US. Minneapolis: la polizia lancia attacchi non provocati a manifestanti e giornalisti (e peggio, molto peggio)


Il quinto giorno di proteste in città è stato in gran parte pacifico, ma ciò non ha impedito alla polizia di colpire in modo aggressivo i manifestanti che hanno rotto il coprifuoco con gas lacrimogeni e proiettili di gomma.
VT ha scoperto che tra i manifestanti più violenti, quasi tutti sono bianchi. Alcuni sono stati identificati come membri della US Army, alcuni come agenti politici del GOP e altri come, ora te lo puoi aspettare… .della polizia.


MINNEAPOLIS — Una notte dopo che Minneapolis ha bruciato, le proteste di sabato sono state per lo più calme — fino a quando i poliziotti e la Guardia Nazionale si sono mossi con forza contro quei violenti coprifuoco.

Dimostrante ferita dalla polizia

Iniziamo con un momento luminoso da Seattle. Qui, una guardia di sicurezza (con un glock) prende una carabina M4 da un manifestante che l’ha trovata dove un poliziotto di Seattle l’aveva lasciato cadere mentre scappava. Grazie alla guardia nel video, poliziotti e manifestanti non hanno bisogno di armi vere come questa, il nostro eroe del giorno:

Le proteste a Minneapolis, dove George Floyd, 46 anni, è morto dopo che un poliziotto bianco gli si è inginocchiato sul collo per diversi minuti, sono iniziate pacificamente sabato mentre centinaia di residenti marciavano accanto a ufficiali di polizia. Ma subito dopo il coprifuoco delle 20:00 e tutte le principali autostrade delle Twin Cities sono state chiuse, la polizia è apparsa in piena marcia.


Hanno iniziato a lanciare lacrimogeni, bagliori e proiettili di gomma contro manifestanti e giornalisti, allontanando la folla dai recinti della polizia che erano stati precedentemente incendiati nelle notti precedenti. Mentre la polizia stava apparentemente reprimendo i violatori delle regole del coprifuoco, non è chiaro il motivo per cui avrebbero preso di mira i giornalisti, che sono esenti dal coprifuoco alle 20:00 e hanno potuto riferire sulla scena.

“Stasera sarà diverso”, ha detto il governatore del Minnesota Tim Walz sabato sera subito dopo l’entrata in vigore del coprifuoco. “Se stasera sei in strada, è molto chiaro: non sei con noi. Non condividi i nostri valori. E useremo tutta la forza della bontà e della giustizia per assicurarci che questo finisca ”.


Fonte: https://www.thedailybeast.com/minneapolis-police-move-in-on-protesters-journalists-in-unprovoked-show-of-force

Traduzione: L. Lago

14 Commenti

  • Monk
    1 Giugno 2020

    I manifestanti sarebbero come i nostri bonaccioni ex forconi? No. Sono zecche e per una volta che potrebbero essere stese per sempre noi che facciamo? Critichiamo il nemico del mio nemico che automaticamente diventa mio amico. I dem, la feccia delle zecche nascono proprio negli States, con i Clinton e il negher bombarolo obama. Li devono eliminare tutti, avanti così trump!

  • Monk
    1 Giugno 2020

    I giornalisti poi, quelli della cnn, la crema della merda dei media, ma devono essere strozzati, altro che essere solidali con questa merdaglia! E’ come se mi dicessero in una realtà da film di fantascienza che avere aperto teste come quelle di Vespa, Merlino, Giletti, Santoro, Fazio e altri schifosi servi è ingiusto.

  • Teoclimeno
    1 Giugno 2020

    Il copione per noi italiani è noto da ormai lungo tempo, per averlo visto replicare numerose volte durante le dimostrazioni pacifiche. Le file dei pacifici protestatari vengono di proposito infiltrate da elementi violenti agli ordini delle forze dell’ordine, i quali creano incidenti fornendo alla polizia il pretesto per reprimere il dissenso. Nelle prossime ore il quadro della situazione ci sarà maggiormente chiaro, sia per il fine che per l’esito.

    • Arditi d'Italia
      1 Giugno 2020

      mi chiedo perchè quando un bianco viene ucciso dalla polizia nessuno protesta, uccidono un negro e mettono a ferro e fuoco le città
      e per la cronaca la polizia USA uccide uomini bianchi 4 volte quelli neri

      ha fatto bene quel proprietario di un negozio accorso a proteggere la sua attività dai saccheggiatori (quasi tutti negri) mettendosi a sparare
      perchè quando un negro muore di overdose non vanno ad assaltare i palazzi dove spacciano?
      no meglio assaltare i supermercati

      feccia
      come lo sono i pseudoanarchici ed i sinistronzi qui

  • carmine
    1 Giugno 2020

    Il modello criminale Usa. Hanno esportato la democrazia con le bombe intelligenti. Il popolo oppresso da nazisti che si spacciavano per democratici. Il sistema di potere nelle mani delle lobbie finanziarie assicurative. Il popolo oppresso. La questione razziale mai risolta. Cinquanta milioni non hanno assistenza sanitaria. La pandemia lascia sul terreno morti che mai risulteranno dalle statistiche. La disoccupazione di massa colpisce i più deboli. Il re è nudo. Le ingiustizie non hanno sbocchi. Le ingiustizie non possono avere sbocco. Il sistema di rappresentanza assolutamente fraudolente. La ribellione sacrosanta repressa da uno Stato di polizia vile. Quello che patisce il popolo americano è crimine contro l’umanità. I servi del modello americano distraggono la pubblica opinione.

    • Monk
      1 Giugno 2020

      W Obama e i Clinton!!!! Poi Soros è il meglio!

      p.s.
      il modello amerikazzo non piace manco a me, tanto per intenderci, ma questa è un’altra storia: ci sono le zecche che manifestano o devo inneggiare anche i centri sociali???

      • Giacomo
        1 Giugno 2020

        Si e anche pippo pluto e topolino.. ma secondo te il mondo è così lineare? beato te che credi ancora alla favola dei buoni e dei cattivi…

  • carmine
    1 Giugno 2020

    Le zecche come le chiami tu sono le vittime del sistema. Protestano nei modi e nei termini con cui farsi sentire dal mondo. La vera mafiosa violenza è quella che utilizza la forza bruta dello Stato. La violenza di Stato è crimine contro il popolo. Negli Usa vedo legittima Resistenza alle brutture del sistema nazista americano che mai ha abolito lo schiavismo.

    • Daniel
      1 Giugno 2020

      Afflitto da propaganda acuta..

    • Arditi, a difesa del confine
      1 Giugno 2020

      gli anni 70 sono finiti da 40 anni…

    • Kaius
      1 Giugno 2020

      Le zecche sono i carnefici che stanno mandando in rovina l occidente,vanno perseguitati e messi sui roghi.
      Sempre più convinto che certe gente è pagata per fare confusione.
      Tutti di sinistra ovviamente, zecche.

  • Normale
    1 Giugno 2020

    Esatto. Che dio protegga trump E i kennedy . Se voi vi sentite affini ai riottosi di adesso, bhe allora nn avete capito nulla. Trump che il signore t protegga

  • atlas
    2 Giugno 2020

    se continua così, chi ci andrà in guerra contro la Cina ? Gli usa incendiati ? Ma come GODO, quasi come stare a letto con 3 ragazze tunisine

  • Emilio
    2 Giugno 2020

    I manifestanti son proprio stupidi. Vanno disarmati e senza protezioni. Che ci vuole a mettersi un casco, gomitiere e protezioni varie, oltre a mazze e spray di qualsiasi tipo?! Troppo facile così per i vigliacchi super armati.

Inserisci un Commento

*

code