"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Vaccini, dominio assoluto: incontro-dibattito a Bologna il 28 Settembre

Quando vedi un’urgenza insolita per un Paese prolisso e solitamente inconcludente, senza possibilità di vera e qualificata discussione, quasi fosse un segreto di Stato, con un terrorismo senza precedenti sui medici, innanzitutto, e poi sulle famiglie e gli insegnanti e che i problemi della scuola alla riapertura sembrano essersi ridotti all’obbligo vaccinale, comincia a sorgerti qualche serio interrogativo.
Perché tutta questa fretta, esagerazione e fanatismo, vaccini o morte, vaccina o vai all’inferno?
Perché insorge solo ora l‘impellenza e la necessità di vaccinarsi, c’è qualche epidemia, c’è qualche minaccia in corso, c’è qualche emergenza che a noi sfugge?

Hanno ragione gli organi sanitari di oggi che obbligano a vaccinare rispetto a quelli delle generazioni precedenti che non lo prevedevano, abbiamo acquisito qualche nuova conoscenza che non divulgate per non spaventarci ma che mette in pericolo l’umanità?
Non volete farci sapere, per esempio, per ragioni di correttezza politica e timore di xenofobia, che i migranti sono portatori di malattie infettive a noi ignote o debellate da tempo e dunque tocca vaccinare i bambini?
Perché alcune malattie dette esantematiche, ritenute da sempre inevitabili, perfino benefiche, diventano di colpo da evitare e da prevenire?

È vero che a produrre il vaccino è praticamente solo un’azienda, la Glaxo Smith Kline? È vero o è una misera bufala che l’azienda farmaceutica avrebbe ridotto gli investimenti sulla ricerca oncologica per tuffarsi nel più redditizio business dei vaccini? È vero che ha potenziato i suoi insediamenti industriali in Toscana o sono tutte sciocchezze sparate dagli spacciatori di fake news?
È vero che il Paese leader nell’uso dei vaccini, gli Stati Uniti, è anche leader in Occidente nella mortalità infantile a causa di cancro?

È vero che si stanno preparando altri vaccini, già ce ne sarebbero in lista d’attesa una trentina, compreso il mitico vaccino per vaccinarsi dai vaccini?
È vero che la ricerca sui vaccini e sulle loro controindicazioni è affidata a centri finanziati, sostenuti, dalle stesse aziende che li producono?

Sono domande ingenue, da un miliardo di dollari, anzi di più, considerando il giro d’affari.
Se da un lato si può sospettare che alla base del provvedimento vi siano non solo cinici calcoli di mercato ma pure discutibili assunti scientifici, dall’altro canto si intravede un progetto di ingegneria sociale che ha come esecutori politici, giornalisti e medici e la cui finalità è rendere il popolo incapace di reagire a qualsiasi vessazione.

*

code

  1. mardunolbo 1 mese fa

    la legge sulle vaccinazioni OBBLIGATORIE e’ di una gravita’ imparagonabile dato che la costituzione dello stato italiano garantirebbe il “diritto alla salute”.
    Termine generico e vago, appunto che si presta a varie interpretazioni, tra le quali l’obbligo imposto di procedere per evitare di infettare altri.
    Questo obbligo , ovviamente non si applica agli immigrati nordafricani che appestano la nazione di ogni genere di malattie tra le quali la tubercolosi che ha avuto un aumento esponenziale, guarda caso dopo il massiccio afflusso di questi dal Nordafrica.
    Sarebbe obbligo per magistrati che ancora si ritengano degni del nome, di procedere senza indugio contro personalita’ di primo piano dei governi che stanno agendo da anni contro il bene del popolo italiano.
    Ma poiche’ c’e’ poco da aspettarsi da una magistratura cresciuta ed allevata dal comunismo e nel comunismo, sarebbe il caso, come suggerisce un politico, generale dei carabinieri, di procedere d’imperio all’arresto popolare dei politici corrotti e dei giornalisti fiancheggiatori !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Walter 1 mese fa

      In Italia, la tubercolosi ha un’incidenza di circa 4 casi su 100,000 tra i nativi (nati in Italia) e di circa 60 casi su 100,000 (15 volte superiore) tra gli immigrati. Non esiste un vaccino efficace contro la tubercolosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Silvia 1 mese fa

      Veramente la maggioranza degli immigrati non vengono dal nordAfrica, ma dall’Africa subsahariana

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Citodacal 1 mese fa

    Anche l’ex giudice Ferdinando Imposimato, presidente onorario della Suprema Corte Costituzionale, ha da qualche tempo preso una posizione inequivocabile sulla questione vaccini:
    https://www.pandoratv.it/ferdinando-imposimato-vaccini-obbligatori-atto-illegittimo-che-viola-la-liberta-dei-cittadini/
    http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/3086-e-molto-importante.html

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Citodacal 1 mese fa

    Anche l’ex giudice Ferdinando Imposimato, presidente onorario della Suprema Corte Costituzionale, ha da qualche tempo preso una posizione inequivocabile sulla questione vaccini. Al merito vi sono testimonianze importanti su PandoraTV e sul sito del dottor Stefano Montanari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicola 1 mese fa

      Oltre alla testimonianza del Giudice Ferdinando Imposimato e agli esami del dott. Stefano Montanari… bisogna anche aggiungere la testimonianza del prof. Massimo Montinari il quale dal 1996 denuncia tramite i “canali ufficiali” la correlazione tra vaccinazione e Autismo! Ospite della trasmissione “Don Chisciotte” (andata in onda il 30-Ott-2012) Massimo Montinari spiega in modo dettagliato come è arrivato alle sue conclusioni e come sia stato insabbiato il suo lavoro! Di seguito il link del video imperdibile della durata di 42 minuti da vedere dall’inizio alla fine: https://www.youtube.com/watch?v=yAEcGl1YEBg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 1 mese fa

        Melius abundare…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. animaligebbia 1 mese fa

    Siamo ormai alla dittatura camuffata da democrazia,adornata da mille buone intenzioni,tutte assolutamente buoniste,per carita’.Quando liberalizzeranno le droghe leggere il lavoro sara’ compiuto,con generazioni di giovani zombizzati,che tra social e “cannette” non riusciranno neanche ad alzarsi dal letto la mattina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 1 mese fa

      E per alzarsi, qualcuno venderà loro le droghe pesanti a costo più accessibile (di cui già si fa ampio uso in certi strati e ambienti sociali).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Rabdomante 1 mese fa

    Ma se uno è vaccinato, perchè dovrebbe temere di essere contagiato da un non vaccinato?!!
    Qualche medico o sostenitore provax può rispondere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 1 mese fa

      E’esattamente quello di cui parlavamo stamattina io e il mio coniuge, chi è vaccinato cosa gliene frega di chi non è vaccinato? E chi non è vaccinato e contagia qualcuno, contagia chi ha messo in preventivo il rischio di poter essere contagiato e contagiare a sua volta, sono della stessa squadra, accettano tutte le regole, positive ed eventualmente negative.
      Questa feccia al governo confonde solo le idee, ma dei più deficienti.
      Posso dare a Rabdomante 10 Mi piace?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tania 1 mese fa

    Ieri sera o l’altra sera, non ricordo bene, scorrazzando per i canali tv mi fermo per un attimo su un canale dove uno a proposito dei vaccini e della giustezza della decisione del governo dice che “i figli non sono vostri”
    Non ho voluto sentire oltre, peccato, adesso sono pentita di aver cambiato canale perché così non saprò mai di chi sono figli i miei figli a mia insaputa, che potremmo dividere il loro mantenimento… Se poi i “veri genitori” (?!?) insistono per essere i veri genitori, li mantengano loro completamente.
    I figli non sono nostri ma sono dello Stato? Benissimo, da subito tutti dipendenti statali garantiti, e con 2 anni e 1 giorno di lavoro tutti in pensione, e vai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 1 mese fa

      E’ stato quell’ “aquila” di Pierluigi Battista che, nell’interloquire con Paragone, ha affermato: “I bambini non sono proprietà dei genitori” (http://www.byoblu.com/post/video-dal-web/pigi-battista-paragone-bambini-non-dei-genitori), asserzione ambigua tanto quanto il prosieguo del contesto che il nostro ha sciorinato in seguito (come a dire: i figli sono tuoi quando te li devi smazzare, se invece vengono utili per altro allora non lo sono più).

      Rispondi Mi piace Non mi piace