-militare dell’occidente fa solo ridere.

  • Nicholas
    1 Maggio 2019

    Mi preoccupa, la presenza della blackwater. Mercenari a soldo degli Usa.
    Speriamo bene per il Venezuela.

  • Man
    1 Maggio 2019

    Basta chiudere il televisore: zacchete finis terrae. Senza Sion lo capirebbe anche un cretino yankee non sarebbe più il caso. Certo possono provare a farne una dieci Maidan, il vento è cambiato e forse fischia pure se non altro perché ci sono nei paraggi, ecco, Russia&Cina altro che Cuba! E poi se le Forze Armate appoggiano Maduro, casomai se resta qualcosa il “popolo”, avran fatto i loro conti e Cia&Mossad mal li colga. Siamo, in parole, povere, alla fine del II° Conflitto mondiale e senza Bretton Wood Yalta et simila. Niente più grasso che cola per le oligarchie luciferine. Soprattutto mai più petro-dollaro (le morti di Saddam Hussein e Gheddafi queste sono) Swift & Co. Il corrente sono schermaglie, tragiche e di sangue altrui, per salvarsi il culo. L’ora è fuggita…per lor signori e Sion in primis!

  • Danielsan
    2 Maggio 2019

    Vediamo come evolve la situazione.
    Non credo comunque che dopo questo fallimento abbiano abbandonato i propositi di rovesciamento del governo. E’ come se avessero voluto prima provarci in modo “soft”, senza necessità di intervento militare, magari gli riusciva…

Inserisci un Commento

*

code