USA e Israele preparano l’attacco nucleare contro l’Iran?

Il 22 dicembre ° , la US Navy ha pubblicato un video che mostra la sua classe Ohio lanciamissili sottomarino nucleare USS Georgia (SSGN 729), insieme con gli incrociatori lanciamissili USS Port Royal (CG 73) e USS Philippine Sea (CG 58) transitati lo stretto di Hormuz.

Il comunicato della US. Navvy dice che il sottomarini è entrato nel “Golfo Arabico”, come gli Usa chiamano Golfo Persico, perché vogliono fare dispetto all’Iran.

Questo accade nell’avvicinarsi il primo anniversario dell’assassinio del maggiore generale iraniano, Qassem Soleimani, avvenuto il 3 gennaio ° , e un senso di urgenza che una sorta di ritorsione sia in arrivo è, in qualche modo, comprensibile.

I missili da crociera Tomahawk contenuti dalla USS Georgia – che può portarne fino a 154 – possono raggiungere circa 1.000 miglia in qualsiasi direzione quando vengono lanciati, creando un ampio raggio d’azione per il sottomarino.

La nave può anche contenere fino a 66 membri delle forze per le operazioni speciali.

La Georgia può essere utilizzata per condurre intelligence, sorveglianza e ricognizione lungo la costa iraniana e attraverso l’intero Golfo Persico rimanendo al riparo dagli avversari.

Le riprese video rilasciate dalla Marina americana mostrano il sottomarino accompagnato da due incrociatori missilistici guidati in rotta verso il Golfo Persico dopo aver lasciato la base della 5a flotta in Bahrain.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=iElv5UbW7Ls&feature=emb_logo

Donald Trump ha circa 4 settimane per rimanere in carica come presidente degli Stati Uniti e si teme un “attacco d’addio” contro l’Iran, al fine di dimostrare il suo infinito sostegno a Israele, e mescolare le carte un’ultima volta, questa volta, forse, in modo catastrofico. .

Il 23 dicembre Rd , Trump ha preso a Twitter per lanciare un avvertimento all’Iran dopo diversi razzi hanno colpito nei pressi dell’ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad.

Ci sono stati alcuni danni materiali e diversi cittadini iracheni sono rimasti feriti e uno è stato ucciso, secondo i rapporti.

L’Iran ha ripetutamente promesso negli ultimi tempi di vendicarsi sia per l’uccisione di Soleimani, ma anche per la morte più recente del famoso scienziato nucleare Mohsen Fakhrizadeh, che i leader di Teheran hanno attribuito a Israele e agli Stati Uniti.

Secondo la versione ufficiale iraniana, sarebbe stato ucciso con un’elaborata mitragliatrice controllata dall’IA tramite un satellite.

L’unica rappresaglia confermato ufficialmente dall’Iran finora è stata quella dell’8 gennaio con attacco di missili balistici sulla base aerea statunitense di Ayn al-Asad nel Governatorato di al-Anbar, nell’Iraq occidentale, così come un altro alla base aerea a Erbil, nella regione del Kurdistan.

Nessun soldato americano era rimasto ucciso, ma 110 di loro hanno subito “lesioni cerebrali traumatiche”, nonostante i rapporti iniziali che sostenevano che non ci fossero feriti. Dopo il rapporto iniziale sul fallimento dell’attacco iraniano, gli Stati Uniti hanno continuato ad ammettere per mesi che c’erano, in realtà, elementi delle truppe feriti.

Il comando delle US. Forces ha dichiarato che gli USA sono pronti a reagire ad un eventuale attacco iraniano per l’anniversario dell’omicidio del gen. Soleimani.
Secondo fonti libanesi risulta che anche due sottomarini israeliani con armi nucleari a bordo si sono diretti verso l’Iran.
Gli esperti sostengono la possibilità che si possa svolgere un attacco congiunto delle forze di USA e Israele contro l’Iran, con l’obiettivo in un primo tempo di neutralizzare le difese antiaeree, successivamente si punterebbe alle installazioni nucleari dell’Iran contro cui si utilizzerebbero missili con ogive nucleari di basso rendimento.

Navi USA nel Golfo Persico

Nell’attacco parteciperebbe l’aviazione e un ruolo speciale sarebbe assegnato ai sottomarini israeliani che sono di fabbricazione tedesca, tipo 212 , ad alimentazione diesel che dovrebbero lanciare missili contro le installazioni iraniane, allo stesso tempo il dipartimento militare israeliano non commenta lo spiegamnto di forze della sua marina militare che normalmente mantiene una serie di unità costantemente posizionate nell’oceano Indiano.
La Russia ha messo in allarme le sue difese e i suoi sistemi di avvistamento per anticipare le possibili mosse delle forze USA contro l’Iran, visto che questo è considerato un alleato strategico della Russia, mentre Putin ha dato ordine di reagire a qualsiasi attacco o provocazione degli USA e della NATO nei confronti delle proprie forze e delle frontiere delle Federazione Russa.
La possibiità dell’attacco è data come probabile nei primi giorni del Gennaio 2021.

Fonti: South Front — Al Masdar News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM