USA in preda al panico per i controversi laboratori scoperti in Ucraina; Cosa c’è in gioco?


La Russia definisce “sorprendente” la reazione di Stati Uniti e Regno Unito sui laboratori di armi biologiche in Ucraina.

Domenica il ministero della Difesa russo ha annunciato di aver ottenuto, durante l’operazione militare lanciata dal Paese in Ucraina dal 24 febbraio scorso, prove che dimostrano il processo di sviluppo di componenti di armi biologiche da parte di Kiev nei laboratori vicino al confine russo, con l’aiuto finanziario di gli Stati Uniti.

Parole contraddittorie dagli USA
A seguito dell’annuncio, il sottosegretario di Stato americano per gli affari politici Victoria Nuland ha riconosciuto che l’Ucraina dispone di “strutture di ricerca biologica ” .

Il giorno dopo, la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha smentito le “false informazioni” rilasciate dalla Russia sui presunti laboratori statunitensi di armi biologiche e chimiche in Ucraina e l’ha considerata “un ovvio stratagemma” della Russia per cercare di “giustificare la sua premeditata , attacco immotivato e ingiustificato all’Ucraina“. Ora che la Russia ha fatto queste false affermazioni, e la Cina ha apparentemente sostenuto questa propaganda, dovremmo tutti essere vigili sulla possibilità che la Russia usi armi chimiche o biologiche in Ucraina, o crei un’operazione sotto falsa bandiera usandole. È uno schema chiaro”, ha stabilito Psaki.

Cosa dice la Russia?
Al riguardo, il capo della delegazione russa ai negoziati di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti, Konstantin Gavrilov, ha sottolineato che, dopo aver sollevato tale questione, i rappresentanti degli Stati Uniti e del Regno Unito hanno affermato che l’attività dei laboratori biologici non non violerebbero gli standard internazionali, mentre la delegazione ucraina non ne ha riconosciuto l’esistenza .

“ Sai cosa è incredibile? È la reazione dei rappresentanti di Stati Uniti, Regno Unito e Ucraina dopo il nostro discorso “, si è lamentato Gavrilov al canale di notizie Rossiya-24 .

Lo stesso mercoledì, dalla Russia hanno avvertito che i nazionalisti ucraini si preparano a fare “provocazioni” con armi chimiche per poi dare la colpa al governo di Mosca.

Nota: L’Ucraina si avvia a diventare sempre più simile allo scenario siriano con l’utilizzo delle medesime tattiche: provocazioni con armi chimiche, invio di mercenari, attività di guerriglia e sabotaggio.

Traduzione e nota: Luciano Lago

3 Commenti
  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:17h, 10 Marzo Rispondi

    Sorprendenti “rivoluzioni colorate” in grado poco tempo trasformare qualunque paese… in sulfurea bolgia dantesca…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • eusebio
    Inserito alle 20:06h, 10 Marzo Rispondi

    I russi parlano addirittura di armi biologiche profilate sul piano etnico, quindi chiaramente per il profilo slavo-europeo, ricordo due anni fa allo scoppio della pandemia a Wuhan su di un’altro blog, sotto un’articolo che parlava appunto dello scoppio del covid nella città cinese, di una persona che parlava ugualmente di un’arma biologica profilata geneticamente per colpire l’etnia estremo-orientale.
    Chissà che non avesse informazioni di prima mano.

    • Giorgio
      Inserito alle 08:41h, 11 Marzo Rispondi

      Gli anglo americani sognano l’arma definitiva, virus selettivi creati in laboratorio, cioè in grado di colpire un gruppo etnico preciso, basta rivoluzioni colorate, golpe, invasioni, mercenari, armi nucleari …. si diffonde un bel virus che uccide solo l’etnia che non si piega all’impero ….. di volta in volta, russo-slavi, Cina – Corea del nord, Iran, Siria ecc …….
      Prima che i laboratori anglo sionisti siano in grado di fare effettivamente tutto questo è ovviamente necessario, per chi non vuole soccombere, un attacco preventivo che tolga di mezzo gli apprendisti stregoni una volta per sempre …..

Inserisci un Commento