“Uomini siate, e non pecore matte…..” (Dante)

di Francesco Lamendola

Scrive Dante, nel V canto del Paradiso (74-81): “Avete il novo e l’l vecchio Testamento, / e ‘l pastor de la Chiesa che vi guida; / questo vi basti a vostro salvamento. / Se mala cupidigia altro vi grida, / uomini siate, e non pecore matte, / sì che ‘l Giudeo di voi tra voi non rida! …”


Ora, a parte l’evidente e intollerabile antigiudaismo del sommo Poeta (che fa il paio, per altro, con il suo anti-islamismo: al punto da mettere Maometto all’inferno, squartato da un demonio con la spada), il quale fa correre fremiti d’orrore e di disgusto in tutti gli ecumenisti e i fautori del dialogo interreligioso, in tutte le anime belle delle marce per la pace di Assisi, in tutti i preti con la sciarpa arcobaleno e i vescovi di strada (perché non si può ignorare che Dante, all’inferno, ci mette anche i sodomiti). Per non parlare del signore argentino che bacia il Corano, bacia la Bibbia protestante, e poi, avendo esaurito i baci, annuncia trionfante, motu proprio, che i Giudei sono dispensati alla conversione al Vangelo, perché sono già eletti, salvi e beati in anticipo, e non parliamo di bazzecole come la crocifissione di Cristo, la lapidazione di santo Stefano o la decapitazione di san Giacomo, a parte tutti questo, una cosa resta chiara ed evidente: che alle pecore matte si può rifilare qualunque fandonia, quando si tratti di scusare i loro peccati e assecondare i loro vizi, perché quella è la musica che piace ai loro sensibili orecchi.


E poco importa se lo spettacolo, visto da fuori, è comico, o tragicomico (sì che ‘l Giudeo di voi tra voi non rida), perché si può anche detestare un avversario, e tuttavia provare un senso di rispetto verso di lui, quando è integro e si batte per ciò in cui crede; ma non si può nutrire alcun rispetto, ma solo disprezzo, per l’avversario che finge di essere quel che non è, che viene a compromessi macroscopici coi suoi stessi principi, che elemosina l’approvazione altrui pur di riuscire gradito, o non del tutto sgradito, alla maggioranza degli uomini: e tale è la condizione in cui sono stati posti i veri cattolici, oggi, dalle manovre della sciagurata setta modernista che ha occupato, con un colpo di Stato, tutte le posizioni chiave della chiesa, agli occhi del mondo e di tutti i recenti e antichi nemici del Vangelo.

Dante fa correre fremiti d’orrore e di disgusto in tutti gli ecumenisti e i fautori del dialogo interreligioso, in tutte le anime belle delle marce per la pace di Assisi, in tutti i preti con la sciarpa arcobaleno e i vescovi di strada.

Costoro non possono che sorridere nel vedere le contorsioni del clero apostatico e di questo falso papa traditore, anche se mostrano deferenza esteriore, perché comunque questi turpi personaggi sono ancora utili, e lo saranno fino a che l’ultimo chiodo della bara sarà stato piantato sulla Sposa di Cristo: dopo di che, staremo a vedere il bel mondo radicale e progressista, gli intellettuali neomarxisti e i politici massoni, e soprattutto i finanzieri della tirannide plutocratica: staremo a vedere che cosa se ne faranno di questi preti senza fede, di questi vescovi senza carità, di questi cardinali senza onore e di questi papi senza timor di Dio.
Li congederanno con una pedata nel sedere, se essi non avranno avuto il buon senso di sparire a tempo debito: ora sono ancora utili, ma domani non ci sarà più bisogno di loro, i loro servigi saranno diventati inutili e riceveranno il premio che sempre meritano i traditori: esser spazzati via, con disgusto e con infamia. La loro stessa esistenza fisica sarà intollerabile ai signori del Nuovo Ordine Mondiale, perché potrebbe ricordare qualcosa che dovrà essere dimenticato; e inoltre rammenterà loro il tempo in cui avevano bisogno dei servigi di siffatti individui, di così spregevoli voltagabbana, e quindi la loro presenza evocherà brutti ricordi anche per loro.

Papa Bergoglio con i monarchi criminali degli Emirati Arabi


Ecco perché questa mala setta di apostati, dal signore argentino andando in giù, fino all’ultimo prete di provincia che chiude la chiesa e nega la Messa di Natale ai suoi fedeli “per protestare contro il decreto sicurezza”, sono già morti adesso, sono dei cadaveri viventi, e non lo sanno; anzi, nelle loro anime pervertite s’immaginano e si lusingano di essere gli araldi del futuro, i trombettieri di un nuovo e glorioso esercito, che inaugurerà il regno della pace, della giustizia e dell’amore, che ora solo a fatica e con una riserva mentale chiamano il regno di Dio, ma che, nella loro testa, è sempre stato e sempre sarà il regno dell’Uomo, proprio come vuole la massoneria ecclesiastica. Di fatto, Dio è scomparso dai loro discorsi e dalle loro omelie; se ancora si degnano di nominarlo, è solo per brandire quella parola come una mazza sulla testa dei loro nemici, i populisti e i “razzisti” in primis.

Il signore argentino è ateo: non lo diciamo noi, lo dicono le persone intelligenti, credenti e non credenti; lo dice, per esempio, e non da oggi, anche Vittorio Sgarbi

Certo, una cosa Dante non poteva immaginare, quando diceva e ‘l pastor de la Chiesa che vi guida: che il papa avrebbe potuto essere eretico, o, per dir meglio, ateo. Il signore argentino è ateo: non lo diciamo noi, lo dicono le persone intelligenti, credenti e non credenti; lo dice, per esempio, e non da oggi, Vittorio Sgarbi. Il papa è ateo e di conseguenza piace agli atei: il segreto del suo successo mediatico, della sua vasta popolarità, è tutto qui. In un mondo ateo, un papa ateo è caduto come la ciliegina sulla torta: era l’ultimo dettaglio che ancora mancava perché il trionfo dell’ateismo fosse completo.
Non ci si lasci ingannare dalle apparenze; non ci si faccia ricattare da un senso malriposto di obbedienza e fedeltà al vicario di Cristo. Costui merita obbedienza e fedeltà fino a quando lui per primo si dimostra fedele e obbediente a Gesù Cristo; non ne merita affatto, se si mostra apertamente infedele. Ora, è dal primo giorno, è dal primo istante della sua elezione, che quel signore, eletto al soglio pontificio da una cricca di cardinali massoni e modernisti, meritevoli della scomunica per aver manipolato un atto così importante, mostra apertamente quel che è e quel che vuol fare: è un ateo che vuol distruggere la Chiesa dall’interno.


Non ci si lasci suggestionare da alcuna considerazione astratta; si guardino i fatti, si giudichino le azioni e le parole: che cosa non ha fatto e non ha detto, costui, sin dal principio del suo pontificato, che non andasse nella precisa direzione di seminare confusione, smarrimento, amarezza, angoscia, e infine perdita della fede, in milioni e milioni di fedeli, a cominciare dal clero? Ha forse mai cessato di insinuare dubbi, di demolire certezze, di incrinare valori, di aprire spiragli nei confronti di tutto ciò che nega, rifiuta e combatte la verità di Cristo? Per lui, sin dal primo giorno, gli altri sono meglio, mille volte meglio dei cattolici; e del resto, Dio non è cattolico, lo ha detto apertamente. Di che altro c’era ancora bisogno, e parliamo della fase iniziale del suo pontificato? In questi cinque anni, non c’è nulla che costui non abbia fatto, di quanto era umanamente pensabile e attuabile, per sgretolare la dottrina e per demolire la fede dei cattolici; nulla che potesse fare o dire, che non abbia detto e fatto, per dare ragione ai non cristiani e a tutti gli anticristiani.


Un papa che bacia il Corano e che si rifiuta di benedire i fedeli?

È incredibile: basterebbero questi due soli episodi per qualificarlo per ciò che realmente è. Si rifletta se simili gesti sarebbero stato tollerati solo dieci, quindici anni fa. No, mai. Nessun papa che avesse baciato il Corano e che si fosse rifiutato di benedire i fedeli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, sarebbe rimasto tranquillamente sulla cattedra di Pietro. Ci sarebbe stata una rivolta generale; lo avrebbero costretto a dimettersi, magari con una diagnosi di malattia mentale, tanto per salvare le apparenze. Ma ora costui fa e dice simili cose, e pare che nessuno, o solo pochi, si scandalizzino; pare che alla gente vada bene così. Come mai? Semplice: perché è quel che desiderano, nel loro intimo, la maggior parte dei cosiddetti cattolici: essere sollevati dal fardello della croce, divenuto troppo pesante. E anche questo è logico: il giogo di Cristo diventa leggero solo per chi ha la fede; ma per chi l’ha perduta, sebbene non voglia confessarlo, costituisce un peso insopportabile.

Papa Bergoglio riceve ed onora l’abortista Emma Bonino

La tragicomica e sciagurata setta modernista di un falso papa traditore. Alle pecore matte si può rifilare qualunque fandonia quando si tratti di scusare i loro peccati e assecondare i loro vizi.

Oggi il cattolicesimo è quasi scomparso. Sopravvive nel cuore e nella vita di un certo numero di persone, consacrate e laiche; ma come religione universale, come visione del mondo che abbia ancora un peso nel panorama delle ideologie contemporanee e nei relativi stili di vita, non c’è più. È scomparso da una cinquantina d’anni; e il de profundis è stato il Concilio Vaticano II. Rinunciando a condannare gli errori del mondo moderno, proclamando il dialogo incondizionato, ponendo la pastorale e la misericordia prima della verità, senza la quale non esiste il Vangelo non esiste la fede, non esiste nulla, il Concilio ha deliberatamente spezzato l’asse portante della Chiesa cattolica. Quel che è accaduto in seguito, dapprima gradualmente, poi, a partire dal 2013, con un ritmo sempre piè precipitoso, non è che la logica conseguenza di quella rottura. La spina dorsale del cattolicesimo è stata spezzata: il Concilio ha introdotto nella Chiesa lo spirito del mondo, e, a partire dal quel momento, il mondo ha cominciato a dominare la chiesa. Quel che vediamo accadere oggi è naturale, una volta compreso il significato di quell’evento iniziale. Non che il Concilio, di per sé, abbia avuto il potere di distruggere un corpo sano e vigoroso: ma il corpo della chiesa era già malandato, e a stento dissimulava la malattia sotto un’apparenza di salute e di vigore.

Di fatto, l’infiltrazione della modernità nella chiesa cattolica, incominciata almeno dal XVIII secolo, cioè con l’illuminismo, non è mai cessata del tutto. Quando Pio X ha condannato il modernismo, era già troppo tardi: eppure quel santo papa è stato accusato di durezza, di mancanza di comprensione e di misericordia; ancora oggi non gliel’hanno perdonata.

I nuovo simboli della Chiesa di Bergoglio

(…………….)
Mentre oggi, questi vescovi di strada e questi preti progressisti hanno occhi e orecchi solo per il dramma dei migranti, e la loro lingua sa parlare solo di loro, dei loro diritti, e del nostro dovere di accoglierli. E nemmeno una parola sul dramma delle decine di milioni di cristiani perseguitati in una ventina di Paesi, fra Africa e Asia: quegli stessi Paesi da dove, ora, partono le ondate dei sedicenti profughi. Paesi nei quali essere cristiani è un delitto, e si rischia la vita ogni volta che si entra in una chiesa: come i copti dell’Egitto, che pure è un Paese islamico moderato…
Ma il problema è la perdita della fede, e tutta l’ipocrisia intellettuale e morale che ne deriva. Alle pecore matte si può rifilare qualsiasi “verità”: credono a tutto, purché non le si disturbi nei loro vizi. Si può perfino puntare il ditino contro il governo, come fa il cattocomunista Delrio, perché esso attenta alla dignità del parlamento: lui che da ministro dei Trasporti ignorò due interrogazioni parlamentari sul ponte Morandi; proprio lui, ora, punta il ditino…

Fonte: Accademia Nuova Italia

28 Commenti

  • Monk
    27 Settembre 2020

    Dov’è Mehmet Ali Ağca??!! Cloniamolo!

  • Manente
    27 Settembre 2020

    Sono decine le profezie di Santi e di Beati che parlano di un “papa nero” che, dopo aver seminato l’apostasia e la divisione, verrà trascinato fuori dalla chiesa per i capelli. Gli eventi di questi giorni ci suggeriscono che il momento in cui il “gesuita nero” Bergoglio verrà ricacciato in quella “fine del mondo” da cui è arrivato, non sia poi così lontano.

  • Sed Vaste
    28 Settembre 2020

    Monk mi stupisco di lei ! Ma come si fa a credere a questi pennivendoli venduti fino al midollo anzi al prepuzio!
    ma non lo capisce che vengono pagati a cottimo fanno a gara tra di loro per chi riesce di più e meglio a diffamare la chiesa cattolica,
    vi faccio un quesito, mi sapete dire chi e’l:unico capo di stato a non aver mai indossato nemmeno per un secondo l a mascherina? Vi do un indizio e’vestito di Bianco e viene dall*Argentina ,
    ma veramente Monk lei mi delude la credevo immune dalle cazzate dell*apostata ebreo musulmano che non oso Nominare, un pezzente che leggevo ha passato un odissea su di un traghetto ah ahah per raggiungere Tunisi, un Giuda portatore sano di slippa che viene a spargere a piene mani scemenze qui e ora mi ritrovo un Monk filo massonico che crede a sti scribacchini in Malafede pagati per diffamare la chiesa mai che facciano altrettanto con la giudaglia criminale Bancaria criminale internazionale

    • atlas
      28 Settembre 2020

      in effetti ti do ragione sed: per le cazzate che escono dalle vostre bocche e che poi mettete pure per iscritto, tu e questo articolista vi potete baciare. Avete la stessa faccia

      e anche sul fatto che t’improvvisi pure investigatore schifato ti do ragione. Indagando sulla mia vita e raffrontandola con la tua, puoi avere degli spasimi di goduria prima di tornare alla tua miseria, materiale e spirituale. Presto ti suiciderai, non duri molto nelle tue patetiche, tristi condizioni

      tu sei il giudeo filo-usa e gettati

      • atlas
        29 Settembre 2020

        presi 600€ di risarcimento dal Giudice di pace che mi diede ragione contro la Grimaldi per i disagi di quel viaggio del 2009. Li spesi tutti in elemosina a puttane cristiane. Sud americane però

  • Sed Vaste
    28 Settembre 2020

    Atlas la Pecora musulmana si metta la mascherina invece di belare a sproposito su una cosa pero’ ha ragione a vedervi messi così ‘mi vien voglia di levare le tende, sara’ l*empatia cosa di cui lei apostata atlas e*sprovvisto ma d*altra parte a un Giuda come lei uno che ha tradito la propria religione e che di nascosto va a maschioni tunisini, a uno che ha tradito la propria patria italia cosa si può chiedere lei l’amor patrio non sa neanche cos’e’lei pensa solo ai suoi amanti tunisini si vergogni e*proprio come il suo presidente di regione Crocetta

    • atlas
      28 Settembre 2020

      vai a Venezia, in italia, è sprofonda. Tu, Venezia, l’italia e la tua religione. I cui fatti ti danno ragione, non solo io. Crocifriggiti, ma sott’acqua però. Con i tipi di fogna come te

      gondoliere senza remo

  • Paolo
    28 Settembre 2020

    Ho letto l’articolo due volte con attenzione. Ci sono delle imprecisioni. Bergoglio non è il primo papa che bacia il corano. Lo fece in prima assoluta Giovanni Paolo II. Il relativismo ha avuto una spinta accellerante oltre ogni immaginazione con il funestissimo convegno di Assisi, accompagnato da visite in varie sinagoghe da parte sempre di quel papa, sempre in prima assoluta!!! Se si nota bene, tutti gli atti di rottura veri sono già stati fatti prima di Francesco. Ad esempio, togliere dall’emblema papale la tiara, fu fatto con Benedetto XVI. L’autore dell’articolo sembra ammetterlo allorché alla fine fa menzione del sottofondo storico all’attuale situazione, evidenziando giustamente che la Chiesa lasciata dal tanto compianto Pio XII era già inquinata da idee moderniste. Non parliamo poi di Giovanni XXIII…. Il papa attuale ha detto e ribadito che lui vuole attuare il Concilio in tutte le sue conseguenze. Questo però non significa che la Chiesa non è più cattolica o che non incide o inciderà nella società. Ho letto che uscirà un documento pontificio contro l’eutanasia molto duro, e la posizione della Chiesa contro l’aborto è rimasta inalterata. Il fatto che le chiese evangeliche negli Usa preghino per la nuova candidata cattolica alla Corte suprema la dice lunga sull’influenza del Cattolicesimo. Non lasciamoci prendere dallo sconforto. Dobbiamo essere realisti e non catastrofisti. Una volta un saggio sacerdote mi consigliò a tal proposito la lettura della vicenda di Elia, quando sconfortato.pensava di essere l’unico rimasto. Si trova in 1Re cap. 19. Il Signore gli fa capire che la fede non solo non finirà ma che ha preparato da quel momento di crisi una riscossa spirituale. E Gesù aveva già predetto le persecuzioni, ma anche previsto che le forze del male non prevarranno contro la Chiesa. Nessuno metterà l’ultimo chiedo sulla bara della Chiesa. Questo ce lo ha promesso il Signore. Chi tenterà di farlo è come quello che scava la fossa per gli altri senza sapere che sarà la sua tomba. Realismo in tal senso significa non fare il gioco dei massoni anglo sionisti.

    • Mardunolbo
      28 Settembre 2020

      Il sig. Paolo scrive buone cose ma anche lui con imprecisioni. La tiara fu abbandonata da Montini (papaPaoloVI) e ceduta al massone U-Thant presidente Onu (si spera temporaneamente come gesto simbolico !).
      Roncalli , che mai esercitò com prete parrocchiale ma girò il mondo come inviato pontificio, quando fu eletto come papa Giov.23 indisse il Concilio preparando (forse sapendo bene) la devastazione della Chiesa ed irridendo le predicazioni dei pastorelli di Fatima.
      Il grande teatrante Woityla, papa Giov.Paolo2, creò l’apoteosi giubilante dei cattolici che si intruppavano con ogni religione diversa.
      Bergoglio non fa altro che proseguire la distruzione iniziata dai suoi predecessori fintamente santificati.
      Lamendola sta cominciando ad avere sprazzi di illuminazione, come altri , comprendendo che l’inizio fu il Concilio Vat2. Del resto è sempre stato un tabù dare origine ad esso, ma ora la realtà e l’origine palese della distruzione impongono di rivedere le idee sbagliate e convergere verso la verità come già fece mons. Viganò che per primo tuonò contro la piaga della pedofilia (che peraltro non degrada la Chiesa soltanto, ma tutta la società occidentale !)
      Pochi gruppi di cattolici veri, definiti integralisti dalle belle anime moderniste stanno ancora attendendo , non invano, il ripristino della Chiesa cattolica con un nuovo, vero papa.Pure io attendo. I poveri derelitti che vivono lontano nell’asia buddista non possono rendersi conto e leggere di tutto quanto succede qui in occidente, quindi credono ancora in una politica vaticana onesta e coerente.
      Non sanno che nel Concilio fu decisa la intromissione pesante e mai abbandonata del B’rnai-B’rith (massoneria ebraica) per consigliare ed indicare le linee guida verso gli ebrei. Ambasciatore di ciò fu il card. Bea (Beha…di origine ebraica) nominato all’uopo da Roncalli che era ben addentro alla massoneria ed era stimato dagli adepti fin da quando fu in Francia come nunzio apostolico.
      Quando sarà l’occasione aggiungerò altri particolari a questo degrado programmato dall’esterno e messo in pratica dall’interno dagli pseudo-papi post-conciliari. Per altre analisi sinergiche, ai pochissimi cattolici che qui scrivono, consiglio qui:
      http://comunitacattolicateotokos.blogspot.com/2020/06/lapostasia-nasce-dal-concilio.html

  • Paolo
    28 Settembre 2020

    Mardunolbo, io parlavo dello stemma pontificio. Fino a Giovanni Paolo II nello stemma era presente la tiara. Fu papa Ratzinger a mettervi una semplice mitria. Purtroppo! Conosco il fatto di Paolo VI, tuttavia il gesto di Benedetto XVI è in continuità con quella funesta deposizione della tiara. Insomma, con Francesco, come lei ha evidenziato, non ci troviamo in presenza di un cambiamento di direzione, ma solo ad una ma accellerazione del processo iniziato con il Concilio.
    Per il resto sono d’accordo con lei. Quello che vorrei sottolineare però è che la situazione di crisi non deve renderci ciechi di fronte al bene che c’è nella Chiesa. Ed anche al fatto che nella sua storia ne ha passate di cotte e di crude. Parlando solo del Novecento, ci siamo dimenticati dei massacri massonici contro i poveri cattolici, preti e laici, in Messico, o quelli della guerra spagnola, o le persecuzioni comuniste? E d’altra parte, se di toglie la Chiesa Cattolica, cosa rimane come speranza per il futuro contro l’ideologia mondialistico-consumistica massonica? l’Islam? O le sette evangeliche?
    Oppure l’ecologismo ateo? Anche se siamo circondati da quelli che hanno tirato i remi in barca, come il sig. Atlas, siamo noi il sale della terra.

    • Sed Vaste
      28 Settembre 2020

      Bravo Paolo finalmente uno che ragiona non per spot o per aver letto su blog pseudo cattolici che si burlano di bergoglio e su tutto quel che fa, l’apostata non lo considero neanche almeno se ne stesse a carponi tra i suoi compari invece di venire a buttare discredito sulla Chiesa Cattolica, e’meglio che il mardunolbo legga libri tipo, leon de poncins”il problema al concilio” si trova su “aaargh Italia” invece di andare a rovistare in mezzo ai siti massonici, tutti dei gran rifilatori di frottole che spacciano per vere robaccia uscita da qualche mente malata semitica

  • giulio
    28 Settembre 2020

    la più grande sventura dell’umanità è iniziata quando alcuni individui, apparentemente mossi dalla fede, furbescamente hanno fatto della fede uno strumento di dominio sui popoli al punto che non era del tutto peregrina e infondata la voglia dei rivoluzionari russi del ’17 di far fuori più preti e monache possibili che sono sempre stati – ripeto sempre – oltre che dei parassiti anche il migliore supporto al potere vigente …sia che si chiamasse zarismo, fascismo e quant’altro!

    La fede dovrebbe essere un fatto solo personale al punto che ognuno dovrebbe essere papa di se stesso. L’avere istituzionalizzato la fede è il peggiore crimine che l’umanità abbia mai subito!

    • Kaius
      28 Settembre 2020

      La più grande sventura dell umanità è tutta quella feccia atea senza Dio, che crede ciecamente di discendere da delle volgari scimmie incestuose lanciatrici di sterco,e non metto in dubbio che almeno PER LORO non sia così.
      La più grande sventura del genere umano è stata la feccia atea massonica che ha dichiarato guerra alla Verità ,alla Ragione,alla Natura,alla Vera Religione,a Dio.
      È bello e divertente ammazzare preti e suore?
      Meriteresti voi di essere sgozzati come capretti e dati in pasto ai porci.
      Per quanto riguarda la pedofilia,è cosa che appartiene solo ed esclusivamente ai SENZA DIO,molti dei quali massonici,satanisti e atei,molti atei.
      Solo lo 0.02 del corpo sacerdotale dal 2002 è stato SOLO ACCUSATO di pedofilia,e si trattava di feccia massonica/atea infiltrata del resto….
      Ad Atlas dico solo che un vero prete se ne frega delle sciocchezze materiali o della sua posizione altrimenti non sarebbe un prete.
      Per il resto rimpiango amaramente i roghi di eretici e pagani

  • Sed Vaste
    28 Settembre 2020

    Giulio nome completo bapomhet, se tutti ragionassimo come lei la terra sarebbe abitata solo da un serraglio di bestie feroci che si sbranano tutto il tempo tanto xche*farsi degli scrupoli non esiste nessuno al quale dover rendere conto delle proprie azioni tanto meno Alla propria coscienza che cos*e’la coscienza! Lei deve avere qualche particola di bolscevico ebreo nel sangue,, Auguri!

  • giorgio
    28 Settembre 2020

    Totalmente d’accordo con Giulio sulla fede usata nei secoli dai potenti per perpetrare il dominio sui popoli, se un credo religioso è complice dei crimini anglo sionisti e del dominio finanz – globalista che distrugge uomo e natura ….. allora la voglia dei rivoluzionari dell’ottobre 1917 di far fuori tali presunte fedi religiose non solo non è un crimine ma una azione altamente meritoria ……. altrimenti evviva i cardinali con l’attico (Bertone) o quelli maneggioni (Becciu), per non parlare dei pedofili ……

    • atlas
      28 Settembre 2020

      Giorgio, rispondo a te ma anche perchè altri intendano. Per ciò che ti riguarda sono vicinoti (alla monk-maniera), ma non sono giudeo-sionista-marxista. Chiudere chiese e Moschee come fece Henver Hoxa in Albania ? Mettere in carcere speciale a Spach chi faceva il Ramadan ? Chi pregava a casa ? Chi nominava Dio ? Intollerabile

      baciare il Corano ? Ma quale delitto, visto che in Siria c’è una Moschea chiamata al nome di Giovanni Battista e una di Gesù. E perchè io non dovrei baciare la Bibbia, visto che l’Antico Testamento è praticamente quasi uguale al Corano, visto che è anch’essa un Libro di Dio ?

      Ma pensate alle cose serie, che se non riuscite più a sentire la puzza di sed vuol dire che state già nella merda più soffocante

      il problema della chiesa, anche dopo il concilio funesto secondo, ma già da quello di Nicea, E’ di come è strutturata, di come è nata. E non poteva finire diversamente. Hanno giudeizzato massonicamente la gerarchia cardinale, eliminato il papa onesto nel ’78 ? Normale uno come l’imbroglio. Anche l’Islam è attaccato, da giudei salafiti e wahhabiti imbroglioni, MA PER NOI NON E’ LO STESSO. Il vero Musulmano può crepare, ma rimane tale. Proprio perchè non abbiamo una chiesa che ci ordini umanamente ciò che è vero e ciò che è falso, ricordatevi di Giordano Bruno. Se ne ricordino i veri cristiani, quelli a cui è rimasta ancora un minimo di fede in qualcosa. Noi abbiamo il Corano di origine puramente Divina, salafiti e wahhabiti lo interpretano giudaicamente solo fini a rappresentare null’altro che se stessi, il vero Credente non ci casca e denuncia, il prete cristiano non lo può fare o all’indomani è spogliato di tutto

      ai veri credenti dicosi ‘cristiani’, oggi, forse i monaci non orgogliosi, non rimane che l’Islam. Ma non aspettino Gesù, sarà troppo tardi in quel tempo per salvarsi l’Anima, penso, perchè all’Ora della fine anche gli Angeli ascendono al cospetto del Creatore e nessuna nuova testimonianza verrà registrata quindi accettata. Auguro ai sinceri il bene, fate presto perchè i Segni ci sono tutti, è solo un consiglio

  • Paolo
    29 Settembre 2020

    Atlas i tuoi consigli non richiesti valli a metterteli …. Ci siamo capiti! Non è auspicabile per nessuno aver parte con i traditori.

    Che poi l’Antico Testamento sia praticamente uguale al corano vallo a raccontare agli imbecilli. Quelli forse ci crederanno. Non so se la tua è pura e semplice ignoranzan oppure malafede.

    Il vero credente è quello che non si ferma a metà (Antico Testamento) ma va fino in fondo alla Divina Rivelazione, va nella Nuova ed Eterna Alleanza, quella stabilita nel Figlio. Non a caso Gesù il Signore ha detto che i rinnegati li sputerà dalla sua bocca e bruceranno nel fuoco eterno. Comunque una speranza c’è, perché il vero Dio, non quella figura storpiata presente nel corano, è Amore. Amore vero, amore che perdona anche i traditori che si pentono.

    • atlas
      29 Settembre 2020

      “date date date, perchè gesù cristo in croce è amore”. Amore …

      “amate i vostri nemici”, ‘porgete l’altra guancia’ … ma che “le piaghe del signore siano imprese nel TUO cuore”. MA CHE TRISTEZZA !

      MA QUANTE PUTTANATE EFFEMMINATE … ma meritate veramente di vivere ‘gementi e piangenti in valli di lacrime’. Ma senza pietà davvero

      i miei erano consigli, ma ci sarà chi li farà diventare ORDINI. Con gentaglia come voi salafiti e wahhabiti giudei ci andranno a nozze, ne siete democraticamente pieni e in affari. Vi sgozzeranno solo per fare piacere ai VOSTRI “fratelli maggiori”

      è evidente che lo volete da soli senza saperlo, quindi non meriterete altro, Dio non guida gli stolti

      • Kaius
        29 Settembre 2020

        Atlas il porgere l altra guancia non significa farsi prendere a mazzate in faccia,ma impedire al nemico di rifarsi danno,uccidendolo se necessario.
        L “amare il nemico” vale solo in un campo cristiano,con chi segue le Leggi di Dio,con chi si è pentito ed è stato giustamente punito,per chi non commette crimini che meritano la morte,con chi è perdonabile,
        Non vale per il primo pezzo di merd che capita a tiro.
        Quelle che vengono propagandate oggi sono puttanate effemminate,sono il primo a dirlo,ma queste puttanate non c entrano nulla col Cristianesimo.
        La passività verso il Male va punita con la morte.
        Almeno io Cristiano Cattolico Romano non ho fratelli maggiori,al massimo ho fratelli nella Fede.
        Gli ebrei?Il loro credo è un credo che non dovrebbe esistere da 2020 anni oramai,che spariscano.

        Per Paolo
        Hai ragione quando scrivi che bisogna seguire entrambi i Testamenti,senza trascurare ne l uno ne l altro.
        Ma Dio non è amore, Dio innanzitutto è GIUSTIZIA quindi non c è redenzione per il traditore grave apertamente servo del demonio o di ideologie odierne.

  • Aureliano71
    29 Settembre 2020

    È divertente leggervi, e mette chiaramente in luce come quando scrivete commenti di stampo politico non siate assolutamente credibili come non può esserlo chi abbraccia acriticamente un credo religioso pretendendo che esso diventi legge universale.
    Ovviamente Dio non può essere cattolico, anche solo pensarlo significa infangare la memoria di Gesù Cristo è offendere l’intelligenza umana.
    La Chiesa DEVE essere spazzata via perché la sua è una storia di violenza e sopraffazione, di corruzione e di ricerca del potere materiale, ora che il cane sta affogando è ora di bastonarlo per riportare la religione alla sua reale dimensione che è quella di oppio dei popoli.

    • Kaius
      29 Settembre 2020

      Aureliano 71,non per niente 71 é il numero del pezzo di merda……se tu non fossi ignorante come una capra e ossessionato dai finocchi sapresti che QUALSIASI credente di QUALSIASI religione si deve approcciare alla politica con il proprio Credo per legge,ma non mi aspetto che uno che vieni qui a fare propaganda dei ricchioni arrivi a ciò.
      Dio è solo cattolico cristiano romano(universale)e la Chiesa Cattolica l hai fondata Gesù Cristo stesso.
      Quindi le tue stronzate sotto forma di commenti ignoranti non hanno ne capo ne coda.
      Uno che non capisce neanche che il maschio va con femmina(concetto comune pure alle bestie)non può proprio permettersi di parlare di intelligenza, al massimo dei ricchioni che lo prendono nel culo mentre fanno fantasie oscene sui minori.
      Il restante tuo commento dimostra che andresti messo su un rogo.

  • Sed Vaste
    29 Settembre 2020

    Tu aureliano 71 devi leggere informarti non puoi sparare cazzate così alla cieca digita”faac devolve tutto alla chiesa” che a sua volta devolve ai poveri, ma lei aureliano deve farsi un bel bagno di lettura di libri e non di blog creati da massoni ed ebrei, digiti”aaargh italia” so che e’fatica leggere e’piu divertente sparare cazzate come quell’esserino di Atlas che non sa neanche prendere un traghetto un menomato mentale che necessita di un tutore probabilmente percepisce una pensione d’invalidita e’per quello che non lavora e viene qui a sproloquiare

    • atlas
      29 Settembre 2020

      ma se è la TUA di chiesa che ti dice che i giudei sono i TUOI fratelli maggiori. Che ti dice che gesù è dio. Sì sì…e magari maria la madre del dio …

      vi mangiate l’ostia come rito antropofago e dite che è il corpo di gesù … bevete vino come sia il sangue del cristo … AVVINAZZATO

      e sarei io l’invalido ? Ma vai a raccogliere foglie, tu e Paolo, che l’autunno si avvicina

  • Sed Vaste
    29 Settembre 2020

    E’una redenzione e’un modo di dimostrare che non e’morto per niente ma lei tunisino ciuccia caz… Cosa vuol capiire a lei la puzza di cammello le ha dato Alia testa , ma xche pappa lardo e’riuscito a tornare dalla Tunisia e lei non ci va ci guadagneremmo nel cambio tanto a lei dell*Italia non gliene frega niente mentre pappalardo almeno un po *si è dato da fare vi ha tirato fuori da quei salotti che sembravano degli ossari, si vergogni islamico italiota e pure ebreo Reho e’ un cognome Ebreo, si vergogni !!!!

  • Paolo
    29 Settembre 2020

    Gesù il Signore ha dato la sua vita per la salvezza delle anime. Il suo Sangue Divino è stato versato per lavare i peccati del mondo, anche quello del traditore Giuda se solo avesse voluto. Gesù il Signore non ha perso tempo come maometto dietro un harem.

    Per quel che riguarda la storia della Chiesa, ebbene purtroppo l’ignoranza “massonica” (=voluta e colpevole) la fa da padrona.. Qualcuno si dovrebbe andare a vedere chi sono i fondatori di ospedali e Università per tutta l’Europa, per avere un assaggio – solo un assaggio, ripeto – di tutto il grande bene che il Cattolicesimo ha fatto all’umanità.

    Per finire. L’Amore cristiano è quella vero, non è una sdolcinata passività di fronte al male e alle menzogne contro la Fede. Qualcuno il Vangelo lo conosce solo a pezzettini. Si vada a vedere cosa ha fatto Gesù contro i profanatori del Tempio….

    • Kaius
      29 Settembre 2020

      Si Paolo Gesù Cristo ci ha dato la possibilità di redimere l uomo dai peccati remissibili ma il tradimento non è tra questi.
      Giuda il verme traditore si è bruciato l anima nello stesso momento in cui tradì Cristo.
      Concordo sui benefici che la Chiesa ha portato al mondo,concordo anche che l Amore vero è solo quello che viene da Dio.
      Ma l Amore vero non è “passivo e sdolcinato ” dinanzi al Male,anzi il Bene/Amore combatte, perseguita e percuote il Male in tutti i modi possibili e immaginabili fino alla totale scomparsa di questo ultimo.
      L episodio dei Profanatori del Tempio ne é la prova schiacciante,quello come le Crociate,le guerre contro eretici e pagani.
      Tutte prove che dimostrano che il vero cristiano lava via il male col sangue dei malvagi.
      Un padre uccide il pedofilo per proteggere la figlia o lo guarda in modo “amorevole e sdolcinato “mentre stupra quest ultima?
      Ovviamente la seconda ipotesi non fa di lui solo un pedofilo ma anche un incestuoso, un pedofilo incestuoso che si diverte a vedere la figlia stuprata,un mostro,e di conseguenza meritevole di una morte infinitamente più violenta e perversa dello stupratore,il complice che diventa più perverso del carnefice.
      Ed ecco perché il Bene/Amore perseguita e uccide il male nei modi più feroci e violenti possibili,così come Dio scaccia la feccia malvagia all inferno.
      Tutto il resto sono eresie e schifezze da deviati mentali massonici/satanici

      • atlas
        29 Settembre 2020

        kaius, dì a Paolo che negli ospedali europei, in Germania, vi sono degli Articoli del Corano con i quali si esplicita l’origine della moderna medicina nostrana. Al chimia, Al gebra, Al cool etc. etc. etc., sono tutte fonti provenienti dagli Arabi. Che fondarono la prima Università Europea, Facoltà di medicina e la prima Farmacia A SALERNO. Ibn Siina (detto Avicenna) ……………

    • atlas
      29 Settembre 2020

      siete poveri. Siete poveri. Siete poveri. Vi nutrite di briciole semite arrivatevi, pure in modo errato, da quel deviato di Paolo di Tarso. Un visionario posseduto da qualche demone, come lo è sed vaste. Ecco perchè citate solo l’episodio dei mercanti giudei del tempo e del tempio, con Il Messia che giustamente si adira e reagisce. Avete solo quello. Ma prima non è che stavate meglio, adoravate gli dei, fra le quali la Mirta, che figliava, tombola … da mediterranei a Roma avrete avuto un pò più di spiritualità rispetto ai celti, che bevevano il sangue nei teschi dei loro morti, o dei seguaci di odino … ma sempre dei deviati siete, se pur con qualcuno dalle buone intenzioni. Le orge pubbliche le facevano i romani ! A livello italiano avete lasciato distruggere la DC, che si sorreggeva statalisticamente sulle Istituzioni del Fascismo. Lo stesso Mussolini era fondamentalmente ateo, ma almeno non si opponeva, anzi, rispettava e soccorreva le Religioni, soprattutto l’islam. Se vai a guardare gli Stati Islamici, TUTTI, OGGI, sono impregnati di Religione, chi più chi meno. La Religione dell’Islam è all’origine di Costituzioni, Istituzioni, Strutture Statali, Codici, tutto. E ciò grazie ai principi legali ed eticali del Corano e del Diritto Islamico. Che lo studiano anche alla corte di Strasburgo, in ambito UE. E ciò anche dopo le colonizzazioni giudeo/cristiane/europee. Non sarà la perfezione, questa arriverà sicuramente con Gesù, ma è sempre meglio del niente, DEL VOSTRO NULLA. Il mio consiglio arriva solo perchè i tempi sono quelli i cui tutti i nodi stanno venendo al pettine, e la Forza e la Potenza sono solo di DIO. E ti dimostro che siete VOI ad avere odio, malcelato peraltro, perchè se io non volessi il bene di chi vedo che almeno un pò crede a qualcosa di positivo, magari venendo a commentare in un sito di quest’area geopolitica, me ne strasbatterei i coglioni. Di cose migliori da fare ne ho tante, la musica per prima. Poi le donne

Inserisci un Commento

*

code