URGENTE: L’esercito della DPR ha ricevuto l’ordine di distruggere le postazioni delle forze armate ucraine

La redazione di Russkaya Vesna ha ricevuto il testo di un comunicato di emergenza da parte del rappresentante ufficiale del Dipartimento di Polizia Popolare della DPR (Repubblica di Donetsk)
Le formazioni armate dell’Ucraina continuano a violare il complesso di misure aggiuntive per il monitoraggio del rispetto dell’armistizio durante la riunione dei gruppi di contatto.

In direzione Mariupol, i militanti del battaglione del Corpo dei Marines della 36a brigata ucraina, dalle postazioni di tiro temporanee schierati direttamente nel villaggio di Vodyanoye, nascondendosi dietro i civili per reprimere il fuoco di ritorno , per ordine del comandante di brigata Gnatov, hanno utilizzato mortai da 82 mm nella zona di n. p. Leninskoye, rilasciando 100 proiettili di obice .

Per chiarire le circostanze e le conseguenze del bombardamento, è uscito di scena un gruppo di osservazione operativa del Rappresentante della DPR nel JCCC.

Forze ucraine sulla linea del Donbass

I fatti in violazione sono stati prontamente portati all’attenzione dei rappresentanti della parte ucraina nel JCCC(OCSE) al fine di prendere provvedimenti contro i trasgressori ed escludere casi di falsificazione delle credenziali sulle violazioni del cessate il fuoco da parte delle Forze armate ucraine.
Pertanto, le azioni della parte ucraina escludono l’attuazione degli accordi di pace firmati sull’osservanza globale del regime di cessate il fuoco. La leadership politico-militare ucraina ha dimostrato ancora una volta l’incapacità e la riluttanza a seguire il corso di una soluzione pacifica della guerra civile.

A causa della mancanza di reazione degli osservatori internazionali al bombardamento in corso delle aree popolate della Repubblica, al fine di proteggere la popolazione dal terrore ucraino, le unità della milizia popolare sono state autorizzate a condurre il fuoco preventivo per sopprimere e distruggere i punti di fuoco nemici.

Chiediamo che i militanti ucraini abbandonino le provocazioni di fuoco contro la nostra Repubblica volte a interrompere la tregua, altrimenti ci riserviamo il diritto di fornire una risposta adeguata.

Источник: https://rusvesna.su/news/1614754586

Questo non è un aggravamento, questa è la guerra! – Reporter VGTRK sull’attacco mattutino alla DPR

Il bombardamento mattutino del villaggio di Leninskoye, riportato dalla “Primavera russa”, ha commentato il corrispondente di guerra della Compagnia televisiva e radiofonica di Stato panrussa, ora nel Donbass, Andrei Rudenko.

Nel suo canale Telegram ha scritto: “Sul bombardamento del sud della DPR e di Leninsky. Questa non è solo un’esacerbazione, ma una guerra a tutti gli effetti!

Un centinaio di mine sono state sparate contro le postazioni della Milizia Popolare. Allo stesso tempo, sono sicuro che se il JCCC ha registrato un tale numero, ce ne sarebbero stati molti di più. E le armi usate dalle forze armate erano le più diverse.

Cento colpi – questo non è solo il fuoco “scatenato da un mortaio e ha deciso di solleticare i nervi di coloro che stanno di fronte”, ma questo è il lavoro di diverse batterie di mortaio, e in una piazza per la distruzione. Tali bombardamenti sono avvenuti solo nella fase più calda della guerra.

Le forze armate ucraine si stanno comportando in modo sempre più aggressivo nei confronti delle repubbliche, gli attacchi aumentano ogni giorno. E se non vengono prese misure per sopprimere i tentativi di aggressione , allora con un tale successo non un solo civile rimarrà nelle aree del fronte e non ci sarà nessuno con cui combattere.

“La pace deve essere conquistata con la vittoria, non con un accordo,” – Mark Tullius Cicero. “

Fonte: https://rusvesna.su/news/1614754586

Traduzione: Sergei Leonov

4 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 18:53h, 03 Marzo Rispondi

    I padroni che tengono al guinzaglio il cane usa biden hanno oridnato provocazioni, massacri, Guerra!
    Il cane* biden tenuto al guinzaglio ha ordinato ai suoi mercenari sparsi nel mondo, alla sua soldataglia senza onore e agli ausiliari/servi nella nato Guerra!
    Fate presto, prima che i Liberatori del Mondo diventino troppo forti!

    Cari saluti

    * Senza offesa per i poveri e incolpevoli cani …

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 18:56h, 03 Marzo Rispondi

    Guerra!,Sola speranza del neoliberismo finanz-globalista giudaico e della democrazia

    Cari saluti

  • eusebio
    Inserito alle 19:53h, 03 Marzo Rispondi

    Le nuove sanzioni contro la Russia per il caso Navalny, una maskirovka costruita probabilmente con tecniche conosciute da ex agenti sovietici sionisti passati in Israele, si accoppiano alle visite della guaidò bielorussa prossime in Portogallo e Finlandia in attesa di rilanciare alla grande il 25 marzo le proteste in Bielorussia onde rovesciare il governo legittimo, e chiaramente con la ripresa dei bombardamenti ucraini sui civili del Donbass.
    La Lituania, uno staterello in via di spopolamento di poco più di due milioni di abitanti, che accidentalmente si trova circondato da territori russofoni da quasi tutte le parti e quindi suscettibile di essere spianato dai carri armati russi, ha addirittura chiesto alla UE di imporre alla Russia il blocco del South Stream2 alla partecipazione alle elezioni alla Duma del prossimo autunno dell’opposizione, come se in Russia gli stipendiati di CIA e NATO non possano presentarsi agli elettori, lo fanno con Jabloko e affini fin dagli anni novanta ma non li vota nessuno.
    Tra l’altro gli staterelli baltici sono i più solerti tra gli alleati USA ad adottare anche politiche anti-Pechino e filo-Taiwan, non è peregrino ipotizzare che potrebbero essere i primi, assieme all’Ucraina, a riconoscere una possibile indipendenza di Taiwan.
    Sarebbe quindi importante anche per la Cina sostenere la Russia minacciata di rivoluzione colorata interna, anche con accordi militari ufficiali, analoghi al partenariato militare strategico sottoscritto tra Russia e Bielorussia nei giorni scorsi.

    • Niko
      Inserito alle 20:16h, 03 Marzo Rispondi

      Non si puo’ essere sicuri da che parte sta la Cina, Probabilmenente potrebbe essere anche una costola del Deep State

Inserisci un Commento